A sinistra il presidente uscente Roberto Martinotti e la neoeletta Michela Pedersini
Ticino
15.04.2019 - 11:580
Aggiornamento : 13:32

Una donna alla testa del sindacato Vpod

Si tratta di Michela Pedersini eletta venerdì scorso durante l'annuale assemblea dei delegati svoltasi a Rivera

L’assemblea dei delegati del Sindacato dei servizi pubblici e sociosanitari Vpod Ticino, riunita a Rivera lo scorso 12 aprile, ha eletto come nuova presidente Michela Pedersini (cfr. articolo correlato, ndr), proposta dal comitato ospedaliero Vpod. Inoltre l’assemblea ha deciso di focalizzare la propria attività su quattro fronti: per il settore sociosanitario, per i dipendenti pubblici, per la scuola dell’obbligo e per la parità dei sessi. 

È la seconda volta che il Sindacato Vpod Ticino ha una presidente donna, dopo l’indimenticata Loredana Schlegel. Michela Pedersini rappresenta il settore ospedaliero e si impegna da anni in prima persona come presidente della Commissione interna del personale dell’Ospedale regionale di Lugano per mantenere un buon contratto collettivo di lavoro all’Eoc e per aiutare le colleghe e i colleghi che si rivolgono a lei. “Vi è molto lavoro da fare nel difficile mondo del lavoro in Ticino, soprattutto dove non ci sono contratti collettivi di lavoro e nemmeno regolamenti organici dei dipendenti. Ma sono convinta che con la solidarietà dei membri e con l’impegno dei sindacalisti potremo migliorare le cose per le lavoratrici e i lavoratori meno favoriti in questo Cantone.” -ha dichiarato nel suo intervento. 

Quattro obiettivi sindacali prioritari per il 2019

Il primo obiettivo del Sindacato Vpod sarà di rafforzare la qualità dei servizi sociosanitari e di garantire a tutti i lavoratori una tutela efficace dei loro diritti tramite un contratto collettivo di lavoro. Quale secondo obiettivo prioritario si vogliono consolidare le condizioni di lavoro e le future rendite dei dipendenti pubblici. Come terzo obiettivo vi è il miglioramento delle condizioni di lavoro e d’insegnamento nella scuola dell’obbligo.

Infine il Sindacato Vpod sarà molto attivo per la parità dei sessi: parteciperà alla riuscita dello sciopero delle donne del 14 giugno 2019 sui posti di lavoro come pure nelle piazze e farà una raccolta firme per introdurre in Ticino un Ufficio cantonale per la parità dei sessi sul modello del Canton Vaud.

1 sett fa Vpod Ticino: 'Una presidente donna è un bel traguardo'
Potrebbe interessarti anche
Tags
lavoro
sindacato
vpod
sindacato vpod
ticino
michela pedersini
dipendenti
pedersini
parità sessi
sessi
© Regiopress, All rights reserved