ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
4 min

Le Terre del Ceneri incontrano la Città dei mestieri

Mercoledì 15 marzo porte aperte nelle aziende formatrici del territorio di Cadenazzo, Gambarogno e Monteceneri
Locarnese
25 min

Chiacchiere al camino in compagnia di Zeno Ramelli

L’incontro con lo storico e giornalista, inserito nelle attività di ‘Natal in Vall’, si terrà giovedì nel Castello Marcacci di Brione Verzasca
Ticino
45 min

Via la mascherina obbligatoria nelle strutture sociosanitarie

Le direttive del medico cantonale si trasformano in raccomandazioni. Stop anche ai dati settimanali su contagi, ospedalizzazioni e decessi legati al Covid
Locarnese
1 ora

Ascona-Locarno nella top 20 delle mete turistiche

A livello europeo le due località sul Verbano si contenderanno l’ambito riconoscimento attribuito da ‘EuropeanBestDestinations’ per il 2023
Bellinzonese
1 ora

Decolla quest’anno la Via Francisca del Lucomagno

Pronto il tratto ticinese del percorso storico fra Costanza e Pavia: in primavera la posa della segnaletica fino a Ponte Tresa
Mendrisiotto
1 ora

Dopo lo strappo di Cerutti, ‘nel Plr non faremo gli struzzi’

La mossa del municipale spiazza i vertici del partito a vari livelli. Speziali: ‘Deve essere un punto di ripartenza’
Luganese
3 ore

Convento Salita dei Frati: spazi formativi firmati Mario Botta

Scaduta ieri la pubblicazione della domanda di costruzione per il restauro e l’edificazione di nuove aree (interrate) nel prezioso comparto seicentesco
Ticino
3 ore

Ragazze e scienza, ‘per scelte formative libere da pregiudizi’

Una serata gratuita promossa dal Cantone per contribuire ad abbattere gli ancora numerosi stereotipi di genere nel mondo scientifico e tecnico
05.02.2021 - 18:29
Aggiornamento: 21:20

Gaggiolo, è stato un falso allarme bomba

Finito l'intervento degli artificieri: nel Suv nero fermato nel pomeriggio non c'erano esplosivi

gaggiolo-e-stato-un-falso-allarme-bomba
Allarme rientrato (Ti-Press)

È rientrato l'allarme scattato nel pomeriggio di oggi alla dogana del Gaggiolo a seguito di un possibile allarme bomba. Lo ha annunciato AlertSwiss. L'allarme è scattato dopo che il conducente di un Suv nero, con targhe italiane, si è presentato a tutta velocità al valico per entrare in Ticino. Quando la Guardia di Finanza di Varese lo ha fermato, l'uomo ha urlato di avere dell'esplosivo in auto. L'auto, con le portiere aperte, è rimasta ferma sulla linea di confine fino all'arrivo degli artificieri, arrivati da Malpensa, che hanno esaminato la vettura e verificato che al suo interno non c'era nessuna bomba. L'uomo, un cittadino italiano di 40 anni, residente a Malnate, e con precedenti penali non specifici, è stato preso in custodia dalle autorità italiane. È stato bloccato dagli agenti che lo hanno portato in caserma. Da lì in ambulanza è stato trasferito all'ospedale di Circolo di Varese e sottoposto all'alcoltest e al test tossicologico. Da valutare se sia in grado di intendere e volere. Nel frattempo sul posto sono arrivati gli artificieri della Polizia di Stato di Malpensa, che non hanno trovato alcun esplosivo a bordo. Nella sua abitazione i finanzieri della Compagnia di Gaggiolo hanno sequestrato circa un chilo di marijuana, 55 grammi di hashish e 70 grammi di cocaina.

Il valico doganale di Stabio (sia commerciale sia turistico) è rimasto chiuso in entrambe le direzioni fino alle 18.15. Edifici e strutture commerciali della zona sono state evacuate per precauzione, nel raggio di 500 metri. Il traffico nel Mendrisiotto è paralizzato e sono state attuate svariate deviazioni, interrotta anche la linea ferroviaria tra Stabio e Varese.

La testimonianza: ‘Un grosso spavento’ 

«Ho preso un grosso spavento». A raccontarci gli attimi dell’allarme bomba è Alice che abita proprio al Gaggiolo, a 450 metri dalla dogana. «Mi sono accorta che qualcosa di strano stava succedendo perché dalla mia finestra vedo il valico e piano piano c’è stato un via vai di polizia. Tanto che poi tutta la zona è stata circondata». Ora la sua voce si è rasserenata, dopo che verso le 18.15 l’allarme è rientrato. «Ma alla vista degli artificieri, la preoccupazione era davvero molta».

La Finanza: ‘Un caso isolato’

«Stiamo ancora verificando alcuni dettagli – ci dicono dal posto della Guardia di Finanza – ma con tutta probabilità si è trattato di un caso isolato di una persona sotto l’influsso di stupefacenti o con uno stato mentale alterato». Nell’auto non è stato infatti trovato alcun materiale esplosivo. «Il grande lavoro è stato quello di allestire ad allarme lanciato un perimetro di sicurezza così da mettere al riparo da eventuali pericoli gli abitanti delle case e i benzinai nel raggio di circa 500 metri».

Leggi anche:

Auto con esplosivo al Gaggiolo, evacuata la zona della dogana

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved