ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
18 min

Riprendono i lavori sulla A2 tra Lamone e Gentilino

In collina velocità limitata a 80 km/h, mentre allo svincolo di Lugano Nord si viaggia a 100 km/h
Bellinzonese
24 min

Thriller poliziesco ambientato al Carnevale di Bellinzona

Nella Turrita sono in corso le riprese di ‘Alter Ego’, una serie Tv diretta da Erik Bernasconi e Robert Ralston, che andrà in onda sulla Rsi a fine anno
Locarnese
34 min

Tenero-Contra, il carnevale ritrova le vecchie abitudini

Superata la soglia del Sessantesimo, l’evento più pazzo dell’anno rilancia: una settimana di proposte per tutti i gusti a partire da sabato
Luganese
3 ore

Condannato per aver truffato tre anziane del Luganese

Pena parzialmente sospesa per un 27enne reo confesso. Tra i nove tentativi di ‘falso nipote’ messi in atto nel settembre 2022, sei sono stati sventati
Mendrisiotto
3 ore

Torna il Carnevale di Pedrinate

L’appuntamento è per il prossimo weekend nel salone comunale del paese
Locarnese
4 ore

Una nuova direzione per lo sviluppo del PalaCinema

Migliorare le sinergie tra gli inquilini, promuovere attività culturali e formative nel campo della settima arte le sfide che attendono il nuovo direttore
Locarnese
5 ore

Un corso per gestire le emergenze con bambini

Lo organizza la Sezione Samaritani Bassa Vallemaggia sabato 11 febbraio a Gordevio, seguito il 20 febbraio da uno sull’uso del defibrillatore
Luganese
5 ore

Blackout nel Luganese, quasi un’ora senza corrente

La causa è stata un guasto alla rete nazionale Swissgrid.
Ticino
6 ore

Attività invernali e fauna selvatica: prove di... convivenza

Quattro regole per non violare le ‘zone di tranquillità’: con ‘Rispetto è protezione – Sport sulla neve e rispetto’ Nature-Loisirs sbarca in Ticino
Mendrisiotto
6 ore

Ecco i pasti pronti che scaldano il cuore

L’associazione Lì&Là si occupa di fornire pranzi e cene alle famiglie con figli ospedalizzati. Un’idea nata dall’esperienza personale di Sveva
Bellinzonese
6 ore

A Bellinzona un centinaio di abitanti in più dal Luganese

Considerando arrivi e partenze, dai dati sulla popolazione emerge un saldo positivo (di circa 50 unità) pure da Locarnese, Tre Valli e Mendrisiotto
Gallery
Locarnese
9 ore

In Parlamento per promuovere il diritto all’accessibilità

Marco Altomare, 29enne di Losone, soffre di una malattia genetica rara. Ma questo non gli impedisce di tentare la carta del Gran Consiglio
Mendrisiotto
9 ore

La politica momò, tra municipali che vanno e che vengono

A Morbio Inferiore Fabio Agustoni lascia il gruppo Morbio 2030, ma resta come indipendente. Altra novità a Mendrisio, stavolta nel Centro
Bellinzonese
9 ore

Ronco Bedretto: prima del verde 10 anni di deposito Ustra

L’area della cava Leonardi sarà trasformata in zona agricola con il materiale di scavo proveniente dal secondo tubo autostradale del San Gottardo
15.09.2020 - 07:30

No prostituzione a casa del cliente, è interrogazione

Matteo Quadranti (Plr): nel Regolamento il Consiglio di Stato ha messo altri paletti

no-prostituzione-a-casa-del-cliente-e-interrogazione

Un parto tormentato: ben cinque anni dalla presentazione del primo messaggio governativo (24 gennaio 2013) all'approvazione parlamentare della nuova normativa (22 gennaio 2018).  E un'esistenza - quella della Legge cantonale sulla prostituzione, entrata in vigore lo scorso anno, rimpiazzando il testo del 2002 - che si preannuncia altrettanto travagliata. Ci sarebbe infatti un inghippo. Riguarda la prestazione sessuale fornita al domicilio del cliente. L'inghippo o presunto tale è al centro di un atto parlamentare che trae spunto da un recente articolo del 'Corriere del Ticino'. Stando al quale le autorità inquirenti, scrive il deputato liberale radicale Matteo Quadranti in un'interrogazione al Consiglio di Stato depositata nei giorni scorsi, “hanno iniziato a condannare delle prostitute per aver svolto la loro attività in hotel, su richiesta dei clienti, o in appartamenti di quest’ultimi. La prostituzione, sostengono, sarebbe lecita solo nei locali erotici e negli appartamenti di proprietà o in locazione alle prostitute”.  Nei decreti d'accusa, segnala ancora Quadranti, verrebbe indicata la violazione del capoverso 4 dell‘articolo 14 della legge sul meretricio. La citata norma, si rileva nell'interrogazione, “prevede semmai che ‘L’esercizio della prostituzione in tali locali va notificato al Dipartimento. il Consiglio di Stato ne stabilisce le modalità’, laddove per locali si intendono quelli in uso proprio alla prostituta che riceve presso di sé”.  È pertanto auspicabile “un chiarimento”. Cosa che “può avvenire” impugnando i decreti d’accusa, ciò che spetta eventualmente a chi è stato raggiunto dalla decisione del Ministero pubblico, oppure “modificando/precisando la legge cantonale, passando dal Gran Consiglio”. Sta di fatto che “l’incertezza del diritto andrebbe fugata al più presto nell’interesse dei cittadini”, sottolinea Quadranti, che sollecita spiegazioni da parte del governo, chiedendogli quali passi intenda, se del caso, intraprendere. 

'La legge dice un'altra cosa'

Un'incertezza generata dal fatto, commenta Quadranti interpellato dalla 'Regione', «che il Consiglio di Stato nel Regolamento sull'esercizio della prostituzione è andato troppo in là, ha aumentato i paletti inseriti nella Legge». Nel primo capoverso dell'articolo 43 del Regolamento si legge testuale: “L’attività di prostituzione in un appartamento che non soggiace ad autorizzazione deve essere notificata dalla persona che mette a disposizione l’appartamento destinato all’esercizio della prostituzione. Al momento della notifica, la persona che mette a disposizione l’appartamento deve presentare copia di un documento d’identità valido”. E a livello di sanzioni, l'articolo 56 del Regolamento definisce “punibile” anche ”la persona che, senza essere in possesso della necessaria autorizzazione o senza aver effettuato il necessario annuncio o la notifica, esercita un'attività soggetta alla presente legge”. Il punto, scrive il deputato liberale radicale al Consiglio di Stato, è che la Legge “prevede espressamente al capitolo primo quali sono i luoghi vietati (articolo 3) e tra questi non vi sono gli hotel o gli appartamenti dei clienti. Infatti, vietata è la prostituzione di strada e quella nei luoghi vietati definiti dai singoli comuni”. Ebbene, nessuna menzione per gli appartamenti o le stanze di albergo dove si troverebbe l'ipotetico cliente. Appartamenti e stanze di albergo che però, stando al Regolamento, non essendo destinati all'esercizio del meretricio, e dunque non notificati, potrebbero porre dei problemi. E quindi? «Quindi un cliente dovrebbe notificare di aver ricevuto a casa una prostituta?», rileva provocatoriamente Quadranti. «Se la prostituta che esercita tranquillamente a casa sua con una notifica ha un cliente che le chiede di recarsi in hotel o al suo domicilio deve rifiutare il cliente o farlo notificare? Ma scherziamo?!». Insomma, «il Regolamento va davvero oltre, serve che venga fatta chiarezza».

L'ex relatore: necessario un chiarimento giuridico

Autori del rapporto commissionale sulla nuova legge accolto dal Gran Consiglio nel gennaio di due anni fa erano Giorgio Galusero (Plr) e Amanda Rückert (Lega). «Probabilmente, ritengo, il governo nella stesura del regolamento è andato oltre lo spirito della legge - osserva Giorgio Galusero, da noi contattato, concordando con Quadranti -. Questo aspetto della prostituzione al domicilio del cliente non è mai stato affrontato in commissione non essendo menzionato, perlomeno esplicitamente, nel progetto di nuova legge che ci era stato sottoposto dal Consiglio di Stato. Nell'esame parlamentare ci si è occupati dell'esercizio della prostituzione negli appartamenti di proprietà, o dove vivono in affitto, delle persone che forniscono prestazioni sessuali a pagamento. Occorre comunque chiarire giuridicamente l'esercizio della prostituzione al domicilio del cliente, per evitare ricorsi che potrebbero far saltare il tutto». Il Ministero pubblico, da noi interpellato, non rilascia per il momento dichiarazioni essendo pendente l'atto parlamentare di Quadranti.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved