aldi-in-generale-un-buon-risultato-marchesi-ma-noi-cresciamo
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
1 ora

Intragna, nullaosta al progetto forestale Corona dei Pinci

Il Patriziato centovallino autorizza gli interventi selvicolturali sui monti di Losone progettati dal confinante Patriziato. Ok al consuntivo
Locarnese
2 ore

Scontro fra auto e moto a Maggia: due 19enni gravemente feriti

Uno di loro rischia la vita. Per consentire i rilievi del caso la strada cantonale rimarrà chiusa almeno fino alle 18.
Bellinzonese
3 ore

Si introduce nelle scuole Semine e ruba due computer

È successo durante la notte. Il ladro ha forzato una delle entrate.
gallery
Ticino
6 ore

Verdetto storico e inappellabile: da Ppd a Il Centro

Il Congresso cantonale del partito ha appena deciso - a stragrande maggioranza - il cambiamento del nome
Locarnese
10 ore

Contone, contributi di canalizzazione attempati e indigesti

Malumore tra i cittadini della sezione gambarognese per la ‘pillola‘ (provvisoria). Presentato reclamo al Municipio, lunedì l’incontro per gli interessati
Ticino
14 ore

Speziali (Plr): ‘Noi un partito responsabile, non utili idioti’

Il presidente liberale radicale a pochi giorni dal finale thriller sulle imposte di circolazione, spiega il momento del suo partito e la sua prospettiva
Ticino
23 ore

TiSin, sindacati soddisfatti per la sanzione dell’Ispettorato

Daniel (Ocst): ‘Quel contratto era uno scheletro al quale hanno tolto una costola’. Gargantini (Unia): ‘Aldi e BIgnasca ci spieghino questa pagliacciata’
Luganese
1 gior

Pubblicata la nuova edizione de ‘Il Cantonetto’

Nel numero di giugno, un omaggio allo scrittore Mario Agliati nel centenario della nascita. Altro tributo di rilievo, quello al pittore Pietro Salati
Luganese
1 gior

Lugano, un gesto solidale a chi è meno fortunato

In occasione dei suoi 60 anni, il direttore dell’Hotel Pestalozzi Luciano Fadani ha devoluto alla G.I.C.A.M. l’incasso dell’aperitivo
Ticino
1 gior

L’Ispettorato del lavoro sanziona l’‘operazione TiSin’

L’autorità contesta a un’azienda la legittimità del contratto stipulato insieme al sedicente sindacato leghista per aggirare il salario minimo
Grigioni
1 gior

Donazione di sangue a Roveredo

Mercoledì 6 luglio dalle 16.30 alle 19.30 al Centro regionale dei servizi
Bellinzonese
1 gior

Luca Decarli presidente del Rotary Club Bellinzona

Succede ad Alessandra Alberti
Locarnese
1 gior

Giallo di Solduno, indagini a tutto campo

Per la morte del 25enne, rinvenuto senza vita e con una ferita al volto dopo diversi giorni, gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi
laR
 
19.04.2021 - 17:22
Aggiornamento : 18:59

Aldi: in generale un buon risultato. Marchesi: ma noi cresciamo

Lega e Udc, l'intesa nel dopo comunali. Il presidente democentrista: 'Dovremo discutere l'assetto giusto da dare a questa collaborazione'

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Il bicchiere lo vede mezzo pieno. E allora è sì sfumato l’ambito raddoppio dei seggi nell’esecutivo di Mendrisio ma, dice una serafica Sabrina Aldi, «un municipale avevamo e un municipale abbiamo», cioè Daniele Caverzasio. La vicecapogruppo in Gran Consiglio si dichiara «soddisfatta» della performance nei municipi in generale del proprio movimento, la Lega dei Ticinesi. Anche perché, osserva, «quello conseguito nel 2016 è stato un risultato straordinario, incredibile e quindi molto difficile da bissare». Per cui, «tirando le somme, il fatto di aver più o meno mantenuto e consolidato quanto avevamo ottenuto cinque anni fa, beh io lo considero un buon risultato. Insomma, da leghista sono contenta».

Aldi si dichiara «molto soddisfatta» per Lugano («una vittoria») dove «gli elettori hanno premiato il lavoro fatto dai tre nostri municipali» e dove «l’accresciuta presenza di liste potrebbe averci portato via alcuni voti». È soddisfatta anche per «la riconferma» del municipale a Bellinzona (nella capitale «in termini percentuali abbiamo guadagnato qualcosa»), a Locarno, a Biasca. Elenca: «A Bioggio abbiamo la maggioranza assoluta: quattro municipali compreso il sindaco. A Muzzano abbiamo raddoppiato e a Blenio riconfermato alla grande la sindaca, sfiorando il raddoppio in Municipio. A Maggia abbiamo guadagnato un municipale, così come a Cadenazzo. A Terre di Pedemonte è stato rieletto Balli. Tanto per citare alcune realtà comunali». In altre la Lega si è invece ridimensionata o è addirittura uscita dai municipi come a Massagno e a Savosa… «Si sa che a livello comunale si tende a votare soprattutto la persona, inoltre a questa tornata si sono presentate anche non poche liste civiche. In qualche caso poi Lega e Udc hanno corso separatamente, mi riferisco in particolare a Capriasca, dove oltretutto c’era anche una lista di area: per finire noi abbiamo mantenuto uno due seggi in Municipio con la rielezione di Vescovi, mentre l’Udc non è entrata. Tutto ciò ha penalizzato noi, i democentristi e quindi l’area di centrodestra». 

La vicecapogruppo leghista: 'Auspico maggior dialogo con le sezioni'

Torniamo alla valutazione d’insieme. Dunque?  «Dunque le sezioni leghiste che hanno lavorato bene, senza divisioni interne, e che si sono impegnate nell’interesse dei cittadini, alla fine hanno mantenuto le posizioni o addirittura ne hanno guadagnate - rileva la vicecapogruppo della Lega in parlamento -. In prospettiva auspico un maggior dialogo del movimento con i propri municipali e le proprie sezioni soprattutto dei comuni piccoli per scongiurare eventuali dissidi al loro interno, ma anche per supportare la loro attività. Senza comunque dimenticare che l’autonomia delle sezioni è importante e sacrosanta». Da qualche anno in casa Lega si parla di ristrutturazioni…  «La questione sarà da affrontare, in particolare, ritengo, per migliorare l'organizzazione interna: tuttavia - continua Aldi - alla gente interessano i fatti, le soluzioni ai problemi, cosa i partiti propongono. Ed è quello che i nostri elettori si aspettano dalla Lega».

Il presidente Udc: ‘Sono preoccupato per il risultato d'area’

È in chiaroscuro l’analisi delle elezioni comunali che il presidente dell’Udc Piero Marchesi affida alla ‘Regione’. Il neo eletto sindaco del nuovo comune di Tresa afferma che «come democentristi siamo contenti, avevamo una decina di municipali e ora siamo saliti a 17. Trovo sia positivo che sia successo anche nel Locarnese dove di norma non siamo particolarmente forti, con diversi giovani che possono cominciare il loro percorso politico». Però, rileva Marchesi, «sono preoccupato per il risultato di area con la Lega, sono stati persi pezzi un po’ dappertutto e non va bene: bisognerà analizzare bene il voto e capire cosa è successo, in vista di nuove discussioni». Già, perché il patto siglato con la Lega due anni fa per cantonali, federali e comunali si è esaurito ieri. Si ripeterà? «Ne dobbiamo parlare. Noi come Udc stiamo crescendo, ma la tendenza è evidente: la Lega perde posizioni, noi proviamo a recuperarle ma non riusciamo a recuperarle tutte. Così il saldo diventa negativo, a bocce ferme dovremo decidere qual è l’assetto giusto da dare a questa collaborazione».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
elezioni comunali lega piero marchesi sabrina aldi udc
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved