Ajoie
Lugano
19:45
 
Zugo
Bienne
19:45
 
Ginevra
Losanna
19:45
 
Langnau
Lakers
19:45
 
Friborgo
1
Berna
0
1. tempo
(1-0)
Zurigo
2
Davos
0
1. tempo
(2-0)
Langenthal
Olten
19:46
 
Ticino Rockets
GCK Lions
20:00
 
Sierre
Zugo Academy
20:00
 
martedi-i-tecnici-al-capezzale-della-pista-di-ghiaccio
Ti-press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
30 min

Presunto stupro di gruppo, in tre a processo

Rinviati a giudizio tre uomini che lo scorso 25 settembre avrebbero abusato di una donna dopo una serata in un locale del Sottoceneri
Locarnese
51 min

Lungolago di Muralto, stop alla progettazione ‘totale’

Ritirato il messaggio per moderazione del traffico e riassetto urbano perché due dei tre comparti sono “troppo” legati alle incertezze in stazione
Ticino
51 min

Scuole di musica e obbligo 2G: ‘Non ci sono margini di manovra’

Il Consiglio di Stato risponde al Conservatorio sulle novità introdotte a fine dicembre: formazioni non equiparate a scuola dell’obbligo o secondario II
Luganese
52 min

Campione, ricorso al Tar contro il taglio della sanità ticinese

La delibera del Consiglio regionale della Lombardia è in vigore dal 15 dicembre. Un’avvocata chiede l’intervento del Tribunale amministrativo regionale
Mendrisiotto
55 min

Piazza del Ponte, progetto in sospeso. ‘Che delusione’

La Lista civica torna alla carica con il Municipio di Mendrisio. ‘A che punto è il bando di concorso?’
Luganese
1 ora

Guasto risolto, i treni da Lugano al nord tornano in viaggio

Dopo due ore di disagi, le Ffs sono riuscite a ripristinare ‘la perturbazione tecnica agli impianti ferroviari’
Bellinzonese
1 ora

Anche Sant’Antonino si doterà di un custode sociale di paese

Il Municipio risponde positivamente alla richiesta Plr. Valutazioni in corso sulla proposta Ppd per un centro extrascolastico
Ticino
1 ora

Quote rosa ai vertici dell’Amministrazione? Commissione divisa

La ‘Costituzione e leggi’ ha firmato due rapporti di Filippini (Udc) e Lepori (Ps), tra monitoraggio e richieste di azione. Firme non ancora definitive
Locarnese
1 ora

Curling, ‘Torneo Camelie’ ad Ascona

Iscritte 14 squadre provenienti da tutta la Svizzera
Luganese
2 ore

Guasto alla stazione di Lugano, bloccati i treni verso nord

Emergenza ferroviaria. Dalle 16.30 attivati i bus navetta per Taverne e Giubiasco. Si indaga sulle cause della panne, ancora irrisolta
Bellinzonese
2 ore

Nuovo ospedale di Bellinzona: comprato il terreno

Firmato l’atto di compravendita tra Cantone e Armasuisse per la Saleggina e l’atto di servitù per l’Infocentro di Pollegio
Locarnese
2 ore

Verzasca, annullato l’incontro con Flavio Zappa

La causa: spazi stretti al Castello Marcacci di Brione non permettono il rispetto del distanziamento sociale
Luganese
2 ore

Tresa, la popolazione ha scelto il nuovo stemma comunale

Il sondaggio pubblico ha premiato ‘Tre-/-isca’ realizzato da Marco Andina. Sarà ora sottoposto a Municipio e Consiglio comunale per l’adozione
Luganese
3 ore

Agno, San Provino annullato per il terzo anno

La decisione è stata presa dal Municipio. Le formule alternative studiate non avrebbero permesso di vivere spensieratezza, allegria e spontaneità tipiche
Mendrisiotto
26.11.2021 - 20:250

Martedì i tecnici al capezzale della pista di ghiaccio

Le strutture sportive chiassesi sono sotto pressione, e si annunciano gli importanti lavori al Palapenz

Il Palapenz da rifare. Il riscaldamento alla piscina coperta. E ora, il guaio alla pista di ghiaccio. Sono sotto pressione le strutture sportive di Chiasso, preziose non solo per la popolazione della cittadina, ma per tutta una regione.

Il tema de’attualità sono le perdite all’impianto di raffreddamento della pista, consistenti al punto da provocare la chiusura dell’impianto. Martedì della settimana prossima è il giorno cerchiato in rosso sul calendario dei responsabili del Comune: arriverà a Chiasso la ditta specializzata che cura la manutenzione della struttura. Si tratta di rimuovere la pavimentazione e capire la portata dei danni alle tubature che, mettendo in circolo la Co2, creano il freddo necessario alla formazione del ghiaccio. Rudy Cereghetti, responsabile dell’Ufficio tecnico di Chiasso, non può che attendere il responso. «Davvero fino a martedì sarà difficile capire cosa sia successo. È un sistema non a vista, nelle canalizzazioni ad esempio possiamo fare degli esami con le videocamere, abbimao individuato più o meno la zona della perdita ma dobbiamo demolire il calcestruzzo e mettere a vista le condotte. Per quanto riguarda l’insieme degli impianti sportivi è vero che ci troviamo sotto una costellazione abbastanza negativa... Nel caso della pista di ghiaccio, è vero che il sistema di raffreddamento ha circa 20 anni, ma secondo la stessa ditta, che ha molte referenze a livello svizzero, non è un’età eccessiva per un impianto del genere. Martedì ne sapremo di più. Il ‘pallone’ della piscina ha 10 anni, in quel caso di è rotta una singola componente ed è stata sostituita. Per quanto riguarda invece il Palapenz, i problemi delle deformazioni ai muri sono usciti presto, e dipendono dal terreno poco consistente. Tutti gli stabili lungo il Faloppia ora vengono palificati, anche il Palapenz fu palificato a suo tempo ma solo lungo il perimetro. I primi lavori all’esterno sono iniziati, poi ci sarà la stabilizzazione delle pareti. Il ‘Pala’ sarà agibile ancora per un anno circa, fino alla fine del novembre 2022. Non sappiamo ancora per quanto tempo resterà inutilizzabile, è possibile lavorare sulle due sale (quella del campo di basket e quella delle bocce ndr) una alla volta lasciando aperta l’altra, ma chiaramente andranno trovate delle alternative, anche perché si è prevista la sostituzione della vetrata e a quel punto il Palapenz dovrà essere chiuso».

Carenza di alternative

Un tema, quello dell’agibilità, che rimanda alla gestione degli spazi. Il club di hockey ha trovato ospitalità nel Sopraceneri, dovendo però ridurre l’attività. Loris Codoni, responsabile dell’Ufficio sport e tempo libero. «Dovremo fare una riunione con tute le società che utilizzano il Palapenz, che comunque resterà aperto fino al Memorial Gander del 2022. Il problema è che non c’è un’altra struttura simile nel Mendrisiotto, a parte il Mercato coperto di Mendrisio per quanto riguarda le manifestazioni». Che sono piuttosto numerose e spaziano in diversi campi, dalla Fiera di primavera al tiro con l’arco per capirsi., anche se negli ultimi due anni sono ovviamente diminuite per la crisi pandemica e l’obbligo del Covid pass all’interno del Palapenz. «Non sarà facile, tenteremo di fare il possibile» spiega ancora Codoni. Per quanto riguarda lo sport, gli utenti principali oltre ai giocatori di bocce, che occupano la parte di Palapenz dove ci sono i viali, sono la Sav basket, il Football club per le sue attività al coperto, ma anche, per esempio, i richiedenti l’asilo che occupano alcune ore alla settimana. Ovviamente la chiusura del palasport, quando avverrà, metterà pressione su altri impianti che sono già alle strette. Come peraltro sta avvenendo con gli sport del ghiaccio costretti a migrare fuori distretto visto che la pista di Chiasso è l’unica dem Mendrisiotto. Anche alla piscina coperta - si tratta della vasca principale del lido estivo, coperta da un ’pallone’ - c’è già ora poco margine di manovra. Riservata a pubblico e scuole la fascia oraria 9-16, quella dalle 16 alle 20.45 è fittamente occupata dalle società sportive. Non solo la Nuoto Chiasso, ma anche la Como nuoto, persino la Canottieri Moltrasio oltre alla Triathlon Mendrisiotto e il Team Ticino di calcio. La presenza di due società italiane svela che pure oltre confine gli spazi scarseggiano, ma il resto del distretto non è messo meglio. «Praticamente solo la piscina del Canavée di Mendrisio e il California che però è privato». »A Chiasso praticamente ci mancano solo le piste da sci», osserva Codoni, ma quando capita il contrattempo emerge il vuoto che c’è intorno. Un tema sicuramente nell’agenda del futuro ‘Ente regionale per lo sport del Mendrisiotto e Basso Ceresio’ che verrà costituito la settimana prossima.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved