mendrisio-la-piscina-costa-piu-cara-scatta-l-interrogazione
Meta di tanti abitanti della Città (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
15 min

Comano, s’inaugura la Gra

Domenica 22 maggio festa al Parco San Bernardo con le autorità e il patriziato
Bellinzonese
45 min

Scoprire la biodiversità con il Festival della natura

Dal 18 al 22 maggio in tutto il cantone si terrà una manifestazione che porterà la popolazione a diretto contatto con l’ambiente
Locarnese
46 min

Delitto di Avegno, presunto autore trasferito alla Farera

Il ministero pubblico ha disposto una perizia psichiatrica, per chiarire lo stato di salute. Il 21enne avrebbe ucciso la madre colpendola ripetutamente
Grigioni
55 min

Gestione del bosco nell’Ottocento, se ne parla a Soazza

Appuntamento per sabato 21 maggio
Ticino
1 ora

Imposte di circolazione, Dadò: ‘Siamo pronti ad andare in aula’

Il presidente del Ppd (e della Gestione) presenta il rapporto sulle iniziative popolari promosse nel 2017: ‘È ora di decidere’. Ma Plr e Ps nicchiano
Mendrisiotto
1 ora

Provvida Madre fa 50 e si regala Casa Ursula

La fondazione è attiva da anni nell’assistenza a persone con disabilità. ‘Servizi cambiati, ma non la passione’. Pubblicato un libro di testimonianze
Bellinzonese
1 ora

Anziani, anche De Rosa a Bodio per l’assemblea di GenerazionePiù

I delegati si riuniranno il 24 maggio. All’ordine del giorno pure la presentazione del consigliere di Stato su pianificazione integrata e cure a domicilio
Bellinzonese
1 ora

A Bellinzona niente prepensionamento né aiuto per premi malattia

Il Consiglio comunale boccia anche la mozione per la posa di un albero/figlio. Ma vota quella per migliorare gli ecocentri
Mendrisiotto
1 ora

Sfornata la nuova guida turistica Mendrisiotto e Basso Ceresio

Stampata in 30mila copie e tradotta in quattro lingue, presenta fra i dossier il sentiero della Muggiasca e l’itinerario per hand bike al Serpiano
09.06.2021 - 18:05
Aggiornamento : 14.06.2021 - 18:55

Mendrisio, la piscina costa più cara. Scatta l'interrogazione

Quattro consiglieri dell'AlternativA chiedono al Municipio le ragioni del rincaro sui residenti. Rilanciati anche i ripari fonici

Quando si è trattato, nel 2019, di votare un milione di franchi a favore delle migliorie all'interno della piscina comunale di Mendrisio, nessuno si è tirato indietro. Aperta la stagione balneare 2021, segnata ancora dalle disposizioni anti-Covid, ci si è ritrovati, però, con biglietti e abbonamenti più cari per i residenti. Una scelta risultata indigesta a un gruppo di consiglieri comunali dell'AlternativA, a maggior ragione perché i rincari hanno interessato solo gli abitanti della Città, che hanno visto passare il biglietto d'ingresso da 3 franchi e 50 a 4, ma soprattutto l'abbonamento stagionale da 60 a 80 franchi. Mentre per i non residenti si è applicato uno 'sconto': da 9 e 50 a 8 franchi per gli adulti.

'Come mai questi rincari?'

Ecco che per il gruppo di consiglieri un tuffo in piscina si è rivelato subito... "salato". Di conseguenza, la prima domanda rivolta al Municipio va dritta al punto: come mai, davanti alle ricadute della pandemia e a "un periodo già pesante per i singoli e le famiglie", si è deciso di "alzare i prezzi per i residenti e di abbassarli per i non residenti"? Ma c'è anche un'altra scelta che fa discutere. Oltre a rivedere l'abbonamento stagionale, fanno notare Claudia Crivelli Barella, Marion Bernardi, Daniela Carrara e Andrea Stephani, "non esiste più la possibilità, molto utilizzata dalle famiglie, di acquistare un abbonamento per dieci entrate (costava 25 franchi)". Anche qui, per quale motivo si è tolta "la comoda e apprezzata tessera da dieci entrate"?

'A quando i ripari fonici?'

C'è, però, anche un altro tema che riaffiora nell'interrogazione del gruppo, quello delle barriere foniche. In effetti, si ricorda, è risaputo che "l’ubicazione delle piscine comunali non sia particolarmente felice, in particolare per la vicinanza con l’autostrada e il conseguente inquinamento dell’aria e fonico". Tant'è che in occasione dell'investimento da un milione, tanto la Gestione che le Opere pubbliche avevano sollevato il problema, sollecitando un intervento. Giunti sin qui, si domanda, "quando si prevede di installare i ripari fonici per la tutela della salute dei bagnanti?".

A suscitare la curiosità dei quattro consiglieri è altresì la gestione del tetto massimo di 900 ingressi nel computo fra residenti e no. Così come si chiedono lumi sulle proposte di animazione dello stabilimento balneare. Nel 2020 in sede di Commissione della gestione, fanno presente, si era parlato di "organizzare degli aperitivi e feste all’interno della piscina comunale, luogo ideale in quanto lontano dai centri abitati e particolarmente suggestivo grazie agli specchi d’acqua". Ora come ora, si interroga, "l ’idea è stata abbandonata o esiste un progetto, ora che le norme Covid si sono alleggerite (come del resto già l’anno scorso durante i mesi estivi), e che la popolazione ha più che mai desiderio di incontrarsi e di trascorrere momenti conviviali di alleggerimento dopo i pesanti mesi invernali che abbiamo vissuto?".

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved