mendrisio-elettricita-garantita-per-il-sud-del-ticino
TiPress
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
2 ore

Rete mobile carente e i fai da te scontenti della Val Pontirone

Municipio e Patriziato di Biasca hanno scritto a tutti i proprietari di rustici intimando loro di togliere i ripetitori casalinghi illegali
Ticino
2 ore

La pioggia diserta il Mendrisiotto: ‘è sfortuna, non la regola’

A sud ha piovuto pochissimo, anche quando altrove in Ticino ci sono stati temporali. Marco Gaia (MeteoSvizzera): ‘non c’è un vero motivo scientifico’
Luganese
2 ore

Rovio, analfabetismo emotivo dietro gli spari del papà al figlio

Dallo psichiatra e psicoterapeuta Michele Mattia una chiave di lettura per decifrare il fatto di sangue capitato ad Agno una dozzina di giorni fa
Ticino
12 ore

Fotovoltaico e aziende, giovedì 25 terzo e ultimo incontro

Promosso dal Dipartimento del territorio in collaborazione con la Cc-Ti, si terrà a S.Antonino nella Sala Multiuso
Luganese
13 ore

‘Devo allenarmi per l’uni ma... che fatica trovare spazi’

Prepararsi per l’ammissione alla facoltà di sport, tra vincoli comunali e cantonali e difficoltà a trovare una palestra: la testimonianza e le repliche
Ticino
13 ore

Pedibus, tra sicurezza ed ecologia

A oggi in Ticino oltre 1’300 bambini usufruiscono dei percorsi ufficiali, all’insegna di una mobilità sostenibile e più green
Mendrisiotto
13 ore

‘Fughe’ di cloro in piscina, chiudono tre vasche su quattro

Soluzione di compromesso di Chiasso davanti alla richiesta di Vacallo di archiviare la stagione balneare. Obiettivo comune, tutelare la falda idrica
Luganese
13 ore

‘Ha sede legale a Lugano’ lo Stato Antartico di San Giorgio

Lo studio di via Pioda valuta provvedimenti a tutela della propria immagine dopo essere stato tirato in ballo da persone finite sotto inchiesta in Italia
Mendrisiotto
13 ore

Operatore di prossimità, a Mendrisio c’è il bando

La Città cerca una figura a metà tempo a partire dal gennaio prossimo. L’assunzione segue la decisione di staccarsi dal Servizio regionale
Bellinzonese
14 ore

Lumino: contro pericoli naturali e roghi si punta pure sul bosco

Chiesti al Cc 50mila franchi per elaborare un piano di gestione del territorio forestale e prevedere strutture idonee per contrastare gli incendi
Ticino
15 ore

Estate: in bilico fra santi e falsi dei... e controlli radar

Come ogni venerdì la Polizia cantonale comunica le località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 22 al 28 agosto
Mendrisiotto
15 ore

Sat Mendrisio organizza una gita in Val Formazza

Si partirà dal capoluogo momò alle 6.30 di sabato 3 settembre. La camminata durerà cinque ore. Le iscrizioni entro il 27 agosto
03.06.2022 - 18:21

Mendrisio, elettricità garantita per il Sud del Ticino

Ffs e Aim hanno inaugurato oggi a Rancate due impianti che assicurano il rifornimento energetico a ferrovie ed economie domestiche

Cinque anni or sono la Commissione della gestione di Mendrisio nel suo rapporto scriveva: "A volte passano treni che è meglio prendere senza aspettare, perché potrebbero non passare una seconda volta. Quanto proposto nel messaggio 47/2017 è uno di questi momenti: occorre dunque cogliere l’occasione al volo". Oggetto protagonista del testo la richiesta di un credito dal valore di 6,9 milioni di franchi per la realizzazione di un nuova sottostazione elettrica in zona Tana.

Progetto però redatto a più mani dato che, oltre a una sottostazione da rinnovare per Comune e Aziende industriali di Mendrisio (Aim), nella stessa area, anche le Ferrovie svizzere necessitavano di realizzare una nuova infrastruttura per l’energia di trazione, ovvero la corrente utilizzata per far funzionare i treni nonché il trasporto ferroviario.

Una collaborazione, quella tra Ffs e Mendrisio, costruita nel tempo e che ora viene suggellata da due impianti – una centrale convertitrice e una sottostazione – costruiti sotto lo stesso tetto (ma non appartenenti alla medesima gestione, dato che le strutture sono indipendenti l’una dall’altra). Una collaborazione che, alla fine, ha portato a un investimento totale per il progetto di circa 54 milioni di franchi.

«Oggi non si celebra solo l’opera ingegneristica, ma anche il successo di una cooperazione che ha saputo dare i suoi frutti. Si dice che l’unione fa la forza e questa ne è una dimostrazione – ha affermato il sindaco del capoluogo momò Samuele Cavadini durante l’inaugurazione –. In più abbiamo anche ottimizzato i costi di realizzazione, che sarebbero lievitati se avessimo affrontato il tutto da soli come Comune».

Elettricità garantita nel Sottoceneri

«Il Ticino negli ultimi anni è stato teatro di due importanti eventi legati all’evoluzione dei trasporti. Pensiamo al completamento dell’AlpTransit, che è considerata la più importante rete ferroviaria d’Europa, oppure l’apertura del tunnel del Ceneri. Questi hanno portato a un aumento dell’offerta nel traffico di merci e passeggeri e, di conseguenza, anche il fabbisogno di energia elettrica», ha raccontato Thomas Scholler, capoprogetto generale.

Oltre all’ampliamento dell’infrastruttura ferroviaria, le Ffs hanno però potenziato anche la loro infrastruttura elettrica, allo scopo di garantire un maggiore e più stabile approvvigionamento di corrente di trazione per l’esercizio ferroviario. Ma non solo: l’impianto di Mendrisio gioca un ruolo strategico anche per assicurare la ridondanza – volgarmente: l’esistenza di più macchinari e sistemi in funzione – per la corrente di trazione.

Come funziona la convertitrice

La nuova centrale convertitrice è collegata sia alla linea di Swissgrid sia a quella delle Ffs e il convertitore di frequenza (munito di due trasformatori) trasforma la frequenza proveniente dalla rete Swissgrid a quella per l’esercizio ferroviario. Degli interruttori isolati a gas collegano l’impianto alla rete ad alta tensione del San Gottardo delle Ffs. Grazie a due trasformatori, una parte dell’energia passa alla linea di contatto che alimenta la linea ferroviaria a sud del Monte Ceneri. Oltre all’impianto principale, in prossimità dei binari a Mendrisio sono state ampliate le stazioni di commutazione, mentre a Balerna ne è stata costruita una nuova.

Un impianto per 11mila utenti

La sottostazione Tana, insieme a quella di Penate, garantisce la distribuzione di energia elettrica agli oltre 11’000 clienti nel comprensorio. La nuova sottostazione, entrata in servizio nell’agosto del 2020, ha sostituito quella costruita nel 1968 e, rispetto al precedente impianto, occupa meno spazio perché da un impianto aereo a cielo aperto si è passati a campi incapsulati isolati con gas e gestiti a distanza, il tutto in un unico edificio.

Oltre all’energia, la cura dell’ambiente

A giovare del progetto anche il territorio circostante. Il lungofiume del Laveggio, incanalato artificialmente in passato, è stato rinaturato e riqualificato, rioccupando così i propri spazi. In questo modo la natura si riprende una parte di territorio e l’acqua, in caso di piena, ha più spazio per scorrere.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aim energia ffs impianto mendrisio rete
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved