14.11.2022 - 20:05
Aggiornamento: 16.11.2022 - 19:47

Rivera, un primo bilancio della custodia alternata

L’Associazione ticinese famiglie monoparentali e ricostituite organizza una tavola rotonda sul modello di affido condiviso

rivera-un-primo-bilancio-della-custodia-alternata
Ti-Press/Archivio
Sotto la lente il sistema in vigore da cinque anni

"Custodia alternata: tempo di un primo bilancio?" è il tema della tavola rotonda, programmata lunedì 28 novembre, dalle 13 alle 19 a Rivera (via Cantonale 22, al Centro Rehoboth) e organizzata dall’Associazione ticinese famiglie monoparentali e ricostituite, con il sostegno dell’Ufficio federale del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani e promossa in collaborazione con la Supsi. La custodia alternata, qualche volta chiamata anche affido condiviso o congiunto, è un modello di cura dei figli in cui i genitori vivono separati, ma hanno entrambi la custodia del figlio e se ne prendono cura secondo un calendario prestabilito. Dal 2017, il nuovo diritto di famiglia attribuisce all’autorità competente in caso di divorzio o di separazione il dovere di esaminare, su richiesta di un genitore o del figlio e nell’ottica del benessere del figlio, la possibilità della custodia alternata. Negli ultimi anni tale modello è in lenta ma continua crescita. Tuttavia, le questioni aperte sono numerose è la tavola rotonda vuole essere l’occasione per fare il punto sulla situazione nella Svizzera italiana e permettere uno scambio tra tutti gli attori coinvolti (genitori, pretori, avvocati, membri di Arp, mediatori, sociologi, psicologi, educatori, etc). La partecipazione è gratuita, ma per agevolare l’organizzazione dell’aperitivo finale offerto, viene chiesta l’iscrizione a info@famigliemonoparentali.ch, maggiori informazioni su www.famigliemonoparentali.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved