ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

Dai Tilo ai bus tra Taverne-Torricella e Lamone-Cadempino

Le misure sono dovute a lavori infrastrutturali per l’adattamento dei marciapiedi nella stazione. Sono da prevedere tempi di percorrenza più lunghi.
Luganese
1 ora

Cantori della Stella in missione a Berna

Tra i gruppi svizzeri, che saranno a Palazzo federale per incontrare i membri del Parlamento, anche uno proveniente da Tesserete
Locarnese
2 ore

Valmaggia, il Giro del Mondo di Emilio Balli

In occasione dell’Assemblea di venerdì il Museo illustrerà il programma d’attività futuro. Si ripartirà con una mostra inedita e prestigiosa
Luganese
2 ore

Dfa, consegnati i premi del Lions club Ceresio

I riconoscimenti per le migliori tesi di Bachelor sono stati attribuiti a Martina Poggi (Scuola elementare) e a Sofia Pisottu (Scuola dell’infanzia)
Grigioni
3 ore

Frana in Val Calanca: sgombero a pieno regime

Le previsioni meteo potrebbero compromettere la riapertura della strada attesa per la fine di settimana
Luganese
16 ore

Campione d’Italia in versione Natale 2022 fra musica e doni

Doppio appuntamento, giovedì 8 e domenica 18 dicembre, nell’enclave con la ‘Casa di Babbo Natale’ e tanto altro
Luganese
18 ore

I pompieri di Melide celebrano Santa Barbara

Patrona di minatori e vigili del fuoco; la cerimonia si è svolta presso la sede intervento Ffs
Locarnese
18 ore

Moghegno, 14esima edizione della Via dei presepi

Da domenica al 6 gennaio saranno esposte al pubblico, nelle pittoresche vie del nucleo, 25 natività realizzate con tecniche e materiali tra i più svariati
02.02.2022 - 15:08
Aggiornamento: 19:08

Riva San Vitale, sostegno cantonale per il comparto Fornaci

Il consiglio di Stato ha licenziato un messaggio che propone un contributo di oltre 1 milione di franchi a fondo perso

riva-san-vitale-sostegno-cantonale-per-il-comparto-fornaci
Ti-Press
Pronto a splendere di nuovo

Far rivivere il passato, restituendo alla cittadinanza gli elementi che hanno segnato la storia. Sono questi i propositi che hanno spinto il Comune di Riva San Vitale ad avviare un progetto per lo storico comparto Fornaci, in stato di degrado da diversi anni. Il messaggio municipale, con la richiesta di un credito di oltre 3 milioni per l’acquisto dei fondi e il restauro conservativo, è stato presentato lo scorso mese di marzo. La cifra è quindi di quelle importanti, ma un sostanzioso sostegno potrebbe arrivare dal Cantone. Nella sua seduta odierna il Consiglio di Stato ha infatti licenziato un messaggio che propone lo stanziamento di un contributo a fondo perso pari a 1’055’000 franchi per il progetto di recupero e rivitalizzazione del comparto. A questo si aggiunge anche un contributo di 320mila franchi garantito dalla legge sulla protezione dei beni culturali.

“Il progetto di recupero degli edifici storici protetti delle antiche fornaci di Riva San Vitale rappresenta un’occasione unica di valorizzazione di un comparto di rilevanza storico-culturale per l’intera regione”, si legge nella nota del Consiglio di Stato. “Il recupero dell’antica fornace vuole offrire in un’ottica moderna un luogo che in passato era stato caratterizzato dalla lavorazione industriale-artigianale del cotto, un materiale d’importanza storica non solo per il Mendrisiotto e Basso Ceresio, ma per tutto il Cantone”.

A curare il progetto è stato l’architetto Enrico Sassi. “Attraverso il recupero dell’antica fornace, dei forni, dell’atelier della ceramica e della casa dell’artista (ex casa Gorla), il progetto mira così a riconsegnare al pubblico, e soprattutto ai residenti di Riva San Vitale, un’importante testimonianza storico-culturale”, spiegano le autorità. “L’inserimento di laboratori per la lavorazione e la cottura di materiali in chiave contemporanea permetterà la creazione di offerte e attività per artisti e artigiani, permettendo al comparto di diventare un punto di riferimento artistico in Svizzera e all’estero”.

Il comparto prenderà il nome ‘Quartiere Antiche Fornaci’ e, nelle intenzioni dei suoi promotori “faciliterà lo sviluppo d’iniziative locali e di sinergie artistiche e culturali che contribuiranno a generare interessanti benefici in termini di nuove attività economiche, culturali e sociali, come pure di opportunità di lavoro e ricadute per l’intero territorio. La realizzazione del progetto permetterà, inoltre, di rafforzare l’offerta turistico-culturale della regione”.

Leggi anche:

Le antiche fornaci di Riva aprono ad arte e cultura

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved