al-ristorante-bisognera-dare-nome-cognome-e-numero-di-telefono
Giornali e riviste non saranno ammesse (Ti-Press)
05.05.2020 - 18:44
Aggiornamento: 19:52
Ats, a cura de laRegione

Al ristorante bisognerà dare nome, cognome e numero di telefono

Da lunedi prossimo gli esercenti potranno riaprire le porte, ma con severe misure di protezione: ecco tutto quello che c'è da sapere (prima di prenotare un tavolo)

Chi vorrà andare al ristorante, a partire da lunedì prossimo, dovrà fornire nome, cognome e numero di telefono, informazioni che verranno conservate per 14 giorni prima di essere cancellate. Inoltre i gestori dovranno garantire agli ospiti la possibilità di potersi lavare e disinfettare la mani all'ingresso. Sono questi i nuovi dettagli del concetto di protezione della clientela e dei collaboratori in vista della riapertura dei ristoranti dell'11 maggio, resi noti oggi dal settore gastronomico. Il piano è stata elaborato con i competenti uffici federali e dovrà essere applicato in tutta la Svizzera. 

Massimo quattro persone a un tavolo

All'ingresso dei ristoranti ci saranno, appunto, postazioni per l'igiene delle mani per i visitatori. Gli ospiti potranno essere al massimo quattro ad ogni tavolo e, se non ci sarà un divisorio tra i tavoli, dovrà essere garantita una distanza di due metri da spalla a spalla tra i gruppi di ospiti. 

Le carte del menu e i vassoi, così come le spezie da tavola, verranno disinfettate dopo ogni gruppo di ospiti. Giornali e riviste non saranno ammesse perché passano in mani diverse. Le offerte di intrattenimento come la musica dal vivo, le freccette, il bowling o le slot machine saranno vietate. Nei bagni degli uomini, gli orinatoi individuali saranno bloccati per mantenere la distanza di due metri anche nei servizi igienici. I clienti verranno invitati a pagare con carta di credito o senza contatto. Nelle aree d'attesa verranno fissati dei contrassegni sul pavimento.

Maschera consigliata per il personale

Particolare attenzione verrà rivolta anche alla tutela del personale della ristorazione. Anche i dipendenti che lavorano fianco a fianco per periodi di tempo più lunghi dovranno mantenere una distanza di due metri, oppure  indossare maschere protettive.

Sebbene il concetto di protezione non richiede l'uso di maschere da parte del personale di servizio, è prevista una raccomandazione di indossarle. L'azienda dovrà consentire ai dipendenti, su loro richiesta, di lavorare con mascherine o visiere, a meno che queste non siano completamente fuori dal comune in termini di estetica. Le mascherine dovranno essere cambiate almeno ogni quattro ore, mentre i guanti monouso dopo un'ora.

Per quanto riguarda i lavori di pulizia, questi dovranno essere eseguiti con panni usa e getta. Negli alberghi le camere degli ospiti dovranno essere ben ventilate regolarmente.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved