ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
4 ore

Nasce a Chiasso l’associazione che promuove lo Street food

Professionisti del settore uniscono le forze per organizzare eventi in tutto il Cantone a partire dalla primavera
Locarno
4 ore

La città cresce. Il Municipio vuole un ‘Programma di azione’

Palazzine in costruzione e progetti per decine di appartamenti, tra rischi e opportunità. L’analisi del capo dicastero sviluppo economico e territoriale
Luganese
12 ore

A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale

Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
16 ore

Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi

Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
17 ore

Si torna a fare il pieno in Ticino

Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
17 ore

Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda

Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
17 ore

Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa

Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Locarnese
17 ore

Corsi 2023 dell’Associazione per l’infanzia e la gioventù

Nella sede di Locarno, tedesco e inglese. Ma anche tutoring per dislessia e discalculia
Locarnese
17 ore

Scuola medico-tecnica a Locarno, pomeriggio informativo

Per aspiranti assistenti di studio medico o studio veterinario e per i futuri guardiani di animali
Grigioni
18 ore

Il Parco Val Calanca è realtà

Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
Bellinzonese
19 ore

‘L’unico neo di una tre-giorni riuscita’

L’alterco della serata d’apertura non rovina i bagordi carnascialeschi di Cadenazzo. Bottinelli: ‘Pienone nella ‘replica’, andata liscia come l’olio’
06.10.2021 - 14:54
Aggiornamento: 17:14

Tir sulla A2: Balerna, Novazzano e Mendrisio sono contrari

I tre Municipi inviano una lettera congiunta all’Ustra. Il Plr della Città presenta un’interrogazione al Municipio

tir-sulla-a2-balerna-novazzano-e-mendrisio-sono-contrari

Balerna, Novazzano e Mendrisio sono contrari allo stazionamento dei mezzi pesanti in autostrada. La contrarietà al progetto presentato nelle scorse settimane ai tre Municipi, e a quello di Coldrerio, è stata espressa con una lettera congiunta indirizzata all’Ufficio federale delle strade (Ustra). Previsti per gli anni 2025-2028, i lavori di manutenzione dell’autostrada sul tratto Mendrisio-Balerna prevedono tra le varie opere anche la costruzione di una corsia ad hoc per i veicoli pesanti tra l’area di servizio di Coldrerio e il viadotto di Bisio, lunga 1’800 metri, separata fisicamente dalla carreggiata autostradale da una barriera di sicurezza. La corsia potrà contenere fino a 75 camion e verrebbe attivata durante i giorni di forte afflusso verso Brogeda (fase rossa). Attualmente in caso di forte afflusso i veicoli pesanti stazionano per qualche centinaio di metri sulla corsia di destra tra Chiasso-Centro e Chiasso-Brogeda e sulla corsia di emergenza tra il viadotto di Bisio e l’area autostradale di Coldrerio.

Quella che si presenta come una nuova corsia “rischia di diventare un’area di sosta regolare adibita a stoccaggio per i veicoli pesanti – sostengono i sindaci nella lettera –. Il Mendrisiotto è già una delle regioni più inquinate e trafficate della Svizzera e questa nuova corsia si troverebbe ai margini di alcune zone abitative di Novazzano e Balerna e a ridosso del Parco della Valle della Motta, una zona di grande valore naturalistico e di svago per la nostra regione”. I Municipi “non sono contrari a una messa in sicurezza della corsia – si legge ancora –. Sono tuttavia convinti che la telematizzazione crescente delle pratiche doganali (sdoganamento telematico) ridurrà i tempi di attesa al confine”. Per questo motivo, “la costruzione di una corsia ad hoc di sosta tra Coldrerio-Novazzano e Balerna non è necessaria. La futura area multiservizi e centro di controllo veicoli pesanti a Giornico per il traffico proveniente dal Gottardo e quella di Roveredo per il San Bernardino, dovrebbero essere sufficienti in futuro a stazionare durante le fasi di grande afflusso i veicoli pesanti in transito verso l’Italia”. L’auspicio dei tre esecutivi è che Ustra “rivaluti la necessità dell’adeguamento della corsia veicoli pesanti lungo l’autostrada” e che “lo stazionamento attuale sulla corsia di emergenza venga definitivamente sospeso non appena verrà aperta l’area di Giornico.

Domande per il Municipio di Mendrisio

La creazione della corsia ad hoc per i Tir tra l’area di servizio di Coldrerio e il viadotto di Bisio arriva anche sul tavolo del Municipio di Mendrisio con un’interrogazione del Plr, primo firmatario il capogruppo Vincenzo Crimaldi. “A prescindere dal fatto che le autostrade sono state edificate per fluidificare il traffico e non per ‘stoccare’ autoveicoli, ecco che l’Ustra propone dei progetti, i quali arrecherebbero un disastro all’ormai insostenibile situazione di tutto il Mendrisiotto”. I consiglieri comunali vogliono sapere se l’esecutivo è a conoscenza del “temerario progetto dell’Ustra che, con la sua realizzazione, metterà ulteriormente in ginocchio la nostra regione”; se “non è forse giunta l’ora” che il Municipio, “con tutta la regione del Mendrisiotto”, chieda ai vari uffici interessati “di mostrar i progetti A-Z e non più à la carte” e, infine, se l’esecutivo ha intenzione di prendere contatto con i Comuni della regione e con la Commissione regionale dei trasporti “per respingere con forza queste mostruose assurdità che porteranno unicamente negatività all’intera regione”.

Leggi anche:

Una A2 a più corsie: dopo la ‘dinamica’ ecco quella per i Tir

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved