i-conti-di-morbio-e-vacallo-portano-piu-fiducia-che-incognite
Per Morbio anche un ammortamento straordinario (archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
1 ora

Locarnese, mai più ciclisti allo sbaraglio

Il PaLoc3 prevede per quest’anno la distribuzione di cartine (probabilmente in concomitanza con SlowUp) dedicate alla mobilità lenta
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisio, il Palio lancia l’appello: ‘mancano asinelli’

Quest’anno la manifestazione compie 40 anni ma ‘non si trovano esemplari con le caratteristiche giuste per partecipare’. A settembre un evento speciale
Mendrisiotto
4 ore

In mountain bike sul San Giorgio. Ma l’idea non piace a tutti

Da un anno il progetto è fermo. Tra la decina di opposizioni vi sono anche le censure di Pro Natura e della Stan
Luganese
4 ore

Melide entra nella videosorveglianza di Lugano

Sottoscritta una convenzione fra i due Comuni. L’accordo è provvisorio: l’adeguamento della base legale è in corso. Telecamere posate in primavera
Ticino
11 ore

Livelli e sperimentazione, domani il giorno del giudizio

Oggi in Gran Consiglio i gruppi hanno anticipato quanto andrà in scena con l’emendamento del governo: sarà tirata, con possibili sorprese
Luganese
11 ore

Parlamento dei giovani di Lugano, eppur qualcosa si muove

Inattivo dal 2017, giovedì quattro ‘aspiranti politici’ incontreranno la responsabile delle politiche giovanili: ‘Si sono proposti loro’
Bellinzonese
12 ore

A Castione idee alternative per la ciclopista intercantonale

Il co-fondatore dell’Amica, Fabrizio Falconi, nella propria opposizione suggerisce un tracciato più sicuro e l’inserimento di strutture per la popolazione
Luganese
13 ore

Bedano, Stella Maris in rete con la struttura di Mezzovico

Pronto il preventivo 2022 della casa per anziani consorziata. Piace la proposta di accogliere una ventina di utenti per i lavori in Al Vedeggio
Ticino
13 ore

‘La pianificazione ospedaliera non dipende dalla pandemia’

Il consigliere di Stato Raffaele De Rosa conferma il ruolino di marcia: entro la fine dell’estate arriverà il messaggio e per il 2023 i mandati
Ticino
14 ore

‘Carcere, nell’autunno 2023 l’apertura della sezione femminile’

Così Norman Gobbi in Gran Consiglio. Undici celle, di cui una per detenuta con bambino, per le donne in espiazione di pena o in esecuzione anticipata
Luganese
14 ore

Agno-Magliaso, nuotata popolare nella Festa nazionale

I due Comuni ripongono la traversata del golfo che diventa pure benefico con la collaborazione con Greenhope
Luganese
14 ore

Giovani indipendenti, ‘un contributo per tenerli a Lugano’

Il consigliere comunale leghista, Andrea Sanvido, propone in un’interrogazione versamenti di 2500 franchi una tantum
Ticino
14 ore

La lunga marcia dei senzapartito (soprattutto a destra)

Lo studio dell’Osservatorio della vita politica regionale riflette sul numero crescente di astenuti e schede senza intestazione
Mendrisiotto
14 ore

Custode cercasi per lo stand della Rovagina

Pubblicato un bando di concorso con l’obiettivo di assegnare l’incarico a partire da marzo
Mendrisiotto
14 ore

Luci sopra Meride e Tremona, ‘è il mio omaggio alle lucciole’

L’istallazione luminosa è opera dell’artista Lothar Drack e sarà visibile fino a fine febbraio. È stata realizzato con pannelli solari.
Bellinzonese
15 ore

Bodio, la tragedia della Nitrum in mostra fino al 5 febbraio

Il Municipio ha deciso di prolungarne l’apertura. La mostra si tiene nella sala multiuso comunale.
08.04.2021 - 15:310

I conti di Morbio e Vacallo portano più fiducia che incognite

Le basi solide permettono ai due comuni di guardare al futuro e agli investimenti in arrivo nonostante gli effetti della pandemia

Le importanti sopravvenienze registrate hanno segnato in modo positivo il consuntivo 2020 di Morbio Inferiore. Tanto che il Comune ha potuto ‘concedersi’ anche un ammortamento straordinario di un milione – “importo che consentirà di azzerare il valore contabile residuo di diversi investimenti riferiti a terreni, contributi versati ad altri enti e costi di progettazione e pianificazione” – e chiudere i conti con un utile di 104'249 franchi. Entrambi i messaggi saranno all'ordine del giorno della seduta di Consiglio comunale in programma lunedì 12 aprile. Morbio Inferiore può quindi “fortunatamente partire da una situazione finanziaria sana” per affrontare le conseguenze negative che il Covid-19 “ha avuto e avrà certamente ancora nei prossimi anni”. Un importante aiuto arriverà con ogni probabilità dalle sopravvenienze (3,5 milioni, a fronte del milione inserito a preventivo, quelle registrate). Nel messaggio che accompagna i conti si legge infatti che “malgrado una prudente rivalutazione dei gettiti delle persone fisiche per gli anni 2016, 2017 e 2018, i dati di cui disponiamo ci permettono di prevedere che ulteriori importanti sopravvenienze potranno molto probabilmente ancora essere realizzate nei prossimi esercizi”. Lo scorso anno a Morbio Inferiore sono stati effettuati investimenti per 1,5 milioni di franchi (“unicamente alcuni interventi di normale amministrazione”). Grazie a questo contenimento dei coti “il debito pubblico è tornato ai livelli del 2016, prima della realizzazione della nuova scuola dell'infanzia”.

L'Azienda acqua potabile ha chiuso il 2020 con un utile complessivo di 137'483 franchi (all'utile di 328mila franchi della gestione ordinaria vanno sottratti gli oltre 244mila franchi dei costi straordinari derivati dall'inquinamento del Pozzo Polenta del 2008). Anche lo scorso anno “il Municipio ha proseguito nella ricerca di soluzioni che permettano di garantire nel medio-lungo termine un approvvigionamento sicuro, un'operatività efficiente e moderna e, nel contempo, un buon controllo dell'evoluzione dei costi a carico dei cittadini”. Si tratta d progetti che implicano una stretta collaborazione con altri enti e che “proseguono in modo estremamente promettente”. Tra questi, l'esecutivo di Morbio cita il nuovo acquedotto regionale del Mendrisiotto. “La nuova stazione di consegna di Coldrerio che permetterà di collegare, per ora in modo provvisorio, le reti di distribuzione dell'alto e del basso Mendrisiotto è pressoché completata. Questo permetterà cn ogni probabilità al Consorzio di iniziare a svolgere il suo ruolo di ridistribuzione dell'acqua tra le diverse aziende comunali a partire dal 2022”. La stazione di captazione a lago e le condotte principali ancora mancanti per garantire collegamenti efficaci verso i Comuni sono invece attese entro il 2025.

Vacallo, il pareggio non cancella l'ottimismo

Anche Vacallo guarda al futuro con “un'ottima situazione finanziaria” – il capitale proprio ammonta a 8,1 milioni di franchi – che permetterà di “affrontare con moderato ottimismo non solo un periodo di importanti investimenti, ma anche le probabili conseguenze finanziarie legate agli effetti del Covid-19”. Vacallo ha chiuso il 2020 con disavanzo di 41'845 franchi. “Un sostanziale pareggio anche se i costi sono aumentati circa del 5 per cento a causa principalmente di evoluzioni che possiamo solo minimamente influenzare, come per esempio i costi della previdenza sociale (passati dal 28 al 37 per cento delle spese totali)”, analizza il Municipio nel messaggio che accompagna i conti. “Non potendo valutare oggi gli effetti negativi del Covid”, in base all'ultimo accertamento (del 2017) e all statistiche dei servizi finanziari, l'esecutivo ha deciso “prudenzialmente di applicare una sottovalutazione forfettaria del 5 per cento per le persone fisiche e del 10 per cento per le persone giuridiche”. Il gettito è quindi stato valutato in 8,2 milioni (a fronte della prima stima di 8,6 milioni). “Attendo lo sviluppo del progetto Parco San Rocco”, lo scorso anno Vacallo ha effettuato investimenti netti pari a 469mila franchi. “Gli investimenti di per sé ciclici nel lungo periodo sono risultati contenuti. Constatiamo però anche che le infrastrutture essenziali nel nostro comune sono a oggi presenti e non denotano importanti lacune”. Nel messaggio il Municipio ha inserito anche un auspicio. “Ci auguriamo che dopo le giuste contrapposizioni che caratterizzano un anno elettorale, tutte le forze politiche lavorino congiuntamente per il bene del nostro comune”.

Breggia progetta la scuola dell'infanzia

Dopo avere scelto il progetto nel giugno 2019 – ‘calidum.lac’, elaborato dallo studio di architettura Canevascini&Corecco Sagl di Lugano, degli architetti Paolo Canevascini e Stefano Corecco – il Municipio di Breggia ha presentato la richiesta di un credito di 678mila franchi per la progettazione e gli appalti della nuova sede della scuola dell'infanzia e della nuova mensa della scuola elementare a Lattecaldo. Obiettivo dell'intervento, si ricorda nel messaggio municipale, è “la volontà di unificare le attuali sezioni della scuola dell'infanzia, ora dislocate, e trasferirle nel centro scolastico di Lattecaldo in un nuovo edificio” e di creare “un refettorio più ampio e dotato di una cucina confacente e adeguata alle nuove aspettative”. Il Municipio di Breggia ha licenziato di recente anche il messaggio che accompagna i conti consuntivi 2020, chiusi con un utile di 10mila franchi. 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved