segretario/a-generale-del-ministero-pubblico-cercasi
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
29 min

Quell’appartamento a Lugano divenuto crocevia dello spaccio

Tre anni di carcere in parte sospesi alle Criminali a un cittadino albanese recidivo che ha ammesso un traffico di 300 grammi di cocaina
Locarnese
48 min

La Vos da Locarno torna a cantare

Concerto a Muralto: coro ospite sarà il Gruppo Vocale Cantadonna
Locarnese
1 ora

Avegno, concerto natalizio

Corali, organo e clarinetto. Poi vin brûlé e panettone
Locarnese
1 ora

Orizzonti filosofici a Riazzino, conferenza annullata

Non si terrà l’incontro con Sebastiano Maffettone
Mendrisiotto
1 ora

Chiasso, il mercatino di Natale mette la mascherina

L’appuntamento con inizio l’8 dicembre è confermato. Le bancarelle animeranno il centro per sette giorni.
Ticino
1 ora

Nel weekend in Ticino registrati 404 nuovi casi e 3 decessi

I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77, fra questi 11 si trovano in cure intense. Nelle case anziani i nuovi contagi sono 3
Bellinzonese
2 ore

È morto l’architetto Aurelio Galfetti

Co-fondatore dell’Accademia di architettura di Mendrisio, si è spento a Bellinzona all’età di 85 anni
Ticino
2 ore

Cellulare al volante, pericolo costante

Lanciata la campagna di Strade sicure, con lo scopo di sensibilizzare i conducenti sui pericoli derivanti dall’utilizzo del telefonino alla guida
Ticino
5 ore

Psicologi, richiesta una proroga per il cambio di prassi

Nel 2018 la Commissione federale ha apportato delle modifiche senza comunicarle
Mendrisiotto
7 ore

Strategia energetica 2050, Mendrisio e Novazzano della partita

I due Comuni tra i vincitori del bando di concorso indetto dall’Ufficio federale dell’energia. Parola ai sindaci, che illustrano progetti mirati
Ticino
7 ore

‘I piani regolatori sono spesso eccessivi’

L’architetto: ‘Per riattivare gli edifici è necessaria la collaborazione fra professionisti’
Bellinzonese
7 ore

Gli impresari si schierano con i cavisti contro la legge

La Ssic giudica la proposta messa in consultazione dal Dt troppo complicata, esigente e vincolante
Luganese
16 ore

Mercatino di Santa Lucia a Massagno

Al via la 37esima edizione sabato 11 dicembre. Coinvolte numerose associazioni locali
Ticino
16 ore

Agricoltura e pandemia: ‘Il settore ha saputo adattarsi’

Si è tenuta ieri la Camera cantonale. Grandi predatori e allevamento intensivo i temi più sentiti
Ticino
 
30.03.2021 - 05:300
Aggiornamento : 16:41

Segretario/a generale del Ministero pubblico cercasi

Uscito il bando di concorso. La nuova figura collaborerà 'a stretto contatto' con il pg per gli aspetti amministrativi: risorse umane, informatica, logistica

Tra magistrati, segretari giudiziari e personale amministrativo, conta oggi quasi cento unità. È il Ministero pubblico ticinese. Che è ora alla ricerca di un Segretario o di una Segretaria generale, chiamato/a a collaborare “a stretto contatto” con il procuratore generale e a coadiuvarlo "nell'organizzazione del Ministero pubblico per quanto concerne gli aspetti amministrativi delle risorse umane, dell’informatica e della logistica, in sinergia con i servizi centrali”. Così si legge nel bando di concorso appena pubblicato (’Foglio ufficiale’ oppure www.ti.ch/concorsi). Il termine per l’inoltro delle candidature scade lunedì 19 aprile. «Fra magistrati e non magistrati, la Procura si sta avvicinando ai numeri del Tribunale d’appello - osserva il pg Andrea Pagani, contattato dalla ’Regione’ -. Anche per cercare di ottimizzare la gestione del personale e per interagire al meglio con i servizi dell’Amministrazione cantonale e quelli della Confederazione, alludo in particolare all’Ufficio federale di giustizia, il procuratore generale ha assolutamente bisogno di un supporto. Di uno stretto collaboratore in grado di proporgli soluzioni in tempi ragionevolmente brevi a questioni che non hanno a che vedere con l’attività inquirente del Ministero pubblico, ma che ovviamente incidono o possono incidere sul suo funzionamento».

Diverse le mansioni

Per certi aspetti viene ripristinata in Procura la figura del cancelliere, presente sino ad alcuni anni fa. «La si ripristina ma con una nuova denominazione, quella appunto di Segretario o Segretaria generale del Ministero pubblico, e soprattutto con un mansionario più ampio», puntualizza Pagani. I compiti sono elencati nel bando. E infatti non sono pochi. Il/la Segretario/a “coadiuva il procuratore generale nell’ambito delle procedure dì consultazione per modifiche di leggi, nell’evasione degli atti parlamentari ecc; si occupa della gestione finanziaria (allestimento preventivi e consuntivi) del Ministero pubblico e supervisiona l’aspetto contabile, compresa l’implementazione delle raccomandazioni formulate dal Controllo cantonale delle finanze in tale ambito”. E ancora: “Supervisiona amministrativamente il mandato relativo alla medicina legale, il Servizio recupero salme e altri mandati in essere presso il Ministero pubblico; è responsabile dell’organizzazione e della supervisione dell’attività delle cancellerie; funge da interlocutore con i partner interni ed esterni al Ministero pubblico (ad esempio servizi della Confederazione e del Cantone, segnatamente con il Dipartimento delle istituzioni, con la Divisione della giustizia); esegue i compiti particolari assegnati puntualmente dal procuratore generale”.

La lista non è terminata. Il Segretario o la Segretaria generale del Ministero pubblico, inoltre, “coordina i progetti in ambito informatico, in particolare Justitia 4.0", il piano nazionale, che coinvolge Confederazione e Cantoni, per lo scambio elettronico di dati e atti giudiziari fra le parti di un procedimento civile, amministrativo o penale. «La digitalizzazione della giustizia - riprende il procuratore generale Pagani - rappresenta una grossa sfida anche per il Ministero pubblico: la gestazione della riforma, la cui implementazione, stando al Comitato di progetto, è prevista nel 2026, va quindi seguita attentamente e in maniera costante». Altra competenza: il Segretario generale o la Segretaria generale “gestisce le risposte alle richieste di informazioni di altre autorità in relazione alla pendenza e all’esito di procedimenti penali a carico di singole persone”. Sottolinea il pg: «Solo dalla Sezione cantonale della popolazione riceviamo in media circa cinquemila richieste all’anno... E anche in questo caso nel rispondere svolgiamo un’attività non giudiziaria, bensì amministrativa».

Torniamo al bando di concorso. A candidati e candidate si chiede fra l’altro un master “in diritto o in scienze economiche”, la cittadinanza svizzera, alcuni anni di esperienza professionale “in una funzione di direzione”, capacità comunicativa, spirito d’analisi e di sintesi, "lealtà, autonomia e discrezione”. Le candidature sono da inoltrare online sul sito www.ti.ch/concorsi. Altre forme di candidature “non saranno ritenute valide”.

'Misura giustificata'

«L'attribuzione alla Procura di un segretario generale è stata chiesta dal pg Pagani, una misura giustificata, quanto auspicabile per un’autorità delle dimensioni del Ministero pubblico, e pertanto da noi condivisa e sostenuta», afferma dal Dipartimento istituzioni la responsabile della Divisione giustizia Frida Andreotti. La nuova figura «permetterà di sgravare il procuratore generale di compiti che oggettivamente esulano dalle sue funzioni primarie, ma che nondimeno sono importanti per un operato a livello amministrativo efficiente dell’autorità. Il pg potrà così occuparsi in particolare della vigilanza sui procuratori e sul funzionamento complessivo dell’Ufficio giudiziario». 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved