chiasso-e-il-gettito-corretto-mantenere-una-certa-prudenza
Conti approvati (archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
7 min

Peter, storia di un camoscio che incontra gli umani

Iniziative in Vallemaggia per la presentazione del volume di Salvioni Edizioni, realizzato da Mario Donati, Valeria Nidola e Antoine Déprez
Ticino
24 min

In Ticino un altro decesso per Covid, 12 classi in quarantena

Si registra un altro ingresso in cure intense, dove attualmente si trovano 8 persone su un totale di 72 ricoverati, fra cui un ospite di casa anziani
Locarnese
49 min

Alberto Akai lascia la presidenza Ppd e il Consiglio comunale

Il già candidato al Municipio di Locarno motiva la decisione con ragioni personali e familiari
Ticino
1 ora

Prevena 2021: per un Natale più sicuro

Le forze di polizia anche quest’anno garantiscono alla popolazione una presenza capillare su tutto il territorio nei luoghi di grande affluenza
Luganese
5 ore

Lugano, non solo rogo al White: danni anche al Cashmere Square

Si arricchisce di un filone l’inchiesta sull’incendio intenzionale dello scorso febbraio. Dichiarata fallita intanto la società dei due negozi di vestiti.
Luganese
5 ore

Alloggi: alla ricerca di un nuovo e necessario equilibrio

A parlarci di ‘pubblica utilità’ è Monique Bosco-von Allmen, presidente della sezione della Svizzera italiana di Cooperative d’abitazione Svizzera
Bellinzonese
5 ore

Ore di attesa per un tampone e il rischio d’infettarsi

Gestione problematica dell’importante afflusso di persone che nel fine settimana si reca all’Ospedale San Giovanni di Bellinzona per farsi testare
Luganese
14 ore

A Manno è Mercatino di Natale benefico

Bancarelle, giochi e golosità nel nucleo del paese per l’intera giornata del prossimo 8 dicembre
Ticino
15 ore

‘BancaStato mantenga la propria struttura finanziaria’

Luce verde della commissione parlamentare ai conti 2020. L’istituto ‘ha avuto un ruolo fondamentale nell’attuazione di misure decise da Berna’
Bellinzonese
15 ore

Torna in scena il Teatro Tan di Biasca

Lo spettacolo ‘Io sono Nijinsky’ di e con Daniele Bernardi è previsto sabato 4 dicembre alle 20
Bellinzonese
15 ore

Una mozione per una lingua facile a livello comunale

Lo propongono alcuni consiglieri comunali di Bellinzona dell’Unità di sinistra
Luganese
15 ore

Origlio, divieto di pattinaggio sul laghetto

Il Municipio e il Patriziato rinnovano il provvedimento. Non esistono alternative alla prassi seguita negli ultimi anni
Mendrisiotto
05.07.2021 - 21:420
Aggiornamento : 22:01

Chiasso e il gettito, ‘corretto mantenere una certa prudenza’

Riunito in seduta al Palapenz, il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità i consuntivi 2020 chiusi con un passivo di 196'833 franchi

Chiasso ha archiviato il suo 2020 contabile. Riunito questa sera in seduta al Palapenz, il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità i conti consuntivi, chiusi con un disavanzo di 196'833 franchi. Nonostante l'assenza di dibattito, fatta eccezione per gli interventi dei capigruppo, non sono però mancate critiche e osservazioni: tutti i gruppi hanno evidenziato una sottovalutazione del gettito. «Un aspetto che purtroppo si ripresenta costantemente», ha spiegato Luca Bacciarini (Plr). Per il 2020 le sopravvenienze sono state di 4,9 milioni. «L'impressione che se ne trae è che l'amministrazione delle finanze sia limitata alla gestione corrente e alla manutenzione più o meno ordinaria della cosa pubblica, confortati dal fatto che le sopravvenienze concederanno ‘comunque vada’ una certa tranquillità negli eventuali sorpassi di spesa». L'invito al Municipio è stato quello di «adeguare la previsione del gettito in maniera attendibile con il preventivo 2022». Per Amedeo Mapelli (Ppd) «Chiasso deve cominciare a investire sul proprio futuro utilizzando al meglio le risorse a disposizione, le quali devono essere riconosciute». Gianandrea Mazzoleni (Lega-Udc) ha invitato il Municipio a «elaborare conti che rispecchiano la realtà» e a «preparare un piano degli investimenti preciso che mostri che Chiasso è una città forte, proponendo addirittura una diminuzione del moltiplicatore perché è ora di far vedere la realtà finanziaria di Chiasso agli occhi dell'intero Mendrisiotto». Denise Maranesi (Us-I Verdi) ha sottolineato che «il moltiplicatore deve essere monitorato ma una sua revisione in questo periodo è poco saggia». Per l'immediato futuro «dovremo chinarci su altri aspetti indispensabili per la ripresa socio-economica della nostra cittadina affinché il nostro comune sia un polo attrattivo: lo stato attuale degli investimenti non è affatto soddisfacente».

Mezzo milione in meno di imposte alla fonte

Intervenuto in replica agli interventi, il sindaco Bruno Arrigoni ha ricordato che le sedute extra muros del legislativo sono iniziate un anno fa – «speriamo che questa sia l'ultima» – sono iniziate un anno fa con l'approvazione del consuntivo 2019. «La pandemia ha ritardato la messa in cantiere di vari investimenti – ha spiegato –. Il Consiglio ha già votato interventi per 10,4 milioni come, per citarne alcuni, la parte alta di Corso San Gottardo, la riqualifica di via Franscini e il Palapenz». Altri, come la ristrutturazione delle scuole dell'infanzia, del Poligono della Rovagina e interventi nel centro di Pedrinate, saranno presentati prossimamente. Per quanto riguarda il gettito, ha aggiunto Arrigoni, «dobbiamo per forza essere prudenziali perché alcune tassazioni arrivano solo dopo anni e le sorprese sono dietro l'angolo». Tra queste, il sindaco ha citato il saldo delle imposte alla fonte, arrivato il 24 giugno. Lo stesso indica che la somma incassata è di 7,5 milioni, a fronte degli 8 previsti. «È quindi corretto mantenere una certa prudenza nelle valutazioni».

Sì alle convenzioni per il Palapenz 

Oltre a salutare il subingresso di Maria Giuseppina Imberti (Us-I Verdi), subentrata al dimissionario Piercarlo Bedulli, il legislativo ha approvato all'unanimità le convenzioni con Morbio Inferiore, Vacallo, Balerna e Novazzano per i loro contributi di 200mila franchi ai costi di ristrutturazione del Palapenz. In chiusura, il sindaco ha fatto sapere che finora sono circa 1600 i buoni da 20 franchi messi a disposizione della popolazione rientrati in cancelleria. «Un bel dato: siamo agli inizi: la cifra andrà ad aumentare».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved