a-mendrisio-la-stazione-e-senza-toilette-vergognoso
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
4 ore

Nell’ex Arsenale di Biasca un maxi deposito d’arte

Il Municipio conferma le valutazioni fatte con gli specialisti e chiede al Cc il credito di progettazione per un Centro di competenza pubblico-privato
Grigioni
6 ore

Ferme alcuni giorni le due teleferiche della Calanca

Lavori di manutenzione a inizio luglio per gli impianti Selma-Landarenca e Arvigo-Braggio
Mendrisiotto
6 ore

Un Centro di competenze per reagire ai cambiamenti climatici

La Supsi dà vita a una unità di lavoro che farà leva sulle conoscenze della Scuola e l’intesa con enti pubblici e privati
Bellinzonese
7 ore

Serata mondana per la classe 1962 di Bellinzona

Il 15 giugno alla capanna dei canoisti si mangia, si beve e si danza
Luganese
7 ore

‘Troppi indizi’, due rapinatori condannati alle Criminali

Gli imputati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere sul tentato colpo alla Raiffeisen di Monteggio del 2016 e sulla rapina a un distributore
Grigioni
7 ore

Altri tagli alla casa anziani Mater Christi di Grono

Personale: dopo i 5 del gennaio 2021, se ne aggiungono ora 4 e mezzo. I letti occupati rimangono 35 su 50. Parla il nuovo presidente Mantovani
Mendrisiotto
7 ore

Mountain bike sul San Giorgio? Stan e Pro Natura pedalano contro

Le due associazioni hanno deciso di ricorrere contro l’autorizzazione municipale alla trasformazione di 36 km di sentieri in piste per Mtb
Luganese
8 ore

Rissa in centro Lugano, 22enne autore e vittima: condannato

Il giovane, accoltellato da un coetaneo tre anni fa, ha chiesto l’assoluzione. La Corte ha confermato il decreto d’accusa, pur dimezzando la pena
20.12.2021 - 16:39
Aggiornamento : 19:08

A Mendrisio la stazione è senza toilette: ‘Vergognoso’

Interrogazione interpartitica al Municipio della Città. Gli autori: ‘Le Ffs devono garantire un servizio al pubblico degno di questo nome’

La politica a Mendrisio non se ne capacita. Tagliato il nastro da pochi giorni, la stazione Ffs appena ristrutturata e ammodernata è risultata sprovvista di servizi igienici per gli utenti. Qualcosa “è andato davvero storto”. E quattro consiglieri comunali di altrettante forze politiche (AlternativA, Plr, Ppd-Gg-Verdi liberali e Lista civica) l’hanno fatto notare, determinati a non fare sconti alle Ferrovie, richiamandole alle loro responsabilità. “L’ex Regia federale – di cui è proprietaria la Confederazione e quindi noi cittadini e cittadine – sembra non vedere l’importanza del servizio pubblico”, sottolineano. Il che “implica di garantire un servizio al pubblico degno di questo nome” e che “impone di intrattenere con gli enti pubblici delle relazioni serie e tra pari”.

Dicendo pane al pane e vino al vino, Daniele Stanga (l’AlternativA), Vincenzo Crimaldi (Plr), Daniele Raffa (Ppd-Gg-Verdi Liberali) e Antonia Bremer Bernasconi (Lista Civica) considerano quanto successo “vergognoso”. E ciò “già solo per aver omesso di costruire dei veri servizi igienici per i pendolari e le persone disabili. Roba da non crederci, quando da anni gli enti pubblici si adoperano ad abolire le barriere architettoniche e a garantire la piena accessibilità dei servizi a tutti”. Nell’inaugurare la stazione la direttrice Ffs Regione Sud Roberta Cattaneo ha spiegato l’accaduto come un errore in fase di realizzazione, scusandosi per i disagi. Al più tardi entro diciotto mesi, ha poi annunciato, sarà creato un servizio igienico definitivo.

Sei domande in attesa di risposta

Il capoluogo, ricordano ancora i consiglieri in una interrogazione, è pur sempre un nodo intermodale importante anche per il traffico ferroviario. Invece, si trova “come biglietto da visita della stazione, un gabinetto container! Magnifico. Meglio di così non si poteva”. Alla fine, rimarcano, è una questione di rispetto. E qui si innestano sei domande al Municipio della Città con l’obiettivo di fare chiarezza. Innanzitutto, chiedono i quattro consiglieri andando alle origini dell’operazione edilizia – durata diciotto mesi e costata 5 milioni di franchi –, le Ffs hanno rispettato la licenza edilizia? E soprattutto, “quando si è constatata l’assenza di servizi igienici per l’utenza?”. Di conseguenza, le Ferrovie hanno “informato regolarmente il Municipio sullo stato dei lavori?”.

E dal canto suo, si domanda, l’esecutivo “quali passi ha intrapreso nei confronti delle Ffs?”. E adesso, sollecitano gli autori dell’interrogazione, “come si pone di fronte al danno di immagine subito a causa dell’inadempienza?”. Non da ultimo, “il gabinetto container fino a quando resterà in così bella mostra?”.

Leggi anche:

Mendrisio, la stazione Ffs si rifà il trucco

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ffs mendrisio servizi igienici stazione
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved