laRegione
Nuovo abbonamento
a-chiasso-si-mette-in-cantiere-il-terminal-dei-bus
Le modine spuntarono nel 2017 (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
2 ore
'Le donne esistono e hanno un peso'
Françoise Gehring è la seconda donna che siede in Municipio a Mendrisio nello spazio di una legislatura. 'Un viatico per il 2021? Lo spero'
Ticino
2 ore
Quando la politica ticinese fa nomi e cognomi
Uno studio dell'Ustat sulla partecipazione elettorale racconta tante cose di come siamo e com'eravamo. Con un occhio all'anagrafe, ma non solo
Ticino
13 ore
Mobilità sostenibile e ferroviaria, c'è il master Supsi
Partirà a settembre la seconda edizione del Mas destinato ai dirigenti delle aziende di trasporto
Luganese
13 ore
Viganello, nessuna scemata responsabilità per l'omicida
L'esito della perizia parla chiaro: il 34enne che causò la morte di Matteo Cantoreggi era in grado di valutare il carattere illecito dei propri atti
Locarnese
14 ore
Locarno, il grande schermo per curare anche l'anima
Al via giovedì al Palacinema di Locarno la rassegna 'Torniamo al cinema!', organizzata in collaborazione con il Film Festival Diritti Umani e con l'Otello di Ascona
GALLERY
Mendrisiotto
14 ore
Restaurata la chiesetta in vetta al Monte Generoso
La Ferrovia Monte Generoso ha finanziato i lavori con la vendita virtuale dei 441 pali del vecchio binario del 1890
Mendrisiotto
14 ore
Anteprima di Ferruccio Cainero a LaFilanda a Mendrisio
L'autore e regista prova il suo ultimo spettacolo dedicato a Socrate e al pensiero filosofico occidentale
Ticino
14 ore
Attacchi informatici, come difendersi
Seconda conferenza online del Gruppo Cyber Sicuro del Cantone Ticino. Appuntamento è per il 23 luglio.
Bellinzonese
14 ore
Il Teatro Sociale di Bellinzona si apre ai visitatori
Accesso libero la sera di venerdì 17
Luganese
15 ore
Opere stradali a Lugano e Sorengo
La pavimentazione fonoassorbente sarà posata di notte mentre i lavori preparatori avverranno di giorno dal 20 luglio fino a fine settembre
Gallery e video
Mendrisiotto
15 ore
Françoise Gehring entra in Municipio a Mendrisio
Nella compagine le donne raddoppiano nello spazio di una legislatura e un po'. Prende il testimone da Giorgio Comi
Mendrisiotto
11.05.2019 - 11:250

A Chiasso si mette in cantiere il terminal dei bus

Superate le opposizioni, si è pronti a varare i lavori per il nodo di interscambio davanti alla stazione. Sarà posato un semaforo all’uscita dell’A2

Nelle carte dei tecnici è una realtà ormai da anni. Nelle attese dei chiassesi rischiava, invece, di diventare un’aspirazione sbiadita da ritardi e rinvii. Ora, però, per il terminale del trasporto pubblico progettato davanti alla stazione cittadina sta per scattare (davvero) l’ora ‘x’. Nelle stanze del Dipartimento del territorio, infatti, sono pronti a varare il cantiere al più presto. Tant’è che a Palazzo civico aspettano solo di conoscere la data definitiva. Nelle previsioni, per la fine della primavera o l’inizio dell’estate si partirà con i lavori. L’intervento traduce un investimento, globale, di oltre 9 milioni di franchi: 564mila franchi saranno a carico del Comune. Uno sforzo finanziario al quale se ne aggiungerà un secondo, oggi sul tavolo dei consiglieri comunali: il rinnovo dell’impianto semaforico all’incrocio tra via Dunant, viale Manzoni e via Livio. Un’opera da 441mila franchi che sarà subordinata alla realizzazione del terminale e all’introduzione del doppio senso di marcia.

Alla fine, quindi, una dopo l’altra le opposizioni (tre in tutto), che sin qui avevano rallentato la realizzazione del nodo di interscambio gomma-rotaia, sono state superate. Dopo avere ricucito l’intesa con le Ffs, anche l’ostacolo frapposto dall’Ufficio federale delle strade è stato abbattuto. In realtà, l’Ustra ha chiesto e ottenuto di attivare un semaforo all’uscita dello svincolo autostradale di Chiasso centro. L’impianto vuole essere la risposta ai picchi di traffico e all’esodo dei vacanzieri che, non di rado, debordano pure sulle strade cantonale e comunali. A livello federale il timore, infatti, era quello che, in circostanze particolari, le colonne di auto potessero arretrare sino alle corsie autostradali. Trovato un compromesso – che entrerà in azione alla bisogna –, sul fronte del terminale si è dunque sbloccata la situazione. Tanto più che la procedura per concretizzare il semaforo sarà indipendente dal cantiere dirimpetto alla stazione. Certo, iniziati i lavori, ci vorranno un paio di anni per dire compiuta (in toto) la piccola rivoluzione copernicana nella viabilità chiassese.

Accanto al traffico nelle due direzioni lungo l’asse di via Motta e viale Manzoni, via Livio e, in parte, su via Dunant – dove è in dirittura d’arrivo la sistemazione del tunnel –, il punto focale del progetto resta il terminale vero e proprio. Il polo di interscambio bus-treno – con le banchine d’attesa per i passeggeri – sarà inserito tra le due nuove rotonde previste ai due ‘capi’ di via Motta. Lì in quell’area ad avere la precedenza saranno solo i mezzi pubblici, i taxi e i pedoni (oltre ai residenti dotati di ‘lasciapassare’). Del resto, l’approccio è chiaro: spianare la strada ai trasporti pubblici; lo stesso che anche a Mendrisio, sempre di fronte alla stazione ferroviaria, darà forma a un nodo d’interscambio simile. Anzi i cantieri, per tempistica, potrebbero correre in parallelo. Torniamo, però, a Chiasso.

Si rinnova l'impianto semaforico di via Dunant

Il Municipio si accinge a ‘colorare’ un’altra tessera del mosaico della viabilità locale, anticipando, peraltro, il finanziamento (che gli sarà poi rimborsato dal Cantone e gode di sussidi federali) per il rifacimento dell’impianto semaforico in via Dunant. Gli obiettivi, d’altro canto, sono condivisi: traffico più scorrevole e attraversamenti stradali più sicuri. Al semaforo – anzi ai semafori: 4 veicolari, 6 pedonali e uno per i mezzi pubblici – sarà dato il compito di regolare l’andirivieni, incrociato, di auto, bus e mobilità lenta nel crocevia che collega Corso San Gottardo, le arterie per la stazione e il Quartiere Soldini.

© Regiopress, All rights reserved