ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarno
7 ore

Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole

Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
9 ore

Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’

A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
9 ore

Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’

La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
10 ore

Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’

Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
10 ore

Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione

Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Mendrisiotto
10 ore

‘Goccia a goccia’, i primi vent’anni di Espérance Acti

Il documentario che testimonia l’attività dell’associazione di Balerna verrà presentato il 14 e 15 ottobre alla Torre dei Forni
Luganese
10 ore

Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr

Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
10 ore

Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’

I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Locarnese
10 ore

Da ‘Stranociada a Strarisotada’, sempre di successo si tratta

Lasciata alle spalle (si spera) la pandemia, archiviata un’edizione 2022 gettonatissima dalla popolazione, si prepara il futuro dell’evento
Luganese
11 ore

Lugano, lotta alla povertà in tempi di crisi

Simposio con la Federazione delle Ong della Svizzera italiana sabato 22 ottobre nell’auditorio dell’Usi
Luganese
11 ore

Lugano, condividere e conoscere per progettare insieme

Il 25 ottobre al Palazzo dei Congressi un incontro promosso da Autismo Svizzera italiana e Fondazione Ares
Luganese
11 ore

Alambicco in funzione nel nucleo di Astano

La tradizionale sagra sarà proposta sabato 8 ottobre. Ad animare la giornata anche bancarelle, una mostra e l’alambicco in funzione
Locarnese
11 ore

Locarno, incontro in mediateca

Il primo del nuovo ciclo dedicato all’inconoscibilità. Relatore: il filosofo Raffele Scolari
Mendrisiotto
11 ore

Razzismo e social media, tavola rotonda a Mendrisio

Alla Filanda un laboratorio di discussione per produrre nuove riflessioni che contribuiscano allo sviluppo della lotta al razzismo in rete in Ticino
Luganese
11 ore

All’Open di Lugano vince l’ucraino Li Min Peng

Scacchi protagonisti all’hotel Villa Sassa con la quindicesima edizione del torneo internazionale e della competizione under 16
Luganese
12 ore

I Mondiali a Lugano saranno al Centro esposizioni

Pubblicato il bando per organizzare la visione delle partite. Possono annunciarsi esercizi pubblici, associazioni e gruppi con sede in città
12.05.2020 - 15:33
Aggiornamento: 21:15

Cinquecento franchi ai residenti per fare vacanza in Ticino

BancaStato mette a disposizione 6,2 milioni franchi per chi questa estate rimarrà forzatamente in zona. L'indotto sperato è di 20 milioni

cinquecento-franchi-ai-residenti-per-fare-vacanza-in-ticino
Scoprire il Ticino (Ti-Press)

Buoni e sconti ai residenti in Ticino, per invitarli a pernottare e cenare nelle strutture del territorio: questo il succo del progetto “Vivi il tuo Ticino”, presentato oggi da BancaStato, Dipartimento delle finanze e dell’economia (Dfe) e Ticino Turismo. L’idea suona tanto semplice quanto ambiziosa: consegnare a ogni residente maggiorenne un buono da 25 franchi per una cena, e concedergli anche uno sconto del 20% – fino a un massimo di 500 franchi – sui pernottamenti nelle strutture affiliate a Ticino Ticket (ovvero la stragrande maggioranza di hotel, ostelli e campeggi). Per i clienti di BancaStato lo sconto raddoppia e i buoni triplicano, e proprio la banca cantonale finanzierà il progetto con 6,2 milioni di franchi, due direttamente coi suoi fondi di marketing potenziati ad hoc, mentre il resto potrà essere ‘scontato’, a seconda dell’andamento dei conti, dagli utili da riversare al Cantone l’anno prossimo (per fare le proporzioni: l’investimento totale ammonta al 10% dell’utile netto 2019).

Un indotto da 20 milioni

Si spera che il sostegno al consumo locale permetta al settore turistico ticinese – che impiega 22mila persone e normalmente costituisce l’11% del prodotto interno loro cantonale – di sopravvivere a una stagione in cui di turisti da fuori cantone, e soprattutto dall’estero, se ne vedranno pochi.«Spingiamo molto sull’effetto moltiplicatore di questa iniziativa», ha sottolineato in conferenza stampa il direttore del Dfe Christian Vitta, che spera si possa generare un indotto da 20 milioni di franchi e ha invitato i concittadini a «ridare colore al nostro Cantone». Sullo stesso tenore il presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi: «Questa seconda fase sarà quella del rilancio».

Si tratta di una misura inedita: intanto perché costituisce un contributo diretto al cittadino, ma soprattutto perché punta sul locale in un settore storicamente focalizzato sulla clientela della Svizzera tedesca e francese (70% dei pernottamenti, ai bei tempi). Il progetto è pensato in maniera modulare: ai due vettori ‘Soggiorna in Ticino’ e ‘Gusta il Ticino’ potranno aggiungersene altri, e Christian Vitta ha invitato istituti e partner privati a farsi avanti per dei complementi d’offerta, sull’esempio di quanto proposto ai clienti da BancaStato. I buoni saranno nominali e ordinabili online, ma è prevista anche una helpline per chi è meno avvezzo alla Rete. Maggiori informazioni di carattere tecnico saranno fornite nelle prossime settimane. La campagna sarà valida dal 22 giugno almeno fino al 30 settembre.

Inoltre BancaStato distribuirà un migliaio di buoni-cena da 50 franchi al personale sanitario dei reparti Covid e aiuterà con un contributo tra i 10 e i 20mila franchi Tavolino Magico, l’associazione che recupera generi alimentari dalla grande distribuzione e li distribuisce a persone bisognose.

Seguiranno altre iniziative per supportare direttamente i consumi mettendo i 'soldi in tasca' ai cittadini, in un momento in cui gli aiuti alle imprese potrebbero non bastare a compensare la crisi di reddito e domanda interna? Vitta non si sbilancia: «In ogni caso si tratta di valutare le misure in funzione della priorità», e il turismo era certamente una delle più urgenti. Nel valutare ulteriori stimoli sarà comunque importante tenere d'occhio «l'effetto moltiplicatore, per evitare la dispersione di risorse».

#welcomeback

Ma la strategia turistica cantonale, oltre alle iniziative per il mercato locale, guarda anche al resto della Svizzera, come ha spiegato il direttore dell’agenzia Ticino Turismo Angelo Trotta: dopo che a Pasqua si fu costretti a pregare gli altri confederati di stare a casa, ora ecco una «campagna promozionale potente» giocata fin d’ora sullo slogan ‘#seeyousoon’, a presto. Da inizio giugno dorebbe poi partire una più ampia strategia di mobilitazione, all’insegna dei concetti ‘#welcomeback’ ed ‘Exotik liegt so nah’, l’esotico è così vicino. L’intento: «Trasmettere subito un messaggio di riapertura, sicurezza ed empatia», e poi comunicare che «il Ticino è la meta mediterranea ed esotica più vicina e accessibile» per gli Svizzeri, così Trotta. Data la chiusura delle frontiere in Europa e i problemi globali legati alla pandemia da coronavirus, sarà infatti sulla Svizzera che verrà riallocato almeno l’80% del budget promozionale con una campagna pensata per tutti i media. L’investimento ammonta a 10 milioni distribuiti equamente su due anni. Intanto Svizzera Turismo ha ottenuto dal Consiglio federale aiuti per 40 milioni di franchi: una metà servirà anche alle differenti regioni per partecipare a campagne in comune. Ciò non toglie che ci si debbano attendere cali nei pernottamenti che per quest'anno oscillerebbero tra il 30 e l'80%, stando a quanto riportato dalla Rsi.

Resta aperta la questione dei campeggi, ancora chiusi, che qui in Ticino rappresentano quasi una struttura ricettiva su tre, molto più che altrove nella Confederazione. Trotta si è detto perplesso: «Non abbiamo capito la decisione di non lasciarli riaprire il 4 maggio insieme alle altre strutture ricettive», dato che disporrebbero di spazi e mezzi per tutelare la salute di tutti, «e abbiamo scritto alla Confederazione, a Svizzera Turismo e all’associazione dei direttori degli enti turistici regionali» per difendere le ragioni del settore.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved