09.09.2021 - 17:19
Aggiornamento: 18:28

La Vpod: 'I tamponi siano pagati dai datori di lavoro'

Dopo la decisione del Consiglio federale di consentire l'impiego del Certificato Covid nel mondo del lavoro, la presa di posizione del sindacato

la-vpod-i-tamponi-siano-pagati-dai-datori-di-lavoro
Ti-Press

“I tamponi devono essere pagati dai datori di lavoro”. All'indomani della decisione del Consiglio federale di consentire l'impiego del Certificato Covid nel mondo del lavoro, il sindacato mette dal proprio punto di vista le cose in chiaro invitando “tutti i datori di lavoro, e in particolare gli enti sociosanitari, a rispettare le disposizioni del governo federale e a non mettere a carico dei dipendenti il costo dei test Covid”. A Berna, mercoledì, il Consiglio federale ha messo nero su bianco il fatto che i datori di lavoro potranno verificare se i loro dipendenti sono in possesso di un certificato soltanto se necessario per l'attuazione di misure di protezione adeguate o strategie di test, e che soltanto i test ripetuti saranno assunti dalla Confederazione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved