terza-corsia-a2-il-plr-di-melano-e-contro-il-progetto
La soluzione di Ustra non convince tutti (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
36 min

Frontalieri col reddito di cittadinanza: ‘Via il permesso G’

Il granconsigliere della Lega dei Ticinesi Massimiliano Robbiani interroga il Consiglio di Stato sul caso dei lavoratori d’oltreconfine accusati di truffa
Luganese
1 ora

La Polizia Ceresio Nord più capillare sul territorio

Il servizio di pattuglia si dota di un’ulteriore vettura efficiente a vantaggio del comprensorio sotto sorveglianza
Bellinzonese
2 ore

Quasi 500 abitanti in più a Bellinzona in un anno

Il 31 dicembre 2021 si contavano in totale 44’530 residenti nella città aggregata, ovvero 474 in più rispetto a un anno prima
Ticino
2 ore

In Ticino 2 decessi e -4 pazienti Covid (-1 in cure intense)

Resta sostanzialmente stabile il livello dei contagi. Nelle case anziani un decesso e ben 33 ospiti dichiarati guariti in 24 ore: 85 ad oggi i positivi
Bellinzonese
2 ore

Colline antirumore fattibili ma solo in un parco fluviale

Bellinzona-Riviera: lo studio piace al Cantone ma pone alcuni vincoli per una valorizzazione paesaggistica, naturalistica e fruitiva del fiume Ticino
Luganese
2 ore

A Pura diatriba sulle campane a suon di... petizioni

Dopo una raccolta di firme per far ridurre i rintocchi il Municipio ha disposto alcune concessioni, che ‘non soddisfano’. E ora c’è una contropetizione
Locarnese
3 ore

Cugnasco-Gerra, il ‘verde’ dei vicini è diventato oramai troppo

La piazza di raccolta da tempo accoglie scarti vegetali dalla regione. Valutate contromisure al problema, che determina costi maggiori per lo smaltimento
Locarnese
3 ore

Soccorso alpino, più interventi lungo i corsi d’acqua

Bilancio d’attività 2021 della Colonna di soccorso regione di Locarno. Casistica sui livelli degli scorsi anni, si avvicina la realizzazione della sede
Mendrisiotto
3 ore

Ricetta anti-decrescita a Chiasso, il bonus famiglia divide

Fa discutere la proposta dal Ppd. Nel frattempo, il sindaco Arrigoni prospetta uno studio a tutto campo
Mendrisiotto
7 ore

Attraverso i boschi di Stabio, in cerca della salvezza

Bruna Cases è fuggita da Milano con la famiglia per scappare ai rastrellamenti. Il diario dove racconta il passaggio da Montalbano è stato pubblicato
10.03.2021 - 16:470
Aggiornamento : 11.03.2021 - 19:51

Terza corsia A2, il Plr di Melano è contro il progetto

Serve, motiva la sezione, più attenzione a paesaggio e qualità di vita. E la petizione popolare incassa un altro sostegno

Nel Basso Mendrisiotto anche la politica locale ha voluto metterci la faccia e dire la sua sulla terza corsia dinamica che, agli occhi dell'autorità federale, alleggerirà il territorio dalla pressione del traffico. Come fra le istituzioni e la popolazione della regione, non tutte le forze partitiche la pensano come l'Ustra, l'Ufficio federale delle strade. Anzi. Il progetto indicato - la cosiddetta variante 4/2 tratteggiata fra Lugano e Mendrisio - non convince, infatti, nemmeno la Sezione del Plr di Melano guidata da Angelo Vanoncini, pronta a dire di 'no' alla soluzione messa in campo. Anche i liberali radicali sono, insomma, dalla parte della petizione lanciata da un drappello di cittadini e indirizzata alla Consigliera federale Simonetta Sommaruga, alla quale a oggi hanno aderito in oltre 4mila. Ne va della tutela del paesaggio lungo il lago Ceresio.

'Non commettiamo gli stessi sbagli'

Nel Plr di Melano lo si dice a chiare lettere: l'operazione, così com'è, "non porterà ad alcun beneficio dal punto di vista paesaggistico e ambientale e non migliorerà la qualità di vita nel nostro Comune lacustre ma anche di una buona parte della regione del Basso Ceresio". Tutti nel nostro territorio sono consapevoli che quella con il traffico è una con vivenza che durerà anni, ciò che conta adesso, rilanciano i liberali radicali, è non cascare negli stessi errori. In effetti, ribadiscono, "la storia ci insegna che non si devono e non si possono commettere gli stessi sbagli!".

'Occorre essere lungimiranti'

E allora, si fa capire, occorre alzare un po' la voce e farsi sentire per chiedere "una maggiore sensibilità di progettazione e più lungimiranza a Ustra, tenendo conto degli interessi specifici di ogni Comune toccato dal progetto". Ma bisogna anche tenere presente alcune variabili prima di calibrare l'intervento. Nell'elenco la sezione ci inserisce "l’uso minore dell’auto per recarsi al lavoro, il maggior utilizzo del mezzo pubblico, la possibilità di prolungare Alptransit verso sud e la sua coordinazione progettuale, la diminuzione degli abitanti del Canton Ticino, l’invecchiamento della popolazione e un maggior ricorso al telelavoro".

Cinque richieste sul tavolo

Nel frattempo, il Plr di Melano ha messo nero su bianco cinque richieste. La prima sollecita il prolungamento "della nuova galleria prevista a progetto, uscendo a sud del Comune in modo da circonvallare anche il paese di Melano". Ma non ci si sottrae neppure dal rivendicare l’eliminazione della tratta autostradale fronte lago grazie allo spostamento del semi-svincolo sempre a sud del paese. Secondo il gruppo sarà, però, pure importante "ridurre al minimo l’impatto del cantiere sulla popolazione durante tutta la fase di realizzazione delle opere"; un aspetto che sta già facendo discutere. Non a caso ci si aspetta "la riqualifica delle zone a lago e la possibilità di riappropriarsi di aree pregiate oggigiorno fortemente penalizzate dal passaggio dell’autostrada e non pienamente fruibili dalla popolazione". Per finire, si conclude e rilancia, bisogna "correggere gli errori fatti in passato e ridare una maggiore qualità di vita agli abitanti della regione".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved