18.08.2022 - 18:23
Aggiornamento: 23.08.2022 - 19:11

Vacallo, una colonia da Grecia antica ma non un’Odissea

Successo per l’iniziativa che ha visto la partecipazione di 55 bambini e 20 giovani monitori

vacallo-una-colonia-da-grecia-antica-ma-non-un-odissea
Un’esperienza da incorniciare

Successo. Si riassume in una parola la colonia del Comune di Vacallo, svoltasi come d’abitudine nella seconda metà del mese di luglio negli stabili della Fondazione Don Willy Albisetti a Catto, in Leventina e conclusasi alla fine dello stesso mese. Vi hanno partecipato 55 bambini in età da scuola elementare, accuditi da 20 giovani monitori e dagli adulti. Il tema scelto è stato l’antica Grecia con la sua cultura, i suoi eroi, gli Dei dell’Olimpo, l’Odissea di Ulisse.
Molto interessati alle storie mitologiche, i bambini – evidenziano gli organizzatori in un comunicato stampa di consuntivo – si sono divertiti facendo ogni sorta di attività. "Il bel tempo e il gran caldo che hanno caratterizzato il periodo di luglio ci hanno fatto sentire dei privilegiati ad essere in montagna e ci hanno permesso tante belle passeggiate. L’inserimento di sette bambini ucraini ha dato un ulteriore valore aggiunto alla nostra colonia. La loro inclusione è stata arricchente per tutti e un insegnamento di fratellanza per i bambini. Con loro ci siamo capiti inizialmente attraverso il traduttore Google e poi man mano che i giorni passavano abbiamo notato il loro miglioramento in italiano". Proprio vero che tra bambini ci sono linguaggi universali che non hanno bisogno di parole. La dolce vita, tormentone musicale estivo, ha fatto ballare i partecipanti. "Il campeggio degli dei", questo il titolo della colonia di quest’anno, ha levato le sue "tende" il sabato 30 luglio con piena soddisfazione degli organizzatori.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved