la-gioventu-dibatte-con-cognizione-e-rispetto-almeno-lei
(laRegione)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
10 ore

Losone, sfida al sindacato con i guanti di velluto

Intervista ai candidati Bianda (Ppd) e Catarin (Plr): uno scontro fra due amici e colleghi di Municipio. Ma qualche differenza di veduta emerge
Luganese
10 ore

Cadempino, si volta pagina in condizioni mutate

Faccia a faccia tra i candidati alla carica di sindaco, Tom Cantamessi e Juri Bonizzi
Ticino
11 ore

Scuole medie, professionali e speciali: nomine

Le decisioni del Consiglio di Stato per quanto riguarda direzioni e vicedirezioni degli istituti
Ticino
11 ore

Ancora pochi giorni per partecipare al Premio di giornalismo Atg

La scadenza per inoltrare i propri lavori è il 10 maggio. Le categorie sono cinque: stampa scritta, televisione, radio, fotografia e online
Ticino
12 ore

La Prestazione ponte Covid si rafforza e si allunga

Aumentati gli importi massimi, eliminato il limite dei 65 anni, adeguate le soglie e prorogata fino al 31 dicembre. De Rosa: 'Aiuteremo più persone'
Luganese
13 ore

In Valmara, American flag virtuale

La mostra della Artust coinvolgerà quattro Comuni del Basso Ceresio
gallery
Mendrisiotto
13 ore

Mendrisio, quando la fotografia è anche memoria

Piazzale alla Valle ospita fino al 24 maggio la mostra "Tracce della memoria", esposizione itinerante a cura dell'agenzia fotografica Ti-Press
Gallery
Mendrisiotto
13 ore

Terza corsia A2, i contrari a Palazzo federale con 6'300 firme

Consegnata la petizione che fa muro al progetto dell'Ustra. Ad aderire cittadini di Mendrisiotto, Basso Ceresio e Luganese
Luganese
13 ore

San Salvatore, in vetta per la festa

Annunciate per domenica novità e animazioni per celebrare le mamme alle quali gli ospiti potranno fare gli auguri e liberarli in cielo.
Locarnese
13 ore

Minusio, scatta la polemica sul vicesindacato

Alessandro Mazzoleni (Uniti x Minusio) privato della carica dopo 7 anni: ‘Triste e deluso’. Il Municipio a maggioranza assoluta Plr gli ha preferito Mondada
Luganese
13 ore

Torrente sulla pena ai 2 agenti: 'Attendiamo le motivazioni'

I due poliziotti di Lugano raggiunti da un decreto d'accusa sarebbero intenzionati a ricorrere. Sospesa l'inchiesta amministrativa
Ticino
13 ore

Migliaia di militi svizzeri e italiani per un'esercitazione

Avanzano i lavori di preparazione, le simulazioni avverranno nel giugno 2022
Bellinzonese
13 ore

Tre condanne e un'assoluzione per i disordini della Valascia

Confermati i reati di sommossa e violenza contro le autorità per i due tifosi dell'Hcap e per quello del Losanna. Prosciolto l'altro supporter biancoblù
Locarnese
14 ore

Bosco Gurin, una 'destination governance' come modello

La proposta del sindaco di Maggia, Andrea Sartori, per appianare le divergenze tra Frapolli e il Patriziato e salvare il futuro della stazione turistica
Ticino
14 ore

Il Ps: 'Raddoppiare gli assegni per figli e di formazione'

Con un'iniziativa parlamentare i socialisti chiedono un investimento da parte dell'ente pubblico ‘che dia una scossa demografica in un momento di difficoltà’
Gallery
Luganese
14 ore

Lugano, arriva Cristiano Ronaldo e la gente si assembra

Il campione portoghese giunge 'in segreto' al Padiglione Conza per girare uno spot pubblicitario e le misure anti-Covid vanno a farsi benedire
Mendrisiotto
15 ore

Stabio, incentivi per l'efficienza energetica

Il Municipio pubblica l'ordinanza che esplicita modalità e condizioni per ottenere gli aiuti comunali
Luganese
15 ore

Bioggio, i municipali hanno giurato

Insediato il nuovo esecutivo che nella prima seduta della legislatura ha distribuito i sette dicasteri di competenza ai membri
Locarnese
15 ore

Lavizzara, il nuovo Municipio si è insediato

I neoeletti hanno dichiarato fedeltà alla costituzione e alle leggi venerdì scorso, al cospetto del Giudice di pace Fabio Dazio. Due le donne nell'esecutivo
Mendrisiotto
15 ore

Entrata gratuita per le mamme alla Galleria Baumgartner

La promozione del museo di Mendrisio è valida domenica 9 maggio, giorno della festa della mamma
Ticino
10.02.2020 - 12:440
Aggiornamento : 22:05

La gioventù dibatte con cognizione e rispetto (almeno lei)

Note dalla giornata 'competitiva' che si è svolta oggi alla Biblioteca di Bellinzona, con 150 liceali. Restano da coinvolgere le Professionali

“Lo stato di salute di una democrazia si misura dalla qualità del suo dibattito pubblico”. Il docente Chino Sonzogni, che da oltre dieci anni organizza ‘la Gioventù dibatte’, sintetizza così lo spirito del progetto. Oggi, per la fase ‘competitiva’ del percorso, 150 studenti delle superiori hanno riempito la Biblioteca di Bellinzona. Ed è incoraggiante vederli chini sui loro fogli, a ripassare le argomentazioni che gli toccherà difendere in questa lunga giornata di dibattiti a coppie. L’aria si riempie del loro vociare: “Oh zio, io comincio con l’economia così è più convincente”, “soressa, il ‘no’ è più difficile!”.

Gioco di ruolo

Va spiegato che si viene sorteggiati per sostenere o avversare una determinata proposta, in questo caso l’export di armi a paesi in guerra civile e la riduzione dell’offerta radiotelevisiva in italiano a un canale tivù e due radio. Ma questo è tutto sommato incidentale: conta sapere argomentare pro o contro anche per posizioni diverse dalle proprie, ed è su questo – conoscenza della materia, capacità di espressione e di dialogo, forza di persuasione – che si viene valutati. Una specie di gioco di ruolo, utilissimo non solo ad affinare le proprie capacità dialettiche, ma anche per imparare a mettersi nei panni degli altri. E non dev’essere facile, soprattutto per un adolescente, abbandonare il suo baricentro e difendere le tesi altrui.

IMG_1560 from laRegione on Vimeo.

Imparare il rispetto

“Per me è stata un’ottima opportunità per imparare ad approfondire argomenti di attualità e imparare ad argomentare”, ci dice Sara, che studia al Liceo di Lugano 2 e un domani vorrebbe studiare diritto. Anche la sua compagna Alyssa conferma: “S’impara a esprimersi meglio e ad allenare la memoria”. Ma anche a vedere con un occhio diverso il dibattito politico degli adulti: “Non voglio essere cattiva, ma se è vero che spesso risultano molto persuasivi, a volte si esprimono su fatti che non conoscono oppure solo per ottenere voti”. Il giornalista Rsi Reto Ceschi, che di dibattiti ne ha moderati un’infinità e oggi è parte di una delle giurie, aggiunge: “È bello vedere che i ragazzi sono preparati e pronti a difendere anche posizioni che non sono le loro. È un esercizio che immagino i partecipanti ai dibattiti radiotelevisivi non facciano, a meno di sorprese… Interessante è anche l’attenzione dimostrata verso la correttezza del dibattito e il rispetto dell’opinione altrui, qualcosa che non si riscontra sempre nella politica qui da noi”.

IMG_1556 from laRegione on Vimeo.

Mancano le Professionali

Passando la giornata a far da mosca sul muro, da un dibattito all’altro, si rimane stupiti dall’impegno dei ragazzi, anche quando magari l’imbarazzo e l’emozione potrebbero ostacolarli. Peccato che non si vedano in giro studenti delle scuole professionali, ma solo dei licei e della Commercio. “Coinvolgere le scuole professionali è un mio grande sogno”, ammette Sonzogni, “anche per renderne gli allievi meno vulnerabili agli slogan facili e alla disinformazione che rischiano di distorcere l’opinione pubblica”. In effetti, però, “facciamo più fatica. Non perché li escludiamo, anzi: il problema è che molti di loro devono conciliare studio e lavoro”. In ogni caso, l’impegno c’è e “il 27 aprile avremo una giornata di dibattito non competitivo che vedrà mettersi in gioco anche una classe del Centro professionale commerciale di Locarno. Segno che anche lo sforzo di sensibilizzazione e di formazione dei docenti sta dando i suoi frutti”. Il che è un bene, visto che “la democrazia non cade dal cielo”.

 

Ecco i vincitori, Lilu2 va fortissimo

Queste le sette coppie premiate:

1. Tullia Molo e Daniele Gianforte - Liceo Lugano 2

2. Santiago Storelli e Yannick Demaria - Liceo Locarno e Scuola cantonale di commercio Bellinzona

3. Samuel Morandi e Brian Brunson - Liceo Lugano 2

4. Chiara Lardi e Giorgia Cantamessi – Liceo Lugano 2

5. Fabio Sala e Zeno Bottinelli Montandon - Liceo Lugano 2

6. Ariela De Martino e Paul Krähenmann – Liceo Lugano 2

7. Alessandro Galli e Chiara Pesare – Scuola cantonale di commercio Bellinzona

 ***

Il progetto

La giornata di oggi, comunque, non è che una parte facoltativa di un percorso di preparazione e allenamento che dura diversi mesi, conta su circa 600 insegnanti formati in Ticino, e coinvolge sia le medie che le superiori. Il tutto alla luce di una convinzione ben espressa da Norberto Bobbio: “La teoria dell’argomentazione rifiuta le antitesi troppo nette: mostra che tra la verità assoluta e la non-verità c’è posto per le verità da sottoporsi a continua revisione”, e “sa che quando gli uomini cessano di credere alle buone ragioni, comincia la violenza”. Per questo l’educazione alla cittadinanza passa anche dall’imparare a dibattere in modo informato, civile e lucido.

Chino Sonzogni, docente in pensione, ha scoperto il progetto nel 2008: “Era derivato da un modello tedesco, chiamato appunto ‘Jugend debattiert’, ed era stato adottato pochi anni prima in Svizzera interna. Mi sono subito adoperato per introdurlo in Ticino”. Per l’organizzatore “si tratta di un modo per stimolare la partecipazione diretta e consapevole dei ragazzi alla vita democratica, con strumenti diversi rispetto a quelli di una convenzionale lezione di civica”.

Le giurie sono formate da tre persone: una formata dall’organizzazione, ad esempio un insegnante; poi un giornalista, un politico o una persona per così dire di spicco della società civile; il terzo, quando possibile, è uno studente universitario che ha già partecipato ai dibattiti da liceale”.

Alla fine della giornata, le sette coppie che hanno ricevuto una votazione più alta ricevono un piccolo premio, ma come si dice: l’importante è partecipare. Per farlo, o anche solo per saperne di più, l’indirizzo da visitare è www.gioventudibatte.ch

IMG_1555 from laRegione on Vimeo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved