swissmem-a-lugano-accordi-di-libero-scambio-fondamentali
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
40 min

Mendrisio, Alessandro Speziali alle Cantine Valsangiacomo

’Diglielo al presidente’ è un incontro con il vertice del partito, voluto del Plrt del Mendrisiotto, per parlare dei temi più rilevanti della regione
Luganese
48 min

Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula

Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Locarnese
1 ora

Festa patronale a Brione s/Minusio

Lunedì si celebra Santa Maria Assunta. In programma la messa, seguita dalla processione e da un rinfresco
Luganese
1 ora

Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna

Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
1 ora

Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino

La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
2 ore

Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese

Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
2 ore

Penuria di gas, le Ail Sa di Lugano scrivono a Berna

La rete ticinese è collegata e alimentata solo dall’Italia senza connessioni col resto della Svizzera. L’approvvigionamento invernale resta problematico
Grigioni
2 ore

Oltre 300 kg di rifiuti raccolti nel Moesano

Il 5 e il 6 agosto 62 volontari hanno partecipato al Clean up tour che si è svolto a San Bernardino e nel Parco Val Calanca
Luganese
3 ore

Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito

Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
3 ore

Nara, torna la gita enogastronomica ‘Ul gir di alp’

È ancora possibile iscriversi per la passeggiata di undici chilometri con sette tappe che si terrà domenica 14 agosto
24.06.2021 - 18:20
Aggiornamento: 19:39
Ats, a cura de laRegione

Swissmem a Lugano: accordi di libero scambio fondamentali

In occasione della Giornata dell'industria organizzata oggi al Palazzo dei congressi è stata ribadita l'importanza degli accordi di libero scambio con altri paesi

L'associazione dell'industria meccanica, elettrotecnica e metallurgica (Swissmem) torna a riunirsi in Ticino, al Palazzo dei congressi di Lugano, con un'assemblea registrata pure come evento pilota per tracciare la via dell'uscita dalla pandemia a livello di grandi eventi. E Swissmem tocca subito un tema caldo. In quanto piccola economia aperta la Svizzera è uno dei maggiori beneficiari del libero scambio e della globalizzazione: oggi guadagna un franco su due all'estero. Per il settore l'importanza del commercio estero è ancora più marcata, in quanto esporta circa l'80% dei suoi beni e servizi. L'unico modo per preservare la Svizzera quale piazza industriale e i suoi posti di lavoro è avere un successo costante sui mercati mondiali, viene sottolineato in una nota. Questo richiede un buon accesso ai mercati globali di vendita e di approvvigionamento, e il libero scambio ne è il prerequisito.

Presente anche Guy Parmelin

Purtroppo negli ultimi anni il protezionismo e il populismo hanno portato a conflitti commerciali e compromesso il commercio globale. Per il presidente di Swissmem Martin Hirzel "è necessaria una rinascita del libero scambio". Ha quindi chiesto che "il Consiglio federale faccia uno sforzo speciale per garantire che nuovi accordi siano conclusi al più presto". Hirzel è anche convinto che "le innovazioni dell'industria creano prospettive di sviluppo economico, ecologico e sociale. Il libero scambio elimina gli ostacoli inutili. Possiamo così combattere il cambiamento del clima e allo stesso tempo perseguire obiettivi globali nella lotta contro la povertà e la promozione della prosperità globale". In questo contesto il presidente della Confederazione Guy Parmelin ha chiesto agli ambienti economici di aiutare a migliorare l'informazione della popolazione in tale campo. Essa "deve capire meglio la portata e non temere per la perdita di impieghi". "Lancio quindi un appello all'economia svizzera perché si impegni per spiegare che gli accordi di libero scambio non aprono la via allo smantellamento dell'economia svizzera".

"È nostro dovere cercare sempre soluzioni creative che dimostrino che gli accordi di libero scambio che abbiamo sottoscritto contribuiscono allo sviluppo sostenibile, sia in Svizzera che presso i nostri partner stranieri", ha aggiunto il ministro dell'economia. "Il commercio internazionale è una soluzione e non un problema; l'apertura dei mercati garantisce un'economia libera che ci permetterà di superare la crisi scaturita dalla pandemia." Hirzel si è poi detto molto dispiaciuto "che l'accordo quadro con l'Ue sia fallito. L'accesso al mercato unico è ora minacciato da un deterioramento strisciante. Nell'immediato, bisogna evitare una spirale negativa nelle relazioni con l'Ue. A medio termine, sono necessarie nuove soluzioni che permettano di assicurare la via bilaterale."

Dal Consiglio federale sì a partenariato forte con l'Ue

Da parte sua Parmelin ha sostenuto che "la bilancia decisamente non pendeva a favore degli interessi svizzeri, ma la volontà del Consiglio federale è di mantenere un partenariato forte con l'Ue e abbiamo lanciato segnali forti di disponibilità a riprendere rapidamente il dialogo a Bruxelles". Alla 14esima Giornata dell'industria Swissmem dal titolo "Opportunità del libero scambio - motore per prosperità e sostenibilità" hanno partecipato oltre 500 persone del mondo economico, della politica, dell'amministrazione e della ricerca. Oltre a Hirzel e Parmelin hanno preso la parola anche il consigliere di Stato ticinese Christian Vitta, l'ex presidente della Banca nazionale svizzera e attuale vicepresidente della società d'investimenti americana BlackRock Philipp Hildebrand e l'ex ministro degli esteri tedesco Sigmar Gabriel.
 
 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
accordi libero scambio economia industria libero scambio lugano svizzera swissmem
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved