laRegione
Nuovo abbonamento
dalla-supsi-un-dispositivo-per-testare-il-covid-in-tempo-reale
La scienza è alla ricerca di soluzioni più pratiche (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Cantone
foto
Locarnese
2 ore

Violento tamponamento tra due auto a Magadino

L'incidente è avvenuto ieri sera verso le 23.00. Entrambi i conducenti sono stati trasportati al pronto soccorso
Luganese
3 ore

Lugano, la capogruppo socialista Simona Buri lascia il Cc

Se ne va per motivi professionali e di conciliabilità con il Gran Consiglio, ma con la sezione i rapporti si sono raffreddati. Ultima seduta: 5 ottobre
Gallery
Bellinzonese
3 ore

Frane e sentieri interrotti in Valle d'Osogna e Moleno

Nelle prossime settimane sono previsti importanti interventi per sistemare la situazione e mettere in sicurezza i percorsi
Locarnese
3 ore

Totoelezioni a Locarno, dal 'caos' Ppd rispunta Caroni

Continua ad allargarsi la rosa di aspiranti a Palazzo Marcacci. Fra i liberali Giudici guarda oltre un destino all'apparenza già scritto
Mendrisiotto
12 ore

Balerna introduce regole di mobilità aziendale

Pronto il Regolamento che, dal 2021, porterà posteggi a pagamento per i dipendenti e alla concessione di incentivi per la mobilità sostenibile
Ticino
12 ore

Più di 30mila firme contro l'eutanasia degli animali sani

La maggior parte sono state raccolte sulla piattaforma internet change.org. La petizione è stata consegnata al presidente del Gran Consiglio
Bellinzonese
12 ore

Liquami nel fiume in Alta Valle di Blenio

La situazione è stata segnalata al Dipartimento del territorio e al Comune. Si tratta di uno scarico proveniente da un alpe
Locarnese
13 ore

Un caso positivo alle Medie di Losone, classe in quarantena

Dopo aver informato la direzione dell’istituto, l’Ufficio del medico cantonale ha già provveduto a notificare alle famiglie via Sms
Bellinzonese
13 ore

Patriziato di Bellinzona in assemblea

Tra i temi all'ordine del giorno, verrà anche presentato il progetto di restauro della Chiesa Madonna della Neve
Ticino
13.08.2020 - 15:430
Aggiornamento : 18:26

Dalla Supsi un dispositivo per testare il Covid in tempo reale

A ottobre parte un progetto di ricerca congiunto assieme al Poli di Losanna e lo Ior che mira a sviluppare l'apparecchio portatile in due anni

Un dispositivo portatile per il test del virus SARS-CoV-2 in tempo reale, che consentirà di limitarne la diffusione attraverso diagnosi rapide ed efficaci attuabili anche da personale non specializzato. È questo il progetto di ricerca congiunto sviluppato dal Dipartimento tecnologie innovative della Supsi, il Politecnico federale di Losanna (Epfl) e l'Istituto oncologico di ricerca (Ior). Il progetto è sostenuto dal Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (Fns), nell’ambito del programma NRP 78 'Covid-19', con un finanziamento di oltre un milione di franchi.

"Le attuali procedure di analisi impongono un iter complesso che richiede diverse ore di lavoro – si legge nel comunicato divulgato dalla Supsi –, l’impiego di sostanze specifiche e di personale medico specializzato. Il limite principale è dettato dal fatto che tali metodologie non possono essere impiegate presso aeroporti, stazioni ferroviarie e porti, luoghi in cui eventuali test rapidi effettuati sulla popolazione viaggiante consentirebbero l’identificazione precoce di soggetti asintomatici e potenziali vettori di contagio, contribuendo alla riduzione del tasso di propagazione del virus".

MicroCoVSens: una soluzione innovativa

Il progetto “Development of a microfluidic platform for real-time detection of SARS-CoV-2 virus based on multifunctional silica membrane biosensors” (MicroCoVSens), intende sviluppare un dispositivo portatile per il test in tempo reale del virus SARS-CoV-2 da campioni umani non trattati attraverso un consumo minimo di reagenti e senza requisiti di preparazione, utilizzabile in qualsiasi contesto anche da personale non specializzato. Il sistema lavora direttamente sul Rna virale attraverso un biosensore ultra-sensibile realizzato con superfici di rilevamento attive supportate da silice porosa, con l'obiettivo di rilevare in pochi minuti e in modo affidabile un minimo di 50 copie di virus in 1 mL di campioni.

"Si tratta di un approccio diagnostico innovativo e alternativo che intende superare i limiti delle attuali procedure di analisi – scrivono i ricercatori –, eliminando la necessità di impiegare personale biomedico e infrastrutture di laboratorio specializzate e riducendo i tempi di diagnosi attraverso una notevole semplificazione del procedimento".

Il progetto prenderà il via nel mese di ottobre 2020, con l’obiettivo di sviluppare il dispositivo in due anni.

 

Possibile impatto e applicazioni future

Lo sviluppo di un dispositivo a basso costo per il rilevamento affidabile e in tempo reale degli agenti patogeni tramite sequenze target di RNA permetterà di limitare e contrastare la diffusione delle pandemie attuali e future, riducendo la diffusione di virus e consentendo una migliore e più efficace azione diagnostica.

Il nuovo dispositivo consentirà inoltre di sviluppare ulteriori bio-sensori utilizzabili per identificare futuri virus in tempo reale, nonché di rilevare più agenti patogeni contemporaneamente nell’ambito delle procedure di diagnosi di altre malattie.

 

Guarda le 2 immagini
© Regiopress, All rights reserved