ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Ferite di media gravità per centauro finito fuori strada

L’incidente è avvenuto sul mezzogiorno di sabato lungo la strada cantonale che da Carabietta conduce ad Agnuzzo
Bellinzonese
2 ore

Scontro fra due auto a Cadenazzo: un ferito

Il tratto di via Ala Campagna è stato chiuso per oltre un’ora per consentire le operazioni di soccorso e il recupero dei veicoli accidentati
Video
Ticino
7 ore

La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale

Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
11 ore

A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate

L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
11 ore

Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc

Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
11 ore

‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’

Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
19 ore

‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’

La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
19 ore

Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No

Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
20 ore

‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’

Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Luganese
20 ore

La proposta: due vie a senso unico a Cassarate

In un’interrogazione, la consigliera comunale Lara Olgiati (Plr) ritiene che la modifica viaria delle vie Pico e Vicari migliorerebbe traffico e sicurezza
Gallery
Mendrisiotto
20 ore

Boffalora: al posto della villetta arrivano due palazzine

Altro cantiere residenziale in vista alla porta nord di Chiasso. L’operazione annuncia un investimento di oltre 6 milioni di franchi
Luganese
20 ore

Il 46° parallelo a Lugano? ‘Lo promuoverà l’ente turistico’

Non sarà il Comune, se non indirettamente, ad assumersi la promozione della latitudine geografica che attraversa la città
Locarnese
21 ore

Picchiò un ragazzo in Piazza Grande, 3 anni di carcere

Un 19enne di origini siriane residente nel Luganese colpevole anche di rapina, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti
Luganese
21 ore

Lugano, viadotto del Brentino: ‘Progetto in pausa’

Slitta qualsiasi ipotesi di riqualifica del comparto, in attesa che si completino gli approfondimenti su altri temi (PoLuMe e svincolo Lugano Sud)
Ticino
22 ore

Il salario minimo legale non sarà adeguato al rincaro

Il Consiglio di Stato boccia la mozione di Ivo Durisch (Ps): ‘Un adeguamento sarebbe contrario alla volontà del legislatore e alla legge’
laR
 
19.06.2021 - 05:20
Aggiornamento: 09:51

‘Avvocati, meno generalisti e sempre più specialisti’

Gianluca Padlina alla sua ultima partecipazione in veste di presidente dell’Ordine a una cerimonia per l’avvenuta promozione di nuovi legali. A ventotto il brevetto

avvocati-meno-generalisti-e-sempre-piu-specialisti
Ieri all'Usi la cerimonia per la promozione dei nuovi avvocati (Ti-Press)

Quella di ieri a Lugano è stata la sua ultima partecipazione, in veste di presidente dell’Ordine, a una cerimonia per l’avvenuta promozione di nuovi avvocati. «Beh, anche stavolta ho provato una certa emozione nel vedere dei giovani che dopo un lungo e faticoso percorso formativo conseguono il brevetto», dice alla ’Regione’ Gianluca Padlina, il cui mandato biennale alla testa dell’Oati, l’Ordine ticinese degli avvocati, si concluderà tra pochi mesi, a settembre. «Gli anni universitari dedicati allo studio del diritto non sono una passeggiata e l’esame per l’ottenimento del titolo è molto esigente. Ma per questi giovani - avverte il legale sottocenerino - non meno impegnativo sarà l’esercizio della libera professione e qui oltre alle nozioni apprese conta il carattere, conta la personalità».

Presidente Padlina, il numero di avvocati aumenta ancora, c’è lavoro per tutti in Ticino?

Le rispondo così. Il titolo di avvocato non è solo indispensabile per poter svolgere l’attività forense, ma è sempre più richiesto in altri contesti lavorativi. E se non figura tra i requisiti imprescindibili per essere assunti, il possesso del brevetto costituisce spesso un titolo preferenziale. Le imprese hanno bisogno, più che in passato, di avvocati o di giuristi specializzati. Stesso discorso per l’amministrazione pubblica. Questo fabbisogno è da ricondurre alla crescente complessità della nostra società. Senza dimenticare la possibilità di candidarsi a una funzione in magistratura. Insomma, non c’è solo la libera professione.

Una società viepiù complessa...

E viepiù normata. Come presidente dell’Ordine degli avvocati ho del resto segnalato a più riprese la tendenza, anche in Svizzera, a quella che viene definita ipertrofia legislativa. Il che non è sempre un bene.

Più leggi, più avvocati?

Oggi si tende a voler trovare nelle leggi la soluzione a qualsiasi problema. È una tendenza che si riscontra sia a livello nazionale che sul piano internazionale, in tutti gli organi legislativi ai quali è appunto affidato il compito di allestire e adottare i testi normativi. Alcune leggi vengono però confezionate in fretta e furia sull’onda degli eventi e delle emozioni, con il rischio di non soppesare tutti gli aspetti. L'equazione più leggi più avvocati non è automatica ma sicuramente la complessità normativa determina un fabbisogno accresciuto di interpreti delle norme.

Torniamo alla cerimonia a cui ha appena partecipato. Quanti erano i candidati all’esame per il conseguimento del brevetto di avvocato?

Alla sessione primaverile 2021 si sono presentati in trentasei. Ventotto i promossi. Non tutti quindi ce l’hanno fatta, a dimostrazione che la prova scritta e quella orale organizzate dalla commissione esaminatrice nominata ogni due anni dal Tribunale d’appello e composta di magistrati e di avvocati, quest’ultimi proposti dall’Ordine, sono alquanto impegnative. Richiedono una solida preparazione.

Quando si parla di preparazione all’esame per il titolo, si parla anche di praticantato dopo la laurea in diritto.

L’importante è che nei due anni di praticantato il giurista fresco di studi faccia esperienza un po’ in tutti gli ambiti del diritto: civile, penale, amministrativo. E ciò proprio in vista dell’esame per il brevetto. Oggi non è sempre scontato perché in Ticino come nel resto della Svizzera il trend che si registra è quello della specializzazione degli studi legali dove fare lo stage. Da quanto mi consta, per il momento l’offerta di posti di praticantato riesce comunque a soddisfare la domanda. E in generale i 'maître de stage' si impegnano per permettere ai praticanti di fare esperienza in tutti i campi. Agli aspiranti avvocati si consiglia ad ogni modo di fare anche un periodo di alunnato giudiziario presso un'autorità giudiziaria per capire aspetti e sviluppi del contenzioso e come si formano le sentenze dei magistrati. L’alunnato giudiziario non è obbligatorio ma, secondo me, è da consigliare assolutamente. Va poi ricordata una recente importante decisione.

Quale?

Mi riferisco alla sentenza della Corte dei reclami penali che ha riammesso nei processi penali i praticanti: quest’ultimi possono quindi andare in aula a sostenere la difesa anche senza la presenza fisica degli avvocati responsabili della loro formazione, i ’maître de stage’. È stata una decisione, quella della Crp, davvero importante: sostenere la difesa in aula, e quindi esporre tesi e argomenti in un’arringa, è un momento fondamentale nella formazione di un avvocato.

 

I promossi

I ventotto nuovi avvocati sono - comunicano Tribunale d'appello e  Oati - Clelia Bellaggio, Yassin Benhamza, Milo Bernasconi, Saliba Betar, Orlando Bianchetti, Francesco Brenni, Filip Cerimanovic, Laura D’Amario, Sonja Dobrijevic, Chiara Donati, Alexandra Dragoni, Andreea-Roxana Faldarini, Adam Ferrari, Valentina Ferrari, Chiara Foletta, Sandra Gabutti, Emanuele Ganser, Sabina Ghidossi, Lara Ghirardelli, Ivan Lucchini, Stefano Marinetti, Arianna Menegola, David Mrad, Simona Respini, Federico Scherrer, Simone Tosi, Jonathan Alexis Velo, Silvia Zwahlen.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved