27.07.2022 - 15:08
Aggiornamento: 29.07.2022 - 18:49

Balerna si ritrova al parco per il Festival delle famiglie

Tra agosto e settembre il giardino della Nunziatura ospita teatro, cinema e racconti. In programma anche una mostra-evento

balerna-si-ritrova-al-parco-per-il-festival-delle-famiglie
Ti-Press
Il giardino della Nunziatura

A Balerna la popolazione ha tanto... ‘incomune’. Ad esempio il Festival delle famiglie, giunto alla sua seconda edizione e che quest’anno ha in serbo un vero e proprio evento attraverso il quale il paese sarà raccontato in una ventiquattrore a tutto tondo.

La manifestazione, firmata dal Dicastero cultura, prenderà il ‘la’ venerdì 25 agosto e si protrarrà sino in settembre. Variegate le proposte in programma. Il sipario si alzerà, infatti, con il teatro per bambini: uno spettacolo di burattini di legno che andrà in scena sul piazzale scolastico (l’inizio è alle 20.30). Il sabato successivo, invece, si farà spazio al cinema all’aperto con la proiezione (dalle 20.45) di un film a sorpresa. Per il venerdì 2 settembre si è pensato poi a dei ‘Racconti nei parchi’, pubblico di riferimento i bambini di scuola dell’infanzia ed elementari. Qui l’iscrizione è obbligatoria, tramite l’Associazione genitori a scuola.

‘24 ore di Balerna’

E veniamo all’iniziativa che caratterizzerà questo secondo anno di Festival. Ambientazione il parco della Nunziatura, dal 20 agosto prossimo (alle 20.30) si terrà a battesimo una mostra fotografica frutto della collaborazione proficua con l’Associazione Foto-cineclub di Chiasso. Si tratta, come illustra lo stesso Ufficio cultura locale, di un progetto che restituisce scorci, paesaggi e vita quotidiana in una 24 ore di Balerna e propone altresì un concorso aperto alla cittadinanza. La finalità? È quella di "avvicinare la popolazione al linguaggio dell’arte e sensibilizzare maggiormente le persone al fine di soffermarsi a ritrovare il bello anche nella nostra quotidianità".

La sera dell’inaugurazione è prevista la sonorizzazione dal vivo di una selezione di fotografie tratte dall’esposizione – che potrà essere visitata sino al 17 settembre –, con musica eseguita dai musicisti Nolan (tromba), Simon (contrabbasso) e Brian Quinn (batteria), con Johannes von Ballestrem (pianoforte elettrico rhodes). Inoltre, si assisterà alla foto-animazione in tempo reale di Gionata Zanetta.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved