un-mendrisiotto-da-scoprire-anche-camminando
Verso il Fiore di Pietra (archivio Ti-Press)
+4
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
52 min

Aumenta la popolazione scolastica in Bassa Vallemaggia

Ai Ronchini una sezione in più delle elementari; arriva una nuova docente e viene istituita la figura del vicedirettore.
Ticino
3 ore

‘Nessuno sta sotto i ponti. Malessere giovanile, non economico’

Presentati gli aggiornamenti del Morisoli Welfare Index. Pamini: ‘Lo Stato sociale è da riformare integralmente ripensando l’uso delle attuali risorse’
Luganese
3 ore

Gestione acquedotto Collina d’Oro, è riuscito il referendum

Si andrà a votare sulla proposta del Municipio d’istituire il passaggio della gestione dell’impianto alle Ail. Il sindaco: ‘non ritiriamo il messaggio’
Mendrisiotto
3 ore

Pannelli fotovoltaici per tutti a Mendrisio

In una mozione interpartitica un gruppo di consiglieri comunali propone di lanciare una raccolta fondi per estendere gli aiuti anche agli inquilini
Ticino
12 ore

‘Norme moderne e solide per la Cantonale e le polcom’

Il capo del Dipartimento istituzioni Gobbi sulla revisione totale della Legge polizia.Il comandante Cocchi: si è iniziato a lavorare dieci anni fa
Ticino
13 ore

Scuole post obbligatorie, riconosciuta la parità formale

Le licenze di scuola media non avranno più la ‘menzione Sms’, che creava un’asimmetria per l’accesso alle scuole professionali e a quelle medio superiori
Luganese
14 ore

Bioggio: fermato un cantiere, indizi di reperti archeologici

Proprietario di una casa in costruzione ‘bloccato’ per dar luogo alle indagini dell’Ufficio cantonale dei beni culturali
Bellinzonese
15 ore

Entra finalmente nel vivo la nuova stagione estiva di Carì

Dallo scorso weekend gli impianti di risalita sono in funzione sino a quota 2’000 metri, scatta un ricco programma di attività
Luganese
15 ore

Cureglia, arriva la pavimentazione fonoassorbente

I lavori, previsti in via Cantonale e via Campagna, si svolgeranno dall’11 luglio al 30 settembre
Bellinzonese
15 ore

La ’ndrangheta prende il treno: inchiesta terminata a Milano

Probabile rinvio a giudizio per i fratelli Rossi, titolari anche della Gcf di Bellinzona indagata in Ticino (cantiere Monte Ceneri) ma non in Italia
Locarnese
15 ore

Frontale scooter-auto a Corcapolo, ferite gravi per il centauro

L’incidente intorno alle 15.45 sulla strada cantonale all’altezza dell’intersezione per Calezzo. Il ferito portato in ospedale da un elicottero della Rega
Ticino
15 ore

Livelli a scuola, ‘usiamoli come indicatori e non come criteri’

È una delle proposte del Consiglio cantonale dei giovani, che chiede anche 5 anni di scuola media e maggiore sensibilizzazione su droghe e alcol
Luganese
16 ore

Pavimentazione fonoassorbente a Vaglio e Sala

Il cantiere per il risanamento fonico inizia giovedì 14 luglio. Traffico regolato con semafori o agenti di sicurezza.
Locarnese
16 ore

Concerto bandistico a San Nazzaro

Si esibisce l’Unione filarmonica Gambarognese
Bellinzonese
16 ore

Festa delle Costine con la Pro Carasso-Galbisio

Domenica 17 luglio a partire dalle 9.30 inizieranno i primi voli in elicottero fino ai Monti Marno, solo in caso di bel tempo
Locarnese
17 ore

Minusio, festa al Portigon

Due serate di musica proposte dal Fans club Hcap Locarnese e Valli
Bellinzonese
17 ore

Manca poco al calcio d’inizio del Torneo dei Bar

La manifestazione organizzata dal Leventina Calcio avrà luogo dal 13 fino al 16 luglio a Rodi-Fiesso, buvette e griglia tutte le sere
27.05.2020 - 06:20

Un Mendrisiotto da scoprire anche camminando

L'Organizzazione turistica regionale gestisce 360 km di sentieri. La squadra sta preparando sui percorsi in vista della stagione estiva

«Il territorio possiamo proporlo indipendentemente da tutto il resto». E una parte fondamentale di questo territorio è caratterizzata dai sentieri. I 360 chilometri gestiti dall'Organizzazione turistica regionale del Mendrisiotto (Otr), ai quali si aggiungono i percorsi di competenza di altri enti (come per esempio i 25 km del Comune di Chiasso), sono da sempre una meta molto gettonata dai turisti che vogliono scoprire il territorio, ma anche da chi nel Mendrisiotto vive. In questo periodo di emergenza sanitaria, i sentieri rappresentano una valida alternativa per trascorrere qualche ora all'aria aperta. «Siamo stati i primi a tornare a lavorare sui sentieri – spiega la direttrice dell'Organizzazione turistica regionale del Mendrisiotto e Basso Ceresio Nadia Fontana Lupi –. Questo per noi è un tema molto importante perché si tratta di un compito di legge: la rete cantonale è stata pubblicata nel 2004. Per occuparci dei nostri sentieri non siamo sostenuti dal Cantone, ma utilizziamo parte della tassa di soggiorno». In questo momento, aggiunge Nadia Lupi, «anche se non abbiamo tante entrate, la natura va avanti e noi dobbiamo rispondere alla vera esigenza della gente che utilizza di più il territorio». Recentemente il sito dell'Otr (www.mendrisiottoturismo.ch) è stato arricchito con tre nuovi itinerari.

L'emergenza coronavirus da una parte e il maltempo dall'altra hanno causato qualche ritardo nella preparazione della rete dei sentieri in vista della stagione estiva. «Abbiamo perso un mese – conferma la direttrice dell'Otr –. Il nostro personale è molto motivato e consapevole che si tratta di una priorità alta: oltre alla richiesta turistica c'è infatti anche quella della nostra popolazione, la quale usa più che mai il territorio». La squadra che si occupa dei sentieri è capitanata da Federico Cattaneo, affiancato da un collega fisso, due apprendisti e («lo facciamo da sempre») alcuni operai che seguono un programma occupazionale. «Stanno lavorando tanto e ci aiutano anche a distribuire i materiali – riconosce Nadia Lupi –. Oltre alla pianificazione settimanale, ci sono le segnalazioni dei comuni (il rapporto è ottimo, quando possono ci danno anche una mano), dei privati e il nostro programma annuale da seguire. La nostra è una rete di oltre 300 chilometri, e non tutti i sentieri sono in piano: alcuni sono difficili da raggiungere, anche perché le disposizioni sanitarie devono essere rispettate».

La risposta degli utenti

Nadia Lupi non nasconde la sua soddisfazione. «A oggi abbiamo indicazioni di approvazione per il lavoro svolto – conferma – perché l'utente vede che le segnalazioni hanno un riscontro. La qualità totale è abbastanza buona e non posso che essere molto contenta per il lavoro svolto dalla squadra». La passeggiata nella natura, del resto, mette d'accordo tutti. «Oltre a potere ammirare i panorami che sempre più vengono condivisi sui social a testimonianza che questo territorio ha voglia di andare avanti, ci sono le possibilità di ristoro. In questo ambito è importante avere nuovamente il Fiore di Pietra quale destinazione». Da parte degli utenti, come si diceva, c'è un certo riscontro. «In un periodo in cui tutti dobbiamo confrontarci con una situazione nuova e dove le difficoltà non mancano – sottolinea ancora la direttrice dell'Otr –, abbiamo trovato tanta solidarietà di persone che ci chiamano o mandano messaggi con segnalazioni importanti, sentendosi così parte di qualcosa e non limitandosi a brontolare. Questo permette anche di far capire quale è il compito di una organizzazione turistica regionale perché non per tutti è chiaro che esiste una rete cantonale dei sentieri e che non abbiamo molti fondi a disposizione». 

L'appello: riscopriamo il territorio

L'Otr del Mendrisiotto gestisce, come detto, un patrimonio pari a 360 chilometri di sentieri. “Una rete articolata di percorsi in grado di soddisfare le esigenze sia di escursionisti allenati sia di principianti alle prime armi – commenta il presidente dell'Otr Moreno Colombo –. Nelle difficili scorse settimane, grazie anche al bel tempo, molte persone hanno riscoperto la gioia di camminare attraversando con piacere il nostro territorio”. Un'abitudine che per Colombo deve continuare anche durante la strana estate – condizionata dalle incognite lasciate dal coronavirus – ormai alle porte. “Continuiamo a farlo anche nei prossimi mesi – è l'appello di Colombo –. Facciamo conoscere ad amici, parenti e visitatori del Mendrisiotto e Basso Ceresio i favolosi angoli naturali del nostro Distretto”. I sentieri, conclude il presidente, “si insinuano nel territorio con delicatezza e rappresentano strumenti di conoscenza del territorio stesso”. Oltre a enogastronomia, artigianato ed espressioni artistiche locali, tra le proposte che il nostro territorio può offrire c'è anche “quel tessuto produttivo e promozionale legato al mondo outdoor per turisti amanti dell'attività all'aria aperta”.

Gli itinerari bike

Nel cassetto dell'Otr ci sono due itinerari bike sul Monte Generoso e sul Monte San Giorgio. «Due progetti specifici per i quali manca veramente poco per arrivare alla loro realizzazione – annota Nadia Lupi –. Sul Generoso abbiamo identificato un percorso che il Cantone può approvare come principio di tracciato. Mentre sul San Giorgio ci sono alcuni tracciati molto interessanti». Passando alla rete di sentieri già esistente, «al momento non sono in programma grandi ricostruzioni o progetti da realizzare perché non abbiamo i fondi e perché il nostro primo obiettivo è proporre bene quello che abbiamo». Questo non significa che in futuro non ci saranno altri interventi. «Ci sono per esempio il sentiero della Muggiasca e la valorizzazione dell'area della Cascina d'Armirone – conclude la direttrice dell'Otr –. Progetti che riteniamo sempre prioritari, ma al momento non possiamo investire». 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved