Genoa
0
Udinese
0
2. tempo
(0-0)
GCK Lions
Olten
17:00
 
mendrisio-i-conti-non-tornano-ma-il-municipio-ha-la-fiducia
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
6 ore

In Ticino ospedalizzazioni stabili e un nuovo decesso

Nelle ultime 24 ore si sono registrati 1348 nuovi contagi da coronavirus
Ticino
11 ore

‘L’ordinanza sui casi di rigore Covid è da cambiare’

Per Fabio Regazzi la proposta del Consiglio federale è troppo burocratica e rischia di non indennizzare tutte le Pmi toccate dalla regola del 2G
Mendrisiotto
11 ore

Un Contratto normale di lavoro a difesa degli spedizionieri

Lo Stato chiude la vertenza e regolamenta il settore. Da anni si combatteva contro il dumping salariale. Sindacati e Atis ‘soddisfatti’
Mendrisiotto
18 ore

L’Autolinea Mendrisiense rinnova il Contratto collettivo

Consolidato l‘accordo con i sindacati Ocst e Sev. ’Si tratta per tutti di un passo importante’
Luganese
20 ore

Riprende la consegna dei nuovi treni Flp

Entro metà marzo spariranno i vecchi convogli arancioni
Luganese
20 ore

Lugano spaccata sul salario minimo comunale

Da una parte Lega, Plr e Udc, dall’altra parte Ps, Ppd, Verdi e gruppo misto Ticino&Lavoro con Più donne: due rapporti in Consiglio comunale
Luganese
21 ore

A processo per malversazioni Davide Enderlin jr

L’ex consigliere comunale di Lugano respinge le accuse e sostiene di aver rimborsato i creditori
Bellinzonese
21 ore

Lavori sulla strada del Monte Ceneri a Cadenazzo

Cantiere in vista, dal 31 gennaio a metà marzo, per il risanamento della pavimentazione
Bellinzonese
21 ore

Chiuso per fallimento il Motel Castione a luci rosse

A causa dell’Iva non pagata il titolare della società ha depositato i bilanci e l’Ufficio esecuzioni ha posto oggi i sigilli
Bellinzonese
22 ore

Commesse cantiere Officine: ‘Il CdS favorisca le aziende locali’

Il Plr chiede al governo di influenzare le scelte delle Ffs in merito alle procedure di appalto. ‘Si faccia di tutto per sostenere l’economia ticinese’
Luganese
22 ore

Cardiocentro ‘in progress’, un anno positivo

Il bilancio dell’integrazione con le cardiologie e la prossima sopraelevazione dello stabile
Bellinzonese
22 ore

Il 2021 porta trenta abitanti in più a Cadenazzo

3’091 le unità registrate a fine anno, alla luce di 327 arrivi, 320 partenze, 43 nascite e 20 decessi
Grigioni
23 ore

Torna Grappoli di Note, la giornata della musica del Moesano

In programma a Lostallo per sabato 30 aprile, l’evento vedrà la presenza di cori, corali, gruppi musicali e bande di Mesolcina e Calanca
Ticino
23 ore

I controlli radar della settimana

Annunciati dalla Polizia: osservato speciale il distretto del Luganese
Bellinzonese
23 ore

Giubiasco, rinviata l’assemblea dell’Associazione di quartiere

Il Comitato preferisce attendere tempi migliori al fine di poter consentire una folta partecipazione di cittadini
05.07.2021 - 23:320

Mendrisio, i conti non tornano. Ma il Municipio ha la fiducia

Votati i Consuntivi 2020 segnati dalla pandemia. La politica del moltiplicatore? 'Due le vie da percorrere' per il capo delle Finanze

Le cifre della Città di Mendrisio, questa volta, non sono certo generose. Anzi. Davanti ai Consuntivi 2020 - incluso un deficit da 3,8 milioni -, però, le forze politiche hanno fatto quadrato e dato di nuovo fiducia al Municipio. Una sintonia, quella espressa questa sera, lunedì, dal Consiglio comunale che, alla prova dei voti, si è tradotta in 43 favorevoli e due astensioni. Che questi bilanci abbiano una evidente «eccezionalità», del resto, è stato subito chiaro a tutti al tavolo della Commissione della gestione. Questo esercizio, ha rimarcato il relatore del rapporto Giancluca Padlina (capogruppo Ppd), è stato «segnato indelebilmente dalla pandemia» e lascia ancora nell'incertezza, come peraltro la situazione sanitaria. La contromossa? «È Impellente - ha fatto capire Padlina - intervenire sui costi, ambito nel quale non si è brillato. Fonte di preoccupazione è poi, in particolare, l'aumento delle spese per il personale registrato dal 2019. Occorrerà quindi avere tutti i documenti e le risposte per poter valutare al meglio gli scenari futuri». In ogni caso il Municipio, ha tenuto a sottolineare il Plr, ha «preso in mano la situazione e ha saputo gestire i conti in modo oculato nel limite delle sue possibilità». In ogni caso adesso bisognerà tenere alta la guardia e sotto controllo la situazione. Anche perché famiglie e attività economiche locali richiederanno aiuti e iniziative di rilancio, ha esortato infine il Pr.

«L'obiettivo sentito, d'altro canto, è quello di ripartire, di lasciarsi alle spalle il coronavirus, di rilanciare l'economia - ha sottolineato Claudia Crivelli Barella (l'AlternativA) -. Mi auguro non significhi che rimettiamo tutto come era prima. Indietro non si torna. I periodi di crisi danno la possibilità di uscire con nuovi modelli, nuove energie e nuove impostazioni. Le fragilità venute alla luce, certo, non scompariranno. L'invito - ha concluso - è passare dall'io al noi». Il gruppo Lega-Udc-Udf, da parte sua, si è detto «stupito positivamente» per come si è riusciti a chiudere il bilancio, visto i numeri. Il moltiplicatore al 75 per cento, però, ha detto chiaro e tondo Massimiliano Robbiani, è «essenziale e non negoziabile. Deve continuare a essere una scelta politica forte di questo Municipio». Robbiani ha poi lanciato un richiamo all'esecutivo, quello di evitare di compensare le minori entrate con scelte ritenute perlomeno 'ardite', come l'aumento del prezzo d'ingresso alla piscina comunale per i residenti. 

Il sindaco Samuele Cavadini ha tenuto a ricordare come le cifre non sempre svelino tutto ciò che è stato fatto in questo anno particolare. Dietro le quinte, infatti, ci sono i grandi sforzi profusi per cercare di mandare avanti la macchina amministrativa come se il virus non ci fosse. E ciò grazie anche all'alleanza stretta con la popolazione. Il futuro metterà comunque ancora alla prova il Comune con la gestione delle risorse in equilibrio con i bisogni dei cittadini. «Sì, è vero lavoriamo su un altro futuro per questa Città. Ed è vero che ci saranno nuove fragilità, quindi altrettante sfide - ha risposto dal canto suo il capo dicastero Finanze Daniele Caverzasio -. Di conseguenza, le possibilità sono due: o un aumento delle risorse, con un ritocco del moltiplicatore, o la riallocazione delle risorse, e allora bisognerà rinunciare o modificare determinati servizi. Ma è prematuro pronunciarsi. Resta di buon auspicio il dialogo con l'amministrazione e il Consiglio comunale». E questo in attesa del nuovo Piano finanziario.

Ente regionale per lo sport: Mendrisio c'è

Di sicuro il Consiglio comunale di Mendrisio questa sera, lunedì, ha dato una buona mano alla creazione dell'Ente regionale per lo sport del Mendrisiotto e Basso Ceresio, che sarà tale sono con il coinvolgimento del 75 per cento della popolazione residente nel Distretto. Un passo importante, quello compiuto verso un approccio più coordinato della pianificazione e della gestione operativa degli impianti sportivi - undici le infrastrutture a valenza regionale -, che ha fatto quasi l'unanimità (due le astensioni da parte dei rappresentanti della Lista civica Per Mendrisio).  Il capo dicastero Sport e tempo libero Paolo Danielli, del resto, si aspettava dal legislativo «un bel segnale e una grande spinta» all'iniziativa. E così è stato. L'Ente, ribadito ancora Danielli, «è una grande opportunità per dare delle risposte concrete alla regione». La presenza di Mendrisio, fra i tre Comuni capofila - con Chiasso e Coldrerio - è dunque importante per l'Ente. Una realtà, quella che riunisce le aspettative intercomunali oggi in modo formale, che è espressione anche del movimento sportivo nel Distretto. Un movimento che vede, ha ricordato ancora il capo dicastero, oltre 10mila abitanti attivi in una delle 150 società sportive locali. In questo modo l'Ente potrà essere «innanzitutto un punto di riferimento per Comuni e società». Ai progetti si penserà in un secondo momento.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved