finestra-visiva-sulle-attivita-dei-bambini-del-mendrisiotto
Afdm
Attività esterna
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
2 ore

Fuggi fuggi dal bistrot: ‘Progetto etico rivelatosi una truffa’

Stipendi non versati, niente ferie e continue pressioni: è la situazione lavorativa descritta da alcuni ex dipendenti del Cerere Bio Bistrot di Bellinzona
Luganese
2 ore

Un anno fa scomparve Borradori, Foletti: ‘L’assenza si sente’

Il sindaco di Lugano ci racconta i suoi sentimenti personali e come sono mutate le dinamiche e gli equilibri all’interno del Municipio
Gallery
Bellinzonese
9 ore

Una raccolta fondi per scendere più in profondità

L’apneista bellinzonese Vera Giampietro chiede aiuto per partecipare ai Campionati del mondo previsti in Turchia a inizio ottobre
GALLERY
Mendrisiotto
9 ore

In Valle di Muggio gioielli del territorio a tutte le ore

A Caneggio e Muggio, all’esterno dei due negozi della Dispensa, sono stati posizionati due distributori automatici
Ticino
10 ore

Tf boccia lo sgravio del valore locativo. ‘Ora effetto domino’

Ghisletta (Ps): ‘basta svuotare le casse pubbliche’. Dura l’Udc: ‘Ps nemico di anziani e proprietari di case’. Vorpe (Supsi): ‘Altri cantoni seguiranno’.
Locarnese
11 ore

Gordola, furgone in una scarpata: recuperato con l’elicottero

L’intervento dell’Heli Tv si è reso necessario dopo che il carro attrezzi non era riuscito a rimuovere il mezzo. Nessuno si trovava a bordo
Ticino
12 ore

Inflazione, il Ps: salari e aiuti più alti. Gli altri: sgravi

I socialisti presentano le loro proposte, a livello federale e cantonale, per contrastare il carovita. Durisch: oggi i colpiti sono soprattutto i fragili
Luganese
12 ore

Viadotto Brentino a Lugano, ‘perché la Città non fa nulla?’

La consigliera comunale Sara Beretta Piccoli (Movimento Ticino&Lavoro) chiede al Municipio di attivarsi per una soluzione alla strada incompiuta
Luganese
12 ore

A2 Melide-Gentilino: concluso il grosso del risanamento fonico

Avviati nel 2019, agli sgoccioli i lavori sull’autostrada, L’Ustra: rispettata la tempistica e i costi preventivati
Locarnese
12 ore

Muralto Democratica fa le pulci ai conti (dopo la bocciatura)

Dieci domande al Municipio su temi che vanno dalle spese per il personale alla manutenzione riali, al rischio di non incassare le imposte arretrate
Locarnese
12 ore

‘Vento di vita vera’, la Bavona va sul grande schermo

Sabato sera in piazza a Moghegno la prima del film di Kurt Koller, realizzato in collaborazione con la Fondazione Valle Bavona
Luganese
12 ore

Sparatoria ad Agno, confermato l’arresto del padre del 22enne

Il 49enne di Rovio è accusato di tentato assassinio subordinatamente omicidio nonché infrazione alla Legge federale sulle armi
Luganese
13 ore

Casa Andreina alla scoperta dei fiori di Bach

Conferenza informativa il 16 agosto con la naturopata e floriterapeuta, Laura Neri
Luganese
13 ore

Lugano: figli maltrattati, condannati i genitori

Tredici mesi, interamente sospesi per lei e parzialmente da espiare per lui e divieto di contattare i bimbi per due anni. Madre espulsa dalla Svizzera.
Locarnese
13 ore

Locarno, stop alla musica a mezzanotte

In risposta a un’interrogazione il Municipio concede un’ora in più alle manifestazioni sonore negli esercizi pubblici tra aprile e ottobre
Mendrisiotto
13 ore

‘Ho perso la testa’, atelier fotografico al Museo Vela

Dal 22 al 26 agosto ragazze e ragazzi dai 10 anni lavoreranno con il fotografo e artista Matteo Fieni
laR
 
15.02.2022 - 21:34

Finestra visiva sulle attività dei bambini del Mendrisiotto

L’Associazione famiglie diurne e 11 sue strutture si dotano di un profilo Instagram per mostrare ai genitori le giornate dei figli

Gli ultimi due anni, complice la pandemia, hanno insegnato un po’ a tutti nuovi modi di comunicazione. Anche l’Associazione famiglie diurne del Mendrisiotto (Afdm), raggiunto l’anno scorso il traguardo dei vent’anni di attività, ha deciso di essere al passo coi tempi. Da qualche mese l’Associazione, i suoi 8 centri extrascolastici e i 3 asili nido si sono dotati di un profilo Instagram. Uno strumento voluto per fornire ai genitori dei bambini una finestra visiva su quanto accade all’interno delle strutture. «Anche se durante l’emergenza sanitaria abbiamo sempre garantito il servizio, nel rispetto dei piani di protezione i genitori non potevano accedere alle strutture – spiega Giorgia Realini, coordinatrice pedagogica dell’Associazione –. Questo ci ha fatto ragionare perché era davvero un peccato che le mamme e i papà non potessero più vedere cosa facevano i loro figli». Ecco quindi che, grazie alla collaborazione di una ditta specializzata, è stato sviluppato il progetto. «Abbiamo prediletto Instagram perché volevamo fosse una finestra visiva di quello che accade e la galleria di immagini è più immediata». Le foto, tiene a sottolineare Giorgia Realini, «vengono pubblicate nel pieno rispetto della privacy: i bambini non vengono mai ripresi in volto e, se dovesse capitare, vengono tutelati. I genitori sono informati del progetto e il responso è assolutamente positivo».

Dalle ‘prove’ al progetto unico

Durante il lockdown, l’Afdm lo aveva comunicato nel corso dell’assembla di bilancio del 2020, i social avevano già fatto capolino nell’attività quotidiana. Le mamme diurne avevano inviato piccoli video e contenuti ai bambini, mentre i centri extrascolastici Scoiattolo di Stabio e Balerna (a loro si era aggiunto anche Castel San Pietro) avevano attivato un profilo Instagram. «Queste erano iniziative delle singole strutture per pubblicare contenuti – commenta Claudio Currenti, presidente dell’Afdm –. Confrontati anche con la necessità di farci conoscere maggiormente sul territorio, siamo arrivati alla conclusione di creare un profilo-madre dell’Associazione e i profili delle singole strutture con uno stesso linguaggio e politica di pubblicazione dei post». Il profilo-madre, operativo anche su Facebook, è aperto a tutti; gli altri unicamente ai genitori dei bambini che frequentano le singole strutture. «Queste ultime – aggiunge il presidente – hanno l’obiettivo di avvicinare l’attività al genitore, per informarlo su cosa fa il figlio all’interno. Il profilo dell’Associazione cerca invece di fare passare messaggi diversi che possono essere di tipo pedagogico, pubblicizza le strutture e i temi delle vacanze».

Valorizzare attività e strutture

L’apertura ai social «non ha l’obiettivo di raccogliere nuovi iscritti, anche perché fortunatamente nelle nostre strutture non mancano bambini – sottolinea ancora Giorgia Realini –. Volevamo aprire una finestra per i genitori su quello che avviene all’interno». Un secondo obiettivo è quello di «valorizzare quanto viene fatto all’interno delle strutture. Spesso i centri extrascolastici hanno ancora la nomea di essere unicamente un posto dove i bambini aspettano o di andare a scuola o che i genitori vengano a prenderli. Vogliamo scardinare questo pensiero: questo centro è un’opportunità per i bambini che lo frequentano, è chiaro ci vanno quelli che hanno necessità, ma è appunto un’opportunità perché vengono svolte un sacco di attività ludiche e pedagogiche che a casa non potrebbero fare». Per portare avanti le rispettive pagine, l’Associazione ha fissato delle precise regole. «Ogni struttura ha la sua referente – spiega la coordinatrice pedagogica –. Quello che non vogliamo è che le pagine diventino una piazza dove fare polemica. Dovesse succedere, invitiamo la persona a chiamarci per discuterne di persona piuttosto che parlarne via social. Quello del dialogo, del resto, è uno dei principi fondamentali della nostra associazione».

La comunicazione diventa quotidiana

Grazie a questa attività sui social, l’Associazione avrà modo di farsi conoscere maggiormente sul territorio. «Grazie alla disponibilità di tutti i dipendenti, che non possiamo che ringraziare, durante l’emergenza sanitaria siamo sempre riusciti a garantire il servizio – annota il presidente –. Il nostro obiettivo è quello di aumentare nostri followers attraverso i genitori che seguono le strutture per far conoscere le attività e l’associazione. Il tutto con una comunicazione quotidiana e non solo quando abbiamo la necessità di annunciare corsi o altro». In questi giorni le varie strutture stanno preparando il programma da proporre ai bambini durante le vacanze di Carnevale. Allo Scoiattolo5, per esempio, verrà nominato il ‘Junior masterchef di Stabio’ dopo una settimana all’insegna di sfide, attività e giochi di gruppo. «Durante le vacanze lunghe viene scelto un tema comune per tutte le strutture – conclude Claudio Currenti –. Mentre per le vacanze di una settimana il tema viene deciso singolarmente». Tutte le informazioni possono essere consultate sui canali social dell’Afdm o scrivendo a afdm@bluewin.ch.

Leggi anche:

Famiglie diurne, la fiducia come base di lavoro

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved