autolinea-mendrisiense-la-ripresa-non-e-ancora-completa
Il sabato e la domenica ci sarà anche il collegamento diretto tra Chiasso e Mendrisio (archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
7 min

Nara, torna la gita enogastronomica ‘Ul gir di alp’

È ancora possibile iscriversi per la passeggiata di undici chilometri con sette tappe che si terrà domenica 14 agosto
Locarnese
39 min

‘Castello incantato’, dalle rive lacustri alla montagna

La rassegna dedicata al teatro di burattini e marionette farà tappa nel Gambarogno e a Cardada nei prossimi giorni
Locarnese
1 ora

Moghegno, lunedì la festa patronale

Oltre alla funzione religiosa, vi sarà un pranzo in comune all’ombra dei faggi; nel pomeriggio lotteria e musica
Bellinzonese
1 ora

‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’

È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisio, quell’edificio merita di essere tutelato

Interrogazione chiede lumi al Municipio sul lavoro della commissione preposta ad allestire la lista dei beni culturali di interesse locale
Bellinzonese
3 ore

Il cinema di Pieraccioni sotto le stelle di Dalpe

Giovedì 11 agosto alle 21.15 nei prati allo skilift Bedrina verrà proiettato il nuovo film del regista italiano. Entrata libera
Mendrisiotto
4 ore

Chiasso, torna in settembre Penz...iamo

Alla tradizionale corsa podistica di 10 chilometri, si aggiunge un percorso di due miglia per chi vuole divertirsi senza l’assillo della competizione
Locarnese
4 ore

Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali

Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
Bellinzonese
4 ore

Alla scoperta della villa di Mèdra tra natura e cultura

L’omonima associazione domenica 21 agosto organizza una visita guidata per conoscere la storia e gli aspetti naturalistici del territorio
Bellinzonese
5 ore

Carì, serata jazz a 2’000 metri

Sabato 13 agosto a partire dalle 17 il clarinettista Marco Santilli si esibirà in un trio ad hoc sulla terrazza dell’osteria Belvedere
Luganese
5 ore

Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia

Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
Locarnese
7 ore

Gordola, il percorso alternativo per le bici non si trova

Il Municipio risponde all’interpellanza che chiedeva un tracciato più sicuro in collina, in direzione diga della Verzasca. Proposta che non convince
Bellinzonese
10 ore

I turisti incolonnati tolgono segnale ai cellulari sui monti

Il problema si è acuito quest’estate. Swisscom evidenzia la grande difficoltà nel realizzare nuove antenne a causa delle contestazioni
Ticino
10 ore

Pensioni statali, c’è chi chiede di fare retromarcia

Mozione dell’Mps: ‘Assurdo affidare la cassa al mercato azionario, si torni almeno alla proposta iniziale del governo’. La Lega: ‘Sarà referendum’
Ticino
10 ore

Il Plr: ‘Un Piano d’azione per razionalizzare la luce pubblica’

Illuminazione e lotta agli sprechi, con una mozione Michela Ris chiede al Cantone di fare la sua parte. Nostra panoramica nei Comuni, che fanno già molto
Luganese
21 ore

Lugano apre Palazzo Civico per ricordare Marco Borradori

Si svolgerà nel patio la cerimonia richiesta dalla Lega e fatta propria dal Municipio a un anno dalla scomparsa dell’ex sindaco
Mendrisiotto
21 ore

Mendrisio, i vincitori del tiro sportivo di Pro Militia

Alla manifestazione hanno preso parte una quarantina di tiratori. Ospite anche il direttore del Dipartimento istituzioni Norman Gobbi
23.09.2020 - 21:55

Autolinea Mendrisiense, la ripresa non è ancora completa

Il dopo lockdown dà comunque indicazioni positive. Oltre a potenziamenti serali e nel fine settimana, il cambio orario porterà nuove assunzioni

Confermare i numeri del 2019 – 1'476'076 viaggiatori (+6,37 per cento rispetto al 2018) e 1'016'552 chilometri percorsi – sarà impossibile. Ma per l’Amsa, l’Autolinea Mendrisiense, i mesi che hanno seguito il lockdown imposto dal Covid-19 sono incoraggianti. «La ripresa è stata abbastanza buona, anche se non è ancora completa – spiega, da noi contattato, il direttore Ivano Realini –. Il nostro andamento rispecchia quello del trasporto pubblico in Ticino: grazie agli scolari, abbiamo avuto un aumento che si attesta tra l'85 e il 90 per cento rispetto a prima del lockdown. La percentuale che ci manca è rappresentata dalle persone che usavano saltuariamente, o anche regolarmente, il bus al di fuori delle scuole. Verosimilmente adulti che ora si spostano col mezzo proprio». Capire perché una parte dell’utenza non abbia più riutilizzato il trasporto pubblico «è difficile – aggiunge il direttore –. Sui nostri mezzi il 98% delle persone indossa la mascherina». Nonostante l’obbligo stabilito a livello federale, «ci sono anche alcuni viaggiatori che ci hanno mostrato un certificato medico».

Sedili accessibili, porta sempre chiusa

I primi allentamenti si sono visti anche sui bus arancioni. I sedili in prima fila, quelli situati dietro l’autista, sono nuovamente accessibili. «Il numero di persone nelle zone urbane negli orari di punta ci ha obbligato a riaprirli – conferma Realini –. Erano posti che mancavano e che in determinati momenti creavano qualche difficoltà». A tutela dell’autista «sono stati posati dei plexiglas». La porta anteriore resta invece chiusa. La sua riapertura dovrà essere decisa dal gruppo di lavoro decisionale creato a livello nazionale (e formato da Ferrovie federali svizzere, AutoPostale e Ufficio federale dei trasporti). «Stiamo effettivamente aspettando ordini dal sistema di gestione di crisi. Sono loro a comunicare, decidere e impartire le decisioni a livello nazionale sul trasporto pubblico». Oltre ai sedili e alla porta anteriore, è stata una decisione nazionale anche la riduzione delle corse durante il lockdown. «Dopo la comunicazione – precisa ancora il direttore –, ogni azienda ha il suo tempo di reazione. Amsa è stata una delle prime in Svizzera perché tra il 16 e il 20 marzo il vero problema era in Ticino, e in particolare nel Mendrisiotto e nel Luganese, confrontato con gli importanti casi della Lombardia». Allo stato attuale, visto che i biglietti non vengono più venduti a bordo, la riapertura della porta non sembra essere urgente. Il discorso potrà però cambiare «quando tutta la clientela tornerà sul bus». Sempre a livello nazionale, alle aziende è stato sconsigliato di fornire mascherine e disinfettante all’utenza. Il direttore spiega che «Amsa non ha voluto essere la farmacia di turno e non poter garantire una fornitura di strumenti di protezione per il tempo necessario. È il singolo cittadino che deve preoccuparsi di avere mascherina e disinfettante, che oggi è diventato come il fazzoletto». Va inoltre sottolineato che «le regole sono mantenute su qualsiasi tipologia di corsa che facciamo»: tramite le direzioni scolastiche, Amsa ha infatti sensibilizzato gli allievi delle scuole medie sull’importanza di utilizzare la mascherina.

Potenziamenti in arrivo

Oltre alla messa in servizio di 8 veicoli Euro 6, il 2019 ha visto l’introduzione dei potenziamenti serali, richiesti dai committenti pubblici su sollecitazione della clientela, sulla linea 2 Chiasso-Mendrisio per garantire all’interno di una zona fortemente urbanizzata dei trasporti ogni 30 minuti tra i centri di Mendrisio e di Chiasso alla era come durante il giorno. La linea 7, Serfontana-Chiasso Crocione, è stata estesa nei giorni di sabato e festivi offrendo trasporti regolari fino allo stadio Riva IV durante le manifestazioni sportive. Il lavoro di ottimizzazione continuerà anche con il prossimo cambio orario di dicembre. «La linea 1 che collega Chiasso a Mendrisio circolerà anche il sabato e la domenica tra le 7 e le 20 – annuncia Ivano Realini –, andando così a doppiare la linea 2 senza passare dai centri commerciale. Questa misura risponde allo spirito del nuovo piano dei trasporti: il potenziamento è stato voluto per fare in modo che nelle zone urbane ci sia un trasporto pubblico ogni 15 minuti». Ma non è tutto: il nuovo orario porterà anche «un’ottimizzazione delle fasce orarie serali». È infatti previsto un potenziamento serale verso Morbio Inferiore (linea 5) e, al venerdì e sabato; verso Pedrinate, Vacallo e Morbio. Grazie a queste nuove corse «abbiamo assunto 5 nuovi collaboratori: i primi tre autisti inizieranno a ottobre».

Lavori all'officina

Durante l’ultima assemblea – tenutasi in rimessa nel rispetto delle distanze sociali – sono stati forniti aggiornamenti in merito al rinnovo dell’infrastruttura presso l’officina Amsa di via Sottobisio, a Balerna. Gli uffici cantonali responsabili per l’emissione della licenza edilizia hanno richiesto molteplici valutazioni e analisi a livello ambientale che hanno di fatto posticipato l’emissione della licenza a dicembre 2019. Previsto per la primavera, l’inizio dei lavori ha giocoforza dovuto essere posticipato. «A breve emetteremo l’appalto pubblico per il rifacimento di quello che è la metalcostruzione, ovvero pareti, tetto e serramenti, a cui andranno aggiunti i locali del personale – conclude Ivano Realini –. Si tratta di un ammodernamento di quello che esiste e rinvestimento sarà di 1,2-1,5 milioni: se il tempo terrà, partiremo con i lavori, altrimenti il cantiere slitterà al prossimo febbraio e durerà un anno».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved