informatica-un-ora-sola-ti-vorrei-e-il-tema-si-amplia
Ti-Press
Occorre anche pensare alla sicurezza, specie in Internet
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
13 ore

Nell’ex Arsenale di Biasca un maxi deposito d’arte

Il Municipio conferma le valutazioni fatte con gli specialisti e chiede al Cc il credito di progettazione per un Centro di competenza pubblico-privato
Grigioni
15 ore

Ferme alcuni giorni le due teleferiche della Calanca

Lavori di manutenzione a inizio luglio per gli impianti Selma-Landarenca e Arvigo-Braggio
Mendrisiotto
15 ore

Un Centro di competenze per reagire ai cambiamenti climatici

La Supsi dà vita a una unità di lavoro che farà leva sulle conoscenze della Scuola e l’intesa con enti pubblici e privati
Bellinzonese
15 ore

Serata mondana per la classe 1962 di Bellinzona

Il 15 giugno alla capanna dei canoisti si mangia, si beve e si danza
Luganese
15 ore

‘Troppi indizi’, due rapinatori condannati alle Criminali

Gli imputati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere sul tentato colpo alla Raiffeisen di Monteggio del 2016 e sulla rapina a un distributore
Grigioni
16 ore

Altri tagli alla casa anziani Mater Christi di Grono

Personale: dopo i 5 del gennaio 2021, se ne aggiungono ora 4 e mezzo. I letti occupati rimangono 35 su 50. Parla il nuovo presidente Mantovani
Mendrisiotto
16 ore

Mountain bike sul San Giorgio? Stan e Pro Natura pedalano contro

Le due associazioni hanno deciso di ricorrere contro l’autorizzazione municipale alla trasformazione di 36 km di sentieri in piste per Mtb
Luganese
17 ore

Rissa in centro Lugano, 22enne autore e vittima: condannato

Il giovane, accoltellato da un coetaneo tre anni fa, ha chiesto l’assoluzione. La Corte ha confermato il decreto d’accusa, pur dimezzando la pena
Bellinzonese
18 ore

Tassa rifiuti più salata a Bellinzona: ‘La legge è legge’

Il Municipio risponde alle critiche della Lega che in un’interpellanza chiedeva se fosse il momento giusto per applicare il balzello
Bellinzonese
18 ore

In colonna di buon mattino per il ponte dell’Ascensione

Ancora prima di mezzogiorno la colonna al portale nord della galleria del San Gottardo ha toccato i 9 km. Controesodo da domenica pomeriggio
Luganese
18 ore

Carona, si rovescia con la ruspa e finisce in una scarpata

Il 45enne alla guida del mezzo ha riportato ferite serie. Non sono chiare le cause dell’incidente.
Bellinzonese
20 ore

Due appuntamenti con l’Atte Leventina

Tombola ad Ambrì e ballo liscio a Pollegio
Bellinzonese
20 ore

Utoe Bellinzona in assemblea

Sabato 28 maggio nella sala del Consiglio comunale
Bellinzonese
20 ore

Officine Ffs a Castione: da Amica opposizione cautelativa

Le obiezioni dell’Associazione per il miglioramento ambientale. Contrari Municipio di Losone, Mancini&Marti, Pro Natura, Wwf, Ficedula e Unione contadini
22.12.2021 - 21:49

Informatica, un’ora sola ti vorrei... E il tema si amplia

Mendrisio risponde all’interrogazione sull’abolizione dell’ora obbligatoria alle Elementari: non solo costi, occorre pure creare una cultura digitale

L’abolizione dell’ora obbligatoria d’informatica alle Elementari di Mendrisio (poi sostituita con un corso opzionale dedicato agli allievi di quinta di tutte le sedi dell’Istituto scolastico) non va letta in ottica di mero risparmio economico. E inoltre il Comune attende il Cantone, che ha già annunciato la volontà “di dare un concreto indirizzo all’introduzione dell’informatica” alle Elementari. E sottolinea che “questo indirizzo non contempla espressamente l’istituzione dell’ora di informatica (...) l’ottica primaria è quella di formare i docenti e creare una cultura digitale”. Questa, in estrema sintesi, la risposta del Municipio all’interrogazione presentata lo scorso settembre da alcuni consiglieri comunali (prima firmataria, Corinna Pons, Ppd) che ha sollevato l’inopportunità di rinunciare al modulo di informatica, specie alla luce della pandemia e dell’utilizzo di piattaforme durante il lockdown.

Un rapporto dell’Istituto scolastico traccia alcune linee progettuali

Il tema si conferma comunque di grande interesse e attualità, tanto che nella risposta all’interrogazione, il Municipio allega un dettagliato rapporto, intitolato, ‘L’insegnamento dell’informatica nella scuola elementare’ stilato dall’Istituto scolastico che si prefigge di sviluppare alcune proposte concrete in ottica futura. Va intanto evidenziato che Mendrisio è stato il primo, all’inizio degli anni Duemila, ad aver introdotto un corso di informatica alle Elementari in Ticino, fungendo da apripista. "Da tempo tuttavia le esigenze di questo tipo di progetto sono mutate anche in considerazione dei grandi mutamenti intervenuti nel mondo dell’informatica (software, accesso generalizzato, tema del web, pericoli, ...)”. Va inoltre sottolineato che la Divisione Scuola, con il contributo del Cerdd, sta elaborando le linee guida per l’insegnamento delle Ict, ma per quanto attiene alle tempistiche non se ne scorgerà l’introduzione prima del settembre 2022. Il rapporto evidenzia come s’imponga una riflessione “relativa al ruolo e ai compiti del docente di informatica (...) anche in virtù della attuale differenza di mandato per i due docenti” che attualmente si occupano dell’insegnamento dell’informatica all’Istituto scolastico di Mendrisio. Vanno inoltre precisati “gli elementi disciplinari, teorici e pedagogici” dell’insegnamento dell’informatica, "con proposte formative che abbiano significato per i bambini (che siano elementi di necessità, come i temi affrontati dal Gvg e che vertano sulla sicurezza in Internet). Una possibile proposta (la più caldeggiata) - si legge fra le conclusioni del rapporto - "è quella di potenziare il ruolo del docente di informatica, legandolo direttamente al Centro elaborazione dati e rendendolo operativo su tutti i fronti che rimangono aperti dopo la scomparsa del Drd (docente risorsa digitale). "Questa figura potrebbe avere un onere lavorativo del 70% per un costo di circa 65 mila franchi annui (di poco superiore a quanto già destinato all’insegnamento dell’informatica ma con un netto beneficio in termini di operatività, sostegno ai docenti, elaborazione di progetti, interpretazione del piano di studio, contatti con le istanze comunali e cantonali) e fungere da figura unica per l’insieme del nostro Istituto”. Il rapporto immagina 3 anni di prova per questo tipo di figura.

Tornando alle risposte all’interrogazione, il Municipio rende noto che “la Direzione scolastica, con l’importante sostegno e la collaborazione dell’ispettorato scolastico e del Cerdd intensificherà il lavoro sull’aggiornamento dei docenti e sulla formazione e implementazione della figura del Drd (docente risorsa digitale) che diventerà parte integrante della realtà scolastica del nostro Istituto scolastico. I costi di formazione e aggiornamento sono presi a carico direttamente dal Cantone che quindi contribuisce notevolmente in questo ambito”. Gli autori dell’interrogazione chiedevano inoltre se il Municipio non creda che “essere promotore nell’istruire all’uso consapevole delle nuove tecnologie possa essere preso come esempio dagli altri istituti scolastici“. Dal canto suo. l’Esecutivo evidenzia che lo scopo è soprattutto quello di "interpretare al meglio lo spirito di una scuola pronta ad affrontare le sfide che la digitalizzazione rappresenta, capace di preparare i bambini ad un uso consapevole dei mezzi a loro disposizione e desiderosa di innovare”. "Proprio per questo - chiosa il Municipio - la scelta è quella di investire sia dal punto di vista del capitale umano (formazione, aggiornamento, introduzione di figure professionali) sia da quello della presenza di mezzi tecnologici (nuovi computer, tablet, schermi mobili) nella scuola”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
informatica elementari istituto scolastico mendrisio
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved