in-mostra-la-chiasso-del-futuro-fra-arte-e-cultura
Guardando a domani (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
4 ore

Valle Muggio, progetti in 4 punti: dai formaggini al ‘macello’

Creati i gruppi di lavoro all’assemblea dell’associazione per i prodotti Muggio e Val Mara. La bozza già accettata dall’Ufficio federale agricoltura
Ticino
4 ore

Blättler: nella lotta alla mafia dobbiamo fare di più

Il nuovo procuratore generale della Confederazione: il fenomeno esiste, ora dobbiamo trasformare gli elementi che raccogliamo in atti di accusa
Ticino
8 ore

Edilizia, gli aumenti delle materie prime offuscano l’orizzonte

Gli impresari costruttori in assemblea a Mendrisio hanno toccato anche il tema delle infiltrazioni mafiose in Svizzera
Luganese
9 ore

Morcote, al via la stagione estiva per la famiglia

Il primo appuntamento è per domenica 22 a Parco Scherrer, quando andrà in scena lo spettacolo gratuito ‘Aspettando CartaSìa’
Mendrisiotto
9 ore

Sagra della castagna 2022, aperte le iscrizioni

Gli artigiani interessati si devono annunciare entro l’11 giugno. La manifestazione si terrà a Morbio Superiore
Luganese
9 ore

Rovio, verranno sostituiti i tre ippocastani abbattuti

Ha suscitato qualche polemica il taglio degli alberi in piazza. La decisione era stata presa dall’esecutivo in carica fino all’aggregazione
Ticino
9 ore

Imposte di circolazione, i dubbi di Plr e Ps restano

Le due iniziative popolari del Ppd continuano a non convincere del tutto. Speziali: ‘È finanziariamente sostenibile?’. Passalia: ‘Basta, si vada al voto’
Luganese
9 ore

Costi, qualità di vita, moltiplicatore: perché si lascia Lugano

Sebbene il trend demografico si sia invertito, uno studio evidenzia che il saldo migratorio nei confronti dei comuni ticinesi è ancora negativo
Mendrisiotto
9 ore

Si allarga il gremio dell’Ente regionale per lo sport

L’assemblea accoglie Vacallo. In vista anche l’ingresso di Balerna e Brusino Arsizio. Vistati regolamento e statuti
Mendrisiotto
9 ore

Al Serpiano si possono provare le hand bike

L’associazione Ti-Rex Sport ne ha acquistate quattro, che sarà possibile noleggiare per provare il percorso inaugurato lo scorso anno
Luganese
10 ore

Lugano, arriva la prima scuola estiva di criptovalute

Primo passo concreto per il ‘Lugano’s Plan B’. 50 studenti lavoreranno a stretto contatto con esperti e leader del settore a livello mondiale
17.03.2021 - 14:06
Aggiornamento : 16:28

In mostra la Chiasso del futuro, fra arte e cultura

Interessante iniziativa del centro 'Frequenze' che espone sette artiste e artisti accompagnati da un gruppo di giovani fra i 18 e i 25 anni

Originale il titolo del progetto a cura di Matilde Tettamanti: 'Fuori. Le stanze dell'arte'. A promuoverlo il centro 'Frequenze' di via Bossi 2 a Chiasso. "L'avvento della pandemia e le misure contro la sua diffusione – si legge in una nota stampa – hanno modificato in modo quasi permanente la vita quotidiana di ciascuno di noi. Il lavoro e la scuola sono entrati in casa, modificando l'uso e la conformazione degli spazi abitativi, rendendoli equiparabili ad uffici e banchi di scuola tra scrivanie, reti veloci e schermi del computer. Le mostre d'arte e le produzioni di teatro, musica e danza, confrontate con la chiusura di musei, spazi espositivi e teatri, sono similmente entrati nelle nostre case grazie a quello stesso schermo, creando spazi espositivi e palchi digitali. Le misure pandemiche hanno innescato e accelerato un processo digitale che, nel ramo della cultura e dell'arte, era appena alle prime fasi. Questo ha permesso e garantito al pubblico di poter camminare virtualmente in musei, gallerie e fiere d'arte mondiali, ma allo stesso tempo ha pesato sfavorevolmente sulle condizioni di giovani artiste ed artiste che erano impossibilitate a mostrare il proprio lavoro. In un momento particolare come questo, in cui l'arte e la cultura possono essere strumenti per meglio comprendere la situazione in cui ci troviamo, è necessario costruire un nuovo contesto, in cui artiste ed artisti possano continuare ad esporre e sviluppare la propria piattaforma".

Modificando il modo di vivere

Cosa fare dunque? La risposta del progetto guarda a una Chiasso del futuro, dove la cultura e l'arte potranno inserirsi per modificare il modo di vivere quotidiano della cittadina ed essere anche d'esempio per centri urbani vicini nella regione. 'Fuori. Le stanze dell'arte' si vuole, dunque, porre come modello in questo nuovo contesto prendendo in considerazione sette artiste ed artisti i cui lavori erano stati presentati in un'istituzione museale della cittadina, e li invita ad esporre in spazi diffusi su tutto il territorio. Parti integranti del progetto Frequenze del Comune di Chiasso, gli spazi offrono la possibilità ai partecipanti di esprimersi al di fuori del contesto museale, modificandosi a seconda delle necessità dell'artista. Durante la mostra, dal 19 marzo al 4 giugno (l'inaugurazione avverrà venerdì 19 marzo dalle 11 alle 16), le stanze saranno soggette a numerosi cambiamenti, sempre visibili per il pubblico dall'esterno e durante i periodi d'apertura, per rispecchiare la moltitudine di risposte artistiche che maturano durante questo periodo di incertezza. Progetto che si propone inoltre di diventare una piattaforma di discussione di queste tematiche, anche attraverso visite guidate e a piattaforme di discussione, in particolare per approfondire temi legati all'arte e alla cittadina con le artiste e gli artisti partecipanti e operatori culturali della regione. 

Progetto di reinserimento anche sociale

Ricordiamo come 'Frequenze' sia presente sul territorio di Chiasso da quattro anni con lo scopo di reinserire professionalmente e socialmente persone a beneficio di prestazioni assistenziali. Negli anni il progetto ha concentrato le attività all'interno di negozi sfitti, affidategli temporaneamente, all'interno dei quali sono spesso stati ideati e creati progetti culturali legati al territorio. Per il prossimo progetto è stato coinvolto un gruppo di giovani tra i 18 e i 25 anni ai quali è stato proposto di "accompagnare” le artiste e gli artisti. Il rapporto 1:1 tra artista e giovane collaboratore di Frequenze dà la possibilità ad entrambi di relazionarsi e specchiarsi in realtà apparentemente differenti ma con medesime necessità, dettate dall'età e dal contesto urbano in cui entrambi operano. I giovani, durante le settimane di allestimento, sono stati seguiti da professionisti del settore culturale che hanno permesso loro di avvicinarsi alla realtà nella quale saranno immersi fino all'estate. Questo lavoro è possibile grazie all'ottima collaborazione con il Dicastero socialità del Comune di Chiasso e il Dipartimento sanità e socialità.  

Orari di apertura degli spazi espositivi da 19 marzo al 18 aprile: giovedì 17-20, venerdì 17-21, sabato e domenica 15-19.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
artisti chiasso frequenze gran consiglio progetto
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved