salvataggio-mendrisiotto-rischi-dell-acqua-sottovalutati
Società Salvataggio Mendrisiotto
Il gruppo di picchetto
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
25 min

Alla Biblioteca di Lugano, letteratura e colazione offerta

Domani doppio incontro sul tema del viaggio. Matinée sulla cronaca locale di prossimità
Luganese
57 min

StraLugano, seconda edizione per il trofeo dedicato a Borradori

La 10 chilometri CityRun in programma il 10 settembre aggiudicherà il titolo speciale in memoria del sindaco scomparso un anno fa
Locarnese
1 ora

Muralto, prosegue la rassegna Jazz al lago

Giovedì 11 agosto alla Palma au Lac si esibisce il ‘Cool guitar trio’; musica dalle 19 alle 22
Bellinzonese
1 ora

PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona

La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
1 ora

L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’

Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Mendrisiotto
1 ora

Otr Mendrisiotto forma altri due selvicoltori

L’Organizzazione turistica regionale dà anche il benvenuto alle nuove leve. Ci sarà per la prima volta anche una donna
Bellinzonese
2 ore

La musica di montagna al lavatoio di Mascengo

Appuntamento giovedì 11 agosto col folclore ticinese e italiano
Luganese
3 ore

Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo

Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
3 ore

Ascona, Campionato ticinese di lancio del sasso

Uomini e donne in gara sabato prossimo, sulla pedana allestita presso l’autosilo comunale
Locarnese
3 ore

Pre-asilo Pardy, iscrizioni sempre aperte

Vi sono ancora alcuni posti disponibili per bimbi dai due anni in su
Locarnese
7 ore

Centovalli, pompieri ancora al lavoro

Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
Locarnese
8 ore

Hotel Arcadia, la Sinistra vuole vederci chiaro

Interrogazione al Municipio di Locarno sul clima di lavoro e le tensioni all’interno della nota struttura ricettiva
Bellinzonese
1 gior

Reintrodotto il limite di visite allo Iosi

Nei reparti di oncologia medica, ematologia e radioterapia potrà entrare un solo visitatore al giorno per massimo 30 minuti.
03.08.2022 - 14:16
di Chiara Balestra

Salvataggio Mendrisiotto, ‘rischi dell’acqua sottovalutati’

Il vicepresidente Maurizio Maghetti mette l’accento sull’importanza dei corsi di formazione e ricorda come comportarsi vicino all’acqua

«I rischi che si riscontrano in acqua passano spesso in secondo piano» è questo l’appello che il vicepresidente della Società salvataggio Mendrisiotto (Ssm) Maurizio Maghetti lancia a tutti i bagnanti, che in questa torrida estate stanno frequentando assiduamente le strutture balneari del distretto, e non solo. La pandemia ha portato tanta assenza dai beni d’acqua e, di conseguenza, adesso si nota la tanta voglia delle persone di tornare a divertirsi presso laghi, fiumi e piscine. Una frenesia che risulta però pericolosa. «Un’altra problematica legata al periodo Covid è stata la chiusura delle piscine. Questo ha reso impossibile praticare sport acquatici e mantenersi in allenamento».

Un gruppo di picchetto sempre pronto in caso di necessità

Ormai siamo nel pieno della stagione estiva e l’affluenza verso i bacini d’acqua è, come detto, considerevole. Come ci si muove in questi casi per garantire la miglior sicurezza? È bene precisare che il coordinamento della prevenzione è di competenza della Commissione acque sicure. Tuttavia, la Società salvataggio Mendrisiotto durante l’estate è sempre presente con «un gruppo di picchetto al weekend formato da un pilota, almeno due sub e almeno un operatore di superficie. Partiamo dal lido di Riva San Vitale e in questo modo il tempo d’intervento è veramente ridotto». Tutto il resto dell’anno il picchetto è garantito ogni giorno, 24 ore su 24, e si attiva mediante allarme tramite cercapersone.

‘C’è voglia di sicurezza e formazione’

Il tipo di formazione seguito è quello della Società svizzera di Salvataggio. In media all’anno vengono rilasciati tra i 250 e i 300 brevetti, che richiedono un aggiornamento obbligatorio ogni due anni per rimanere attivi. Si tratta di un’attività necessaria perché permette «di aggiungere particolari fondamentali, in base a ciò che si è riscontrato in precedenza». Anche nell’ambito della formazione e del rilascio dei brevetti, il Covid ha portato rogne: fino a marzo dello scorso anno, infatti, tutto era bloccato. Ciononostante, il vicepresidente è molto fiducioso: «Siamo partiti con il botto. Nell’arco di circa nove mesi siamo riusciti a fare ciò che solitamente facciamo nel corso di un anno, e stiamo recuperando tutto quello che abbiamo perso». Si tratta senza dubbio di un segnale positivo e di buon auspicio perché significa che «c’è voglia di sicurezza e formazione, richieste da parte di utenti ma non solo. Molte persone, infatti, decidono di formarsi su base volontaria, o perché hanno dei figli, o praticano sport acquatici».

‘L’acqua è sì un gioco, ma anche un pericolo’

Lo scorso mese di giugno la Società salvataggio e il Servizio autoambulanza del Mendrisiotto hanno preso parte insieme all’iniziativa ‘prevenzione annegamento’ alla piscina comunale di Mendrisio, al lido Riva San Vitale e alla piscina comunale di Chiasso. È stata un’attività di prevenzione a 360 gradi, che ha visto coinvolti grandi e piccini. «Lo scopo – spiega ancora Maurizio Maghetti – era quello di far capire ai bambini, attraverso dei messaggi semplici, che l’acqua è sì un gioco, ma anche un pericolo. Per di più, l’intento era di andare oltre alla formazione del solo genitore, ma rendere consapevoli anche i bambini di limiti e rischi». I due enti non si sono trovati a lavorare insieme solamente in questa occasione, infatti «da almeno dieci anni è in corso una fantastica collaborazione».

Le regole d’oro del bagnante

Il vicepresidente della Ssm tiene a ricordare a tutti le sei regole del bagnante. Non lasciare i bambini incustoditi vicino all’acqua, ma averli sempre sotto controllo e a portata di mano; non entrare mai in acqua dopo l’assunzione di bevande alcoliche o altre droghe, e non nuotare mai a stomaco pieno o completamente vuoto; non tuffarsi sudati in acqua, perché il corpo si deve abituare gradualmente alla temperatura; non tuffarsi in acque torbide o sconosciute in quanto riserbano molti pericoli; tenere a mente che materassini e oggetti gonfiabili non sono dei salvagente poiché non danno alcuna sicurezza; e non nuotare distanze lunghe da solo perché anche il corpo più allenato può andare in contro a delle debolezze. «Seguendo queste semplici raccomandazioni – conclude Maurizio Maghetti – non si va incontro al 99% dei rischi ai quali ci si potrebbe confrontare in acqua».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
formazione maurizio maghetti prevenzione società salvataggio mendrisiotto
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved