ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
52 min

Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito

Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
Luganese
1 ora

Lugano Region: ‘Risultati migliori del previsto’

I pernottamenti del 2022 superano quelli degli anni prepandemici, ma si guarda al 2023 con prudenza. Spaventa in particolare l’inflazione.
Mendrisiotto
2 ore

Arzo: fu tentato omicidio, inflitti sei anni e mezzo di carcere

La Corte di appello e di revisione penale pronuncia una nuova sentenza nei confronti dell’uomo che strinse il collo della moglie fino a farla svenire
Ticino
2 ore

Casse malati, 11mila firme per gli sgravi. E un asino che raglia

La Lega consegna in governo le sottoscrizioni all’iniziativa per la deducibilità integrale dei premi. Poco dopo la sinistra porta i regali per i ricchi
Ticino
2 ore

‘No a qualsiasi scenario che impedisca al popolo di votare’

Marina Carobbio e il (molto probabile) seggio vacante al Consiglio degli Stati post Cantonali, il presidente cantonale dell’Udc pianta già qualche paletto
Luganese
3 ore

Pregassona, riproposto il Natale insieme

Aperte le iscrizioni per il pranzo in compagnia organizzato al capannone dal Kiwanis Club Lugano, dopo due anni di pausa dovuti alla pandemia
Luganese
3 ore

Lugano celebra i suoi volontari

In occasione della Giornata internazionale del volontariato indetta dalle Nazioni Unite, il Municipio ha ringraziato i settecento presenti
Bellinzonese
4 ore

Bella prova degli schermidori turriti in quel di Küssnacht

Associazione Bellinzona scherma soddisfatta dei propri atleti che hanno partecipato alla prima gara a livello nazionale dopo il lungo stop dovuto al Covid
Luganese
4 ore

Cureglia, dopo due anni torna il pranzo per le persone in Avs

Al tradizionale appuntamento hanno partecipato centinaia di cittadini e il Municipio al completo guidato dalla sindaca Tessa Gambazzi Pagnamenta
25.08.2021 - 05:30
Aggiornamento: 19:37

Tir in colonna verso Brogeda: per Chiasso 'triplice disagio'

Il Plr richiama l'attenzione su un problema che 'affligge la città' ed è legato alla prassi in uso alla dogana commerciale

tir-in-colonna-verso-brogeda-per-chiasso-triplice-disagio
Correva l'anno 2020, ma le cose non sono molto cambiate (Ti-Press)

Ormai fanno parte del paesaggio chiassese: lunghe colonne di Tir posteggiati accanto al tratto finale dell'autostrada in attesa di passare la dogana a Brogeda. Questa situazione, però, agli occhi di quattro consiglieri comunali del Plr, si protrae da troppo tempo e senza vedere una soluzione all'orizzonte. Con il risultato che la cittadina paga pegno, in termini ambientali e d'immagine, e i camionisti - in questa stagione col motore acceso per difendersi dal caldo - fanno anche un paio d'ore di anticamera, "più del doppio rispetto a quanto avvenisse in passato". Per Giovanni Pezzotti, Luca Bacciarini, Davide Capoferri e Daniele Godenzi, è tempo di mettere sul tavolo delle autorità cantonali o federali il problema. La richiesta al Municipio di Chiasso oggi ha al piglio dell'ufficialità.

'Non è solo questione di Covid'

Dove sono da ricercare, però, le ragioni di quello che i consiglieri del Plr non faticano a definire un "disservizio"? A detta delle autorità doganali, fanno notare nella loro interrogazione, "la causa principale a monte di questi ritardi sono le disposizioni anti-Covid-19 vigenti". Guardando ad altri valichi doganali commerciali del Paese e facendo un paragone, rilanciano, le norme legate alla pandemia "non giustificano il netto peggioramento" del servizio.

Brogeda e Stabio, pratiche di... carta

"Contrariamente a quello che suggeriscono le autorità doganali - scandiscono i rappresentanti del Plr -, dallo studio comparativo si può evincere che la ragione del problema è una mancanza di implementazione di tecnologie piuttosto allarmante. Segnatamente, le dogane commerciali di
Chiasso-Brogeda e Stabio sono praticamente le uniche sul suolo svizzero dove vi è ancora la necessità di esporre documenti redatti a mano e in sede per effettuare il passaggio doganale sia in entrata che in uscita".

Tre aspetti negativi

Le conseguenze di queste prassi, annotano ancora gli autori dell'interrogazione, sono sotto lo sguardo di tutti. "Questa spiacevole situazione - motivano - ha un triplice sviluppo negativo. In primo luogo, vi è un aumento esponenziale dell’inquinamento nella nostra regione. In seconda istanza, vi è un danneggiamento altresì esponenziale dell’immagine del nostro territorio. In ultima analisi, l’economia locale ne risente così come il benessere generale della nostra Chiasso".

Nessuno, fanno capire a chiare lettere, misconosce il ruolo che la dogana commerciale di Chiasso-Brogeda ha avuto negli anni per la cittadina. La storia locale, riconoscono, è "fortemente legata" a questa realtà che ha contribuito "incisivamente allo sviluppo socio-economico della città". In altre parole, ribadiscono, è stata fonte di ricchezza, orgoglio e prestigio. Il punto è che adesso, richiamano, è "molto spesso al centro di aspre critiche" e motivo di "disagi tangibili" che affliggono Chiasso, a cui serve una via d'uscita.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved