15.11.2022 - 12:00
Aggiornamento: 14:49

Manno vede rosso ma resta ottimista

Pubblicato il preventivo 2023: il Municipio propone al Consiglio comunale di mantenere il moltiplicatore d’imposta al 65%

manno-vede-rosso-ma-resta-ottimista
Ti-Press/Archivio
Una veduta panoramica di Manno risalente a qualche anno fa

Manno prevede ancora un deficit d’esercizio per il 2023. Il risultato negativo ammonta a 1,4 milioni di franchi. Il Comune anche negli anni scorsi indicava cifre rosse. A consuntivo, poi, la situazione è migliorata. Il disavanzo stimato per l’anno prossimo risulta addirittura migliore rispetto a quanto previsto per il 2022 che era pari a 1,6 milioni. Benché il risultato pronosticato preveda cifre rosse, la situazione, si legge nel messaggio, non si discosta da quanto valutato nei preventivi degli anni precedenti e la situazione del Comune è monitorata e resta sotto controllo. Il Municipio evidenzia il miglioramento della previsione del moltiplicatore aritmetico, che passa dall’84% stimato per il 2022, a poco più dell’81% presunto per il 2023. Il Comune dipende fiscalmente per oltre la metà dal gettito delle persone giuridiche (circa il 57%). Un gettito che però, dopo un periodo quadriennale eccezionale (nel 2007 contava più di 23 milioni), ha iniziato a calare fino ai 10,5 milioni nel 2019 (ultimo anno di accertamento del gettito definitivo).

Capitale proprio pari a 26 milioni

Nel confronto tra le due tipologie di gettiti (persone fisiche e persone giuridiche), si nota come la variazione del gettito delle persone giuridiche (nel 2019 pari a -24,5%) sia nettamente più importante rispetto a quello delle persone fisiche (sempre nel 2019 pari a -3,9%). In ogni caso, il significativo capitale proprio accumulato (oltre 26 milioni di franchi) e l’assenza di debito pubblico, consentono al Municipio di proporre il mantenimento del moltiplicatore politico al 65%. Per soddisfare la sostenibilità e continuità del Comune, dei suoi investimenti e di servizi di qualità, la strategia dell’autorità politica è di far capo al capitale proprio piuttosto di ritoccare il moltiplicatore. Il Municipio aggiunge tuttavia che dovrà considerare in seguito quale sarà l’impatto della riduzione, decisa dal Cantone, dell’aliquota sugli utili per le persone giuridiche che è passata dal 9% all’8% nel 2020. L’esecutivo dedicherà attenzione alle aziende insediate nel territorio, organizzando incontri.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved