morbio-inferiore-via-libera-a-due-varianti-di-piano-regolatore
archivio Ti-Press
Approvati anche i consuntivi in attivo
26.04.2022 - 11:11
Aggiornamento: 16:07

Morbio Inferiore, via libera a due varianti di Piano regolatore

Il Consiglio comunale vota il modello a cascata per le antenne di telefonia e la base legale per demolire e ricostruire casa San Rocco

Riunito lunedì sera in seduta ordinaria, il Consiglio comunale di Morbio Inferiore ha adottato, con voto unanime, due varianti di Piano regolatore. La prima riguarda il disciplinamento degli impianti di telefonia mobile. Il modello scelto è quello a cascata, che prevede la suddivisione del territorio in macrocategorie di zone con caratteristiche e destinazioni d’uso similari a cui viene dato un ordine di priorità. Lo scopo è di privilegiare la collocazione delle antenne di telefonia mobile in aree percepite come meno sensibili per la popolazione. A Morbio Inferiore è prevista la creazione di quattro zone di priorità. La seconda variante è relativa al Piano particolareggiato del nucleo storico per la realizzazione del Quartiere intergenerazionale Parco San Rocco. La variante pone le basi per la demolizione e la riscostruzione della struttura e la riqualifica urbanistica degli spazi pubblici all’entrata sud del nucleo.

Il legislativo ha approvato (24 voti favorevoli e 4 astensioni) anche i conti consuntivi 2021 chiusi con un avanzo di 490’770 franchi, il credito di 138’300 franchi per il rifacimento della condotta acqua potabile e illuminazione pubblica in via Vincenzo Vela e ha approvato 15 domande di naturalizzazione. A inizio seduta è stato rinnovato l’Ufficio presidenziale: il primo cittadino di Morbio Inferiore è Ermanno Canova (Morbio 2030); il vicepresidente è Cristiano Canova (Ppd).

Leggi anche:

Morbio Inferiore, passo avanti per la nuova Casa San Rocco

Le finanze reggono: cifre nere per Morbio e Castel San Pietro

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio comunale morbio inferiore piano regolatore
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved