COL Avalanche
1
BOS Bruins
3
2. tempo
(1-0 : 0-3)
il-ticino-ha-bisogno-di-un-unico-kinderspital
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 ore

Sì al congedo ai dipendenti pubblici per famigliari malati

Il Gran Consiglio approva le 14 settimane pagate per chi ha un figlio o un partner con gravi problemi di salute. Sì anche all’appello per India
Ticino
6 ore

Pierfranco Longo: ‘Tantissima delusione’

No superamento livelli, il presidente della Conferenza genitori: sconfortante che le istituzioni non siano riuscite a trovare un compromesso minimo
Ticino
7 ore

Superamento dei livelli, bocciata la sperimentazione

Con 42 contrari (Plr, Lega, Udc, Mps) e 40 favorevoli (Ppd, Ps, Verdi, Pc, Più donne) cala il sipario sulla proposta di Bertoli: ‘Deluso per la scuola’
Mendrisiotto
7 ore

Droni e galline fra i vigneti. Viticoltori ecosostenibili

Tanti esempi nel Mendrisiotto. Andrea Conconi, direttore di Interprofessione della vite e del vino ticinese: ’Progressi nella produzione biologica’
Bellinzonese
7 ore

Sì ai 2,72 milioni per il Parco del Piano di Magadino

Il Gran Consiglio in notturna approva i due crediti a favore degli investimenti e per la gestione nel periodo 2021-2024
Ticino
7 ore

Sul decreto taglia spese si voterà il 15 maggio

Il Consiglio di Stato ha fissato la data della votazione popolare
Luganese
9 ore

Campione d’Italia? ‘Non sarà più casinò-centrico’

Dopo tre anni e mezzo, oggi la casa da gioco ha riaperto. E adesso? ‘Bisogna continuare a rimboccarsi le maniche’: intervista al sindaco Roberto Canesi.
Ticino
9 ore

Ecco perché il Tf non ha annullato la legge negozi

I giudici: cancellarla unicamente a causa delle (discutibili) modalità con cui è entrata in vigore sarebbe eccessivo e non appare quindi opportuno
Bellinzonese
9 ore

La musica come ponte tra Bellinzona e una scuola in Israele

Premio Spitzer all’istituto musicale Hmi per il progetto con la scuola del villaggio Neve Shalom dove convivono pacificamente ebrei e palestinesi
Grigioni
11 ore

Grono conta 47 abitanti in più

L’aumento riguarda tutte le frazioni. Al 31 dicembre 2021 nel Comune grigionese vivevano 1’427 persone.
Luganese
11 ore

Cerimonia per la maggiore età a Vernate e Neggio

Presenti oltre i neo diciottenni anche le autorità dei due comuni malcantonesi
03.05.2021 - 18:510
Aggiornamento : 21:24

Il Ticino ha bisogno di un unico ‘Kinderspital’

L’ospedale pediatrico cantonale è uno degli obiettivi a lungo termine della Fondazione per il bambino malato della Svizzera italiana

In media in Svizzera ogni bambino ricoverato in ospedale genera una perdita per la struttura pari a circa mille franchi. In pratica i costi a cui gli ospedali devono far fronte per le prestazione pediatriche superano i ricavi ricevuti in base alle tariffe LaMal (SwissDrg e Tarmed). Una differenza che in futuro dovrebbe essere colmata grazie a un’iniziativa parlamentare recepita dal Consiglio nazionale che chiede la copertura integrale dei costi sanitari di natura pediatrica. «Oggi non c'è differenza di finanziamento per quanto riguarda i costi per le diagnosi tra adulti e bambini. Per le cure acute, invece, le differenze persistono perché sono gli stessi Drg (i cosiddetti forfait per caso, ndr) a prevederli», spiega il dottor Giacomo Simonetti, direttore medico e scientifico dell’Istituto pediatrico della Svizzera italiana e professore di ruolo presso la facoltà di scienze biomediche dell’Usi. «Sussistono pertanto dei croncreti timori che la pressione economica sugli ospedali metta in pericolo le cure adeguate e specialistiche ai piccoli pazienti», continua Simonetti.

Il dottor Simonetti, è anche presidente della Fondazione per il bambino malato della Svizzera italiana (www.FBMSI.ch) che ieri si è presentata al pubblico per la prima volta dalla sua costituzione avvenuta nel 2015. Fanno parte del comitato, oltre a Giacomo Simonetti, Alessandro Bressan, direttore dell’Istituto pediatrico della Svizzera italiana; Bernadette Waller, fondatrice dell’Associazione Alessia; Christa Rigozzi, volto noto della tv; Yvonne Willems Cavalli, già capo area infermieristica dell’Eoc; Giovanni Merlini, avvocato e notaio, già consigliere nazionale; Amanda Rückert, avvocato, ex deputata al Gran consiglio ticinese.

«Molti ospedali pediatrici svizzeri ricevono delle sovvenzioni dirette da parte dei Cantoni o da fondazioni e associazioni per poter continuare a erogare le prestazioni adeguate in pediatria e garantire nel migliore dei modi la salute del bambino», ha spiegato ancora il professor Simonetti durante la conferenza stampa tenutasi in prossimità del parco giochi della piazza grande di Giubiasco. Anche le famiglie hanno bisogno di sostegno. «Oltre ad avere un neonato o un bambino malato in ospedale, i genitori devono sopportare dei costi supplementari e un’eventuale perdita di guadagno. Situazioni che possono incidere in modo importante sulle finanze complessive della famiglia», ha continuato. Quindi tra gli scopi della Fondazione per il bambino malato c’è anche quello di raccogliere fondi per sostenere finanziariamente le famiglie. «C’è anche uno scopo di promozione politica, da una parte e sociale dall’altra», continua Simonetti. Quindi sensibilizzare la popolazione a riguardo dell’importanza di cure pediatriche all’avanguardia e specialistiche nella Svizzera italiana. L’obiettivo a lungo termine è quello di avere un unico ‘Kinderspital’ a Sud delle Alpi ed evitare di recarsi oltre San Gottardo. «Oggi le varie pediatrie dell’Ento ospedaliero cantonale collaborano benissimo tra di loro in quello che è definito un ospedale ‘multi sito’. In futuro potrebbe anche essere un’entità unica», aggiunge il presidente della Fbmsi. 

Anche la formazione in ambito pediatrico rientra tra gli scopi della Fondazione. La raccolta fondi, infatti, è pensata anche per il sostegno logistico, giuridico, di risorse umane o altro, laddove l’ente pubblico o atri istituzioni non riescano a contribuire in maniera completa al finanziamento delle stesse. Gli ospedali pediatrici d’oltre San Gottardo, ricorda Bernadette Waller, hanno una o più fondazioni che li supportano proprio perché la situazione di deficit di finanziamento è nota da tempo. La Fbmsi ha pure questa ambizione, «non in competizione con le altre istituzioni pubbliche e private attive sul territorio, ma in cooperazione con queste», conclude il dottor Giacomo Simonetti.

Ti-Press
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved