ULTIME NOTIZIE Cantone
Centovalli
3 ore

Golino-Zandone, trasporto pubblico da potenziare

La richiesta di più corse bus da parte del Comune delle Centovalli e della Agie Charmilles (tramite Cit) recapitata alla Sezione della mobilità
Grigioni
3 ore

Giù la maschera! Roveredo si tuffa nel Carnevale Lingera

Inaugurata questa sera la 61esima edizione. Fra le novità la possibilità di acquistare i biglietti online e il percorso del corteo di sabato
Luganese
3 ore

Una preda nella tana: l’accusa alza la posta in gioco in Appello

Nella seconda giornata di processo parola al procuratore pubblico e all’avvocata della vittima.‘I tre ragazzi hanno creato un clima di terrore’.
Locarnese
4 ore

L’indebitamento pubblico preoccupa Gordola, su le imposte

Il Consiglio comunale sposa la linea del rapporto di minoranza della Gestione e alza il moltiplicatore dall’84 all’88 per cento, sconfessando il Municipio
Ticino
5 ore

Ricerca fra le macerie, pure una squadra ticinese in Turchia

Lunedì Mauro Bonomi e Luna sono volati sul posto. In preallarme il presidente della sezione rossoblù di Redog Fabio Giussani: ‘Pronto a intervenire’
Morbio Inferiore
5 ore

Festa della Madonna di Lourdes, due appuntamenti al Santuario

Sabato 11 è previsto il Cenacolo del Movimento sacerdotale mariano, mentre domenica 12 il santo rosario meditato e la santa messa del pellegrino
Ticino
5 ore

Radar, un’altra interpellanza scottante diventa interrogazione

Alle domande poste da Passalia e Dadò (Centro) sull’aumento di controlli di velocità il governo risponderà in forma scritta. E tra diverso tempo.
Luganese
5 ore

Al Festival scacchistico prevalgono Berardi e Patuzzo

Il Memorial Barbero si è tenuto domenica 5 febbraio a Sorengo
Luganese
5 ore

Lugano, un libro sulle aziende a conduzione familiare

L’Unione Cristiana Imprenditori Ticinesi presenterà all’Hotel Dante, una pubblicazione di Alessandro Scaglione
Mendrisiotto
5 ore

Entra in Svizzera nonostante l’espulsione: preso e processato

Per l’uomo vigeva il divieto di entrare nel nostro Paese. La Corte ha optato per l’espulsione immediata senza pena detentiva.
Ticino
6 ore

Blacklist morosi di cassa malati sospesa per tutto il 2023

La conferma arriva dal governo dopo la riunione della Piattaforma Cantone-Comuni: alla riattivazione della procedura, però, cambierà qualcosa
Bellinzonese
6 ore

I Puffi arrivano in esclusiva al Carnevale di Faido

I bagordi avranno luogo da mercoledì 22 a sabato 25 febbraio, quando la palestra si trasformerà nel villaggio di ‘Pufflandia’
Mendrisiotto
6 ore

Tornano i buoni pasto a Castel San Pietro

I residenti che ricevono una rendita Avs potranno richiedere, dal 13 febbraio, un tagliando di 20 franchi da utilizzare negli esercizi pubblici del paese
Mendrisiotto
6 ore

Aperte le iscrizioni per la ‘Walking Mendrisiotto’

La giornata si terrà domenica 16 aprile. Previsti quattro itinerari e vari corsi
Bellinzonese
6 ore

Per Carnevale Sobrio si trasforma nella contea di Hazzard

La manifestazione avrà luogo nella località leventinese sabato 11 febbraio, fra festa, maschere, balli, musica e buon cibo
Luganese
7 ore

Tre blackout in un mese: ‘Quando la sfortuna...’

A saltare ‘inspiegabilmente’ (forse un cortocircuito) un interruttore di sicurezza sul Pian Scairolo
Bellinzonese
7 ore

Giornata di formazione sulle valanghe ad Airolo Pesciüm

Appuntamento per domenica 12 febbraio, dalle 9 alle 14, all’Avalanche Training Center
Bellinzonese
7 ore

Serata dibattito sul sistema di assicurazione sociale

Appuntamento per giovedì 9 febbraio alle 20 alla Casa del Popolo a Bellinzona
Mendrisiotto
7 ore

A Chiasso si cercano aiuto-bagnini

I giovani interessati hanno tempo entro il 17 marzo per annunciarsi
Bellinzonese
8 ore

Discussione sulle pensioni Ipct a Bellinzona

Appuntamento per giovedì 23 marzo alle 20.15 al ristorante Casa del Popolo
Locarnese
8 ore

Alla Biblioteca di San Nazzaro si gioca

Attività ludiche non stop per bambini dalle 16 alle 22. Vi saranno pure merenda e spuntino offerto in serata
Bellinzonese
8 ore

Manifestazione contro la guerra in Ucraina a Bellinzona

Appuntamento per venerdì 24 febbraio alle 17.30 sul piazzale Ffs, a distanza di un anno dall’invasione del Paese da parte della Russia
28.11.2022 - 23:40
Aggiornamento: 29.11.2022 - 00:02

Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili

Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.

lugano-trasporto-pubblico-piu-friendly-per-i-disabili
Ti-Press
Importanti novità

Il trasporto pubblico di Lugano sarà decisamente più friendly per i disabili. Il Consiglio comunale (Cc) ha infatti approvato il cospicuo credito (13,6 milioni di franchi) per la messa a norma delle fermate degli autobus secondo la relativa legge federale. In altre parole, le infrastrutture verranno adeguate per chi utilizza carrozzelle o deambulatori. Pertanto, numerose soste luganesi verranno dotate delle bordature rialzate necessarie. La ‘rivoluzione’ sarà comunque parziale: diverse fermate, come ad esempio quelle sul lungolago o della pensilina centrale, non sono oggetto del messaggio accolto dal legislativo: saranno trattate separatamente nei progetti di riqualifica che riguardano quelle aree.

Adeguate 32 fermate su 228

Su un totale di 228 fermate, sono in totale 32 su 56 punti di sosta – alcune sono bidirezionali – quelle interessate dagli interventi. Oltre a quelle che saranno oggetto di pianificazioni separate, sono altrettanto escluse altre fermate a causa della geografia cittadina. Ad esempio quelle poste su tracciati eccessivamente in pendenza o in curva. «Anche dove l’adeguamento non sarà tecnicamente possibile – ha tuttavia precisato il relatore Edoardo Cappelletti (Pc) – l’utenza potrà utilizzare la pedana estraibile apposita per carrozzine. Invitiamo in ogni caso il Municipio a sondare quali ulteriori fermate possano essere messe a norma». Il tema, nonostante l’importanza, non ha suscitato grande dibattito (il messaggio è stato approvato praticamente all’unanimità). Sono tuttavia da segnalare gli interventi delle consigliere comunali Deborah Meili (Verdi) e Sara Beretta Piccoli (Indipendenti), che hanno rispettivamente ricordato l’importanza di battersi contro l’abilismo («una forma di discriminazione in una società dove gli standard sono fissati arbitrariamente dalla maggioranza») e la necessità di adeguare le fermate a tutte le forme di disabilità.

Battibecco su via Selvaplana a Orlino

Mentre il credito maggiore è passato via liscio, un po’ di dibattito lo ha suscitato, non a sorpresa, la richiesta per il credito minore: 115’000 franchi supplementari necessari per il controverso allargamento di via Selvapiana a Pregassona. Supplementari, perché come sottolineato dal relatore Angelo Petralli (Centro), è stato deciso di utilizzare una pavimentazione più pregiata (in dadi di porfido) per meglio inserirsi nel contesto caratterizzato dall’oratorio medievale di San Pietro e San Paolo. Controverso, perché come ricordato dal capogruppo ecologista Danilo Baratti: «In tutta questa storia il buonsenso è stato assente. la chiesetta è un bene protetto a livello cantonale; il sentiero – che si vuol trasformare in carrozzabile per permettere l’accesso a un terreno privato edificabile, ndr – è iscritto all’Inventario federale delle vie storiche; sono pendenti quattro petizioni relativamente alla prima domanda di costruzione e i cittadini della zona che hanno raccolto una petizione non hanno nemmeno ricevuto una risposta. Si sarebbe potuto trovare un accordo fra privati ma così non è stato». «Questo progetto è un pasticcio – gli ha fatto eco la collega Melitta Jalkanen Keller –. Alcuni cerotti fanno più danni della ferita ed è questo il caso. Il porfido non permeabile è pericoloso: nel tratto c’è un unico tombino. Forti flussi di pioggia non verrebbero assorbiti e l’acqua danneggerebbero i fondi privati e la chiesetta medievale protetta. Per evitare questi danni occorreranno nuove spese, per un’opera che non ha alcuna urgenza. È un intervento unicamente estetico». Agli appunti ecologisti si sono aggiunti quelli di Paolo Beltraminelli (Centro), già municipale a Pregassona, che invitando alla cautela ha ricordato che la grande preoccupazione è dovuta al cantiere. «Con il messaggio iniziale si sarebbe probabilmente potuto fare meglio – ha ammesso la capodicastero Karin Valenzano Rossi –. Prendiamo seriamente le preoccupazioni, verranno messi in atto gli accorgimenti a livello tecnico, comprese le infrastrutture a livello di canalizzazioni, per evitare danni alla chiesa. Non mi sono presentata dai firmatari della petizione, come neanche dalla controparte: non volevo essere coinvolta in una diatriba privata». Il messaggio alla fine è stato approvato con 41 si, 8 no e 4 astenuti.

Pasticcio sul voto per la rotonda al Piano Stampa

Sempre in ambito viario, è passato senza sussulti il credito (2,55 milioni) supplementare per la sistemazione dell’importante via Nodivra a Carona e così sarebbe dovuto essere anche con il credito (0,55 milioni) per la realizzazione di una nuova rotonda quale capolinea della Linea S al Piano della Stampa della Tpl. La questione si è complicata tuttavia al momento della votazione, quando i consiglieri comunali della Lega Maruska Ortelli (che non ha votato) e Andrea Sanvido (che ha votato, per errore), pur sedendo entrambi nel Consiglio d’amministrazione della società non hanno abbandonato la sala per conflitto d’interesse. Alla richiesta di Sanvido di ripetere semplicemente la votazione ne è sorta una polemica alla quale ha posto fine il primo cittadino Gian Maria Bianchetti: l’accaduto è stato verbalizzato e la votazione è considerata valida, con rischio di ricorso pendente.

Videocamere nei parchi gioco: sinistra sulle barricate

Le polemiche non sono mancate anche nel capitolo mozioni. A creare bagarre, in particolare, quella interpartitca (primo firmatario il Plr Paolo Toscanelli) che chiede sostanzialmente di introdurre una videosorveglianza nei parchi gioco per evitare atti vandalici, rumori molesti, littering. Per quest’ultimi il Municipio ha ritenuto sproporzionata la richiesta, mentre per i vandalismi propone di valutare la posa di telecamere mobili. Sia la richiesta della mozione sia la proposta più soft dell’esecutivo hanno però portato sulle barricate la sinistra – «La soluzione proposta è repressiva, ci vogliono invece interventi di prevenzione e di prossimità. I problemi si sposteranno altrove dove le telecamere non ci sono» per i socialisti Mattea David, Tessa Prati e Carlo Zoppi, perplessi anche i Verdi Marisa Mengotti e Niccolò Castelli –, ma l’atto parlamentare è stato accolto a larga maggioranza: 38 si, 8 no e 5 astenuti.

Bonaglia, minuto di silenzio... su richiesta

Approvati senza scossoni invece altri messaggi: il Consuntivo 2021 dell’Ente autonomo casa anziani Canobbio-Lugano; il credito (560’000 franchi) per le opere di premunizione in via delle Scuole a Barbengo, necessario per rendere la zona più sicura tramite reti paramassi e altri accorgimenti; il credito (410’000 franchi) per l’acquisto e la sostituzione dei terminali radio Polycom della Polizia cittadina, dato che quelli attuali stanno raggiungendo il limite d’età tecnologica. A inizio seduta sono anche entrati ufficialmente in carica due nuovi consiglieri comunali leghisti: Mauro Gaggini e Christian Tresoldi, al posto di Laura Kämpf e Andrea Censi, mentre il mancato ricordo del recentemente scomparso ex sindaco Benedetto Bonaglia è stato amaramente constatato dalla consigliera Giovanna Viscardi (Plr): «Trovo triste che non sia stato dedicato un minuto di silenzio (poi effettivamente stabilito da Bianchetti, ndr) in entrata a una figura importante del nostro passato».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved