Verona
2
Bologna
1
2. tempo
(1-1)
Bienne
2
Zurigo
3
fine
(1-0 : 0-1 : 1-1 : 0-0 : 0-1)
Berna
0
Friborgo
3
fine
(0-1 : 0-1 : 0-1)
Ajoie
3
Zugo
6
fine
(1-3 : 0-1 : 2-2)
Lakers
2
Ginevra
1
fine
(1-1 : 0-0 : 0-0 : 0-0 : 1-0)
Langnau
0
Ambrì
4
fine
(0-2 : 0-1 : 0-1)
Davos
3
Losanna
4
fine
(2-2 : 1-0 : 0-2)
Turgovia
5
Winterthur
1
fine
(1-0 : 3-0 : 1-1)
innovazione-il-ticino-come-ponte-tra-zurigo-e-milano
Fondazione Agire
L’area destinata al futuro parco tecnologico
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora

L’Autolinea Mendrisiense rinnova il Contratto collettivo

Consolidato l‘accordo con i sindacati Ocst e Sev. ’Si tratta per tutti di un passo importante’
Luganese
2 ore

Riprende la consegna dei nuovi treni Flp

Entro metà marzo spariranno i vecchi convogli arancioni
Luganese
3 ore

Lugano spaccata sul salario minimo comunale

Da una parte Lega, Plr e Udc, dall’altra parte Ps, Ppd, Verdi e gruppo misto Ticino&Lavoro con Più donne: due rapporti in Consiglio comunale
Luganese
3 ore

A processo per malversazioni Davide Enderlin jr

L’ex consigliere comunale di Lugano respinge le accuse e sostiene di aver rimborsato i creditori
Bellinzonese
3 ore

Lavori sulla strada del Monte Ceneri a Cadenazzo

Cantiere in vista, dal 31 gennaio a metà marzo, per il risanamento della pavimentazione
Bellinzonese
3 ore

Chiuso per fallimento il Motel Castione a luci rosse

A causa dell’Iva non pagata il titolare della società ha depositato i bilanci e l’Ufficio esecuzioni ha posto oggi i sigilli
Bellinzonese
4 ore

Commesse cantiere Officine: ‘Il CdS favorisca le aziende locali’

Il Plr chiede al governo di influenzare le scelte delle Ffs in merito alle procedure di appalto. ‘Si faccia di tutto per sostenere l’economia ticinese’
Luganese
4 ore

Cardiocentro ‘in progress’, un anno positivo

Il bilancio dell’integrazione con le cardiologie e la prossima sopraelevazione dello stabile
Bellinzonese
4 ore

Il 2021 porta trenta abitanti in più a Cadenazzo

3’091 le unità registrate a fine anno, alla luce di 327 arrivi, 320 partenze, 43 nascite e 20 decessi
Grigioni
5 ore

Torna Grappoli di Note, la giornata della musica del Moesano

In programma a Lostallo per sabato 30 aprile, l’evento vedrà la presenza di cori, corali, gruppi musicali e bande di Mesolcina e Calanca
Ticino
5 ore

I controlli radar della settimana

Annunciati dalla Polizia: osservato speciale il distretto del Luganese
Bellinzonese
5 ore

Giubiasco, rinviata l’assemblea dell’Associazione di quartiere

Il Comitato preferisce attendere tempi migliori al fine di poter consentire una folta partecipazione di cittadini
Locarnese
5 ore

La tragedia nel ghetto di Roma in scena al Teatro Paravento

Mercoledì 26 gennaio dalle 19 il lavoro di Franco di Leo “Portico d’Ottavia 13”, seguito da un dibattito con Anna Foa
Locarnese
5 ore

Muralto, la Sant’Andrea ha un nuovo presidente

La società di pesca sarà guidata da Giorgio Cossi, che subentra al compianto Ivan Pedrazzi
Locarnese
5 ore

Muralto, il moltiplicatore può scendere al 78%

Nell’ambito della discussione sui conti preventivi, la Commissione della gestione sostiene la riduzione della pressione fiscale
Luganese
6 ore

Lugano, Ignazio Cassis in visita ai pazienti Covid-19

Il presidente della Confederazione si è recato all’Ospedale regionale dove ha ringraziato tutto il personale sanitario per l’enorme impegno
30.03.2021 - 17:150
Aggiornamento : 17:46

Innovazione, il Ticino come ponte tra Zurigo e Milano

L’Innovation Park Ticino finalmente associato all’omologa istituzione zurighese. Il primo progetto è dedicato allo sviluppo commerciale dei droni

Sta prendendo forma il progetto Innovation Park Ticino, iniziativa a livello cantonale sviluppata dalla Fondazione Agire – su mandato del Consiglio di Stato – in collaborazione con Usi, Supsi e aziende del territorio.

L’Innovation Park Ticino mira a creare una piattaforma unica per la collaborazione di ricercatori, aziende high-tech e startup, al fine di stimolare attività creative, sviluppare e testare idee sostenibili e innovative e favorire il trasferimento della tecnologia e del sapere. Come sottolineato dal Consigliere di Stato Christian Vitta, grazie a questo ambizioso progetto, perfettamente in linea con la strategia di sviluppo economico del Cantone – che mette al centro l’innovazione, l’imprenditorialità e la messa in rete delle competenze presenti sul territorio a livello accademico, economico e istituzionale – «il Ticino si proietta ancor di più sulla scena internazionale dell’innovazione, potendo attivare collaborazioni di alto livello ed essere sempre più conosciuto e riconosciuto come un polo dell’innovazione».  Le ricadute sul territorio saranno importanti: oltre all’indotto economico diretto ci sarà quello della creazione di nuovi posti di lavoro.

Dopo un lungo processo di candidatura, durato oltre un anno, nel mese di novembre 2020 l’organizzazione mantello di Switzerland Innovation ha ammesso la candidatura del Ticino per diventare una sede associata all’Innovation Park di Zurigo. In questi giorni, il Ticino ha siglato con il Parco di Zurigo l’accordo di associazione che decreta ufficialmente l’attivazione del Parco. Lo stesso prevede anche il coinvolgimento dell’Innovation Park Central (con sede a Rotkreuz), posando così la prima pietra miliare per la collaborazione che si instaurerà tra i tre Parchi. La cooperazione mira a un potenziamento delle sinergie dato dalle rispettive eccellenze presenti sui territori e dall’eccezionale posizione strategica sull’asse Nord-Sud che attraversa la Svizzera. Inoltre, essa rafforza le sinergie già esistenti, grazie all’appartenenza del Ticino alla ‘Greater Zurich Area’.

Christian Vitta ha parlato di un «posto in una carrozza di prima classe per un Ticino saldamente connesso all’asse dell’innovazione tra Zurigo e Milano. Oggi si sta seminando e i frutti li raccoglieremo negli anni a venire».

Oggi, i promotori dell’Innovation Park Ticino, insediato al momento presso la Fondazione Agire/Tecnopolo Ticino a Manno, hanno dato il via ufficiale alle prime attività del Parco che sarà implementato in varie fasi. Il presidente Luca Bolzani e il direttore Lorenzo Ambrosini, di Fondazione Agire, hanno presentato il nuovo direttore esecutivo del Parco, Augusto Mitidieri, che entrerà in servizio a metà aprile, rilevando il testimone per la gestione e la messa in opera di tutte le future attività dell’Innovation Park Ticino. Mitidieri arriva dal mondo dell’industria, con una formazione accademica in ingegneria gestionale e una lunga esperienza aziendale maturata in ruoli di responsabilità.

Il piano, a partire dal 2026, è quello di insediare poi il quartier generale del Parco all’interno del Nuovo Quartiere Officine di Bellinzona, al quale sarà dedicata un’area di 25 mila metri quadri. All’interno del quartiere si insedieranno gli uffici, come pure i laboratori e altre aziende che collaboreranno con l’Innovation Park, al fine di creare il fulcro dell’innovazione nelle vicinanze della stazione di Bellinzona, porta d’entrata del Ticino sulla linea ferroviaria di Alptransit. Questa posizione strategica del Parco ridurrà sensibilmente le distanze di collegamento con l’area metropolitana di Zurigo, mentre Lugano, con i suoi campus universitari, sarà raggiungibile in soli 15 minuti di treno. Firmata anche una lettera d’intenti con Arexpo, società pubblica italiana proprietaria dell’area dell’Expo di Milano dove oggi si sta sviluppando il Mind (Milano Innovation District) focalizzato su ’Lifescience’ e ‘Smart City’. In pratica l’omologo del parco zurighese. Da qui il ruolo del Ticino di ponte tra l’Italia e il nord delle Alpi.

Il primo centro di competenza sarà a Lodrino e si occuperà di droni

Il primo centro di competenza dello Switzerland Innovation Park Ticino è lo ‘Swiss Drone Base Camp’ (Sdbc) e sarà localizzato presso l’aeroporto di Lodrino. Il Municipio di Riviera infatti ha attivato la procedura federale finalizzata al rilascio dell’autorizzazione a gestire l’ex aerodromo militare, ora chiamato Riviera Airport. Entro fine anno il Comune sarà quindi a tutti gli effetti l’esercente civile e ciò permetterà alle aziende basate di avere sicurezza sulla continuità e di dar inizio allo sviluppo di alcune nuove attività. Con industrie del settore e in stretta collaborazione con Supsi, Usi e altri istituti accademici, intende diventare la piattaforma per lo sviluppo di concetti all’avanguardia e il supporto di progetti nel campo dei droni, ovvero nel potenziale commerciale di questi apparecchi. 

«Siamo convinti che in un futuro molto vicino i droni faranno parte della nostra vita quotidiana, dispiegando un sacco di nuove possibilità per aziende, città, comunità e persone», ha affermato Enzo Giannini, presidente dell’Associazione Swiss Drone Base Camp. «Nei prossimi mesi partiranno mesi le prime formazioni, l’installazione di alcune aziende in loco, l’implementazione di infrastrutture, la comunicazione e probabilmente un primo evento in autunno. Tutto questo implicherà anche le prime assunzioni e diverse ricadute economiche nella regione», ha affermato Giannini.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved