ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 min

Scontro tra un’auto e un centauro a Vezia

Ferite non gravi per il motociclista scaraventato a terra dall’impatto. Il traffico in via San Gottardo è rimasto perturbato per circa un’ora
Mendrisiotto
19 min

‘Il ‘caso Cerutti’? Per la Sezione Plr la crisi è superata’

Il gruppo di Mendrisio incassa la ‘piena fiducia’ dei vertici cantonali. Alla Direttiva il municipale non c’era. ‘Non ritenevo fosse necessario’
Bellinzonese
21 min

Incidente d’auto a Gnosca: esce di strada e cozza contro un muro

Da una prima valutazione medica l’uomo avrebbe riportato ferite tali da metterne in pericolo la vita. La tratta rimarrà bloccata almeno fino alle 22
Ticino
2 ore

‘Il nostro sistema democratico sta vivendo un momento di crisi’

La capacità di affrontare i cambiamenti e coinvolgere la popolazione è stato il tema del quarto Simposio tra Cantone e comuni
Bellinzonese
2 ore

La valorizzazione della Sponda Sinistra si fa professionale

La Fondazione Valle Morobbia ha assunto Sabrina Bornatico per stimolare e coordinare progetti e iniziative della zona collinare del Comune di Bellinzona
Luganese
3 ore

‘Vogliamo San Martino e San Provino iscritti all’Unesco’

Una petizione chiede che le due manifestazioni rurali siano riconosciute come beni immateriali. Un’iniziativa che parte dal basso, una prima in Svizzera
Locarnese
3 ore

‘Sfruttare la luce per illuminare anche le zone d’ombra’

È l’obiettivo che la Città di Locarno vuole raggiungere grazie alle indicazioni evidenziate nel rapporto della speciale Commissione municipale economia
Mendrisiotto
3 ore

No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media

‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
13.10.2022 - 16:03
Aggiornamento: 19:19

Lugano, attenti ai padroni che non raccolgono i bisognini canini

La Città lancia nel mese di ottobre e novembre una campagna di sensibilizzazione contro la mancata raccolta degli escrementi degli amici a quattro zampe

lugano-attenti-ai-padroni-che-non-raccolgono-i-bisognini-canini
Ti-Press
Per fare tutti contenti

Quanto è grave il problema degli escrementi dei cani lasciati per strada? La Città di Lugano lancia nel mese di ottobre e novembre una campagna di sensibilizzazione contro la mancata raccolta degli escrementi canini da parte dei padroni.

4’600 cani che scodinzolano a Lugano

A Lugano ci sono circa 4’600 cani. Almeno due volte al giorno vengono portati fuori casa per fare i propri bisognini. "In almeno 30 luoghi sparsi in città e nei villaggi circostanti – si legge nel comunicato stampa –, circa 30 padroni non raccolgono le feci dei propri cani. E questo avviene tutti i giorni almeno due volte al giorno. 30 cani su 4’600 possono sembrare poca cosa. Eppure quei 60 escrementi (di 30 cani che escono due volte al giorno) danno fastidio a tutte le persone che passano di lì". E così l’entità del fastidio si eleva in modo esponenziale.

"È imbarazzante dover ricordare a persone per bene che gli escrementi vanno messi nel sacchetto (che poi va chiuso e buttato nel cestino). Il concetto ‘tanto è tutta natura’ non calza per un centro urbano con bambini che giocano, carrozzine, anziani che faticano a deambulare e persone che di corsa vanno in ufficio. Ma non calza neppure per tutti i sentieri fuori città, percorsi quotidianamente da escursionisti, jogger o da chi semplicemente vuole fare una passeggiata". Quindi, ci si domanda: "Costa così tanta fatica raccogliere la pupù del proprio cane? Quanto costi non farlo ("se ti beccano") lo sappiamo: almeno 300 franchi di multa".

Calpestare la ‘emme’ non porta solo fortuna

"Molti sono i punti di vista con cui si può leggere una città. La si può leggere per la sua demografia, per i posti di lavoro che offre, per i parchi, ma anche per la quantità di scarti che produce e, nello specifico, per la quantità di escrementi di cane che si trovano nei luoghi pubblici. Tra escrementi sui marciapiedi, nei giardini e lungo i sentieri, chi vive a Lugano negli ultimi anni avrà notato un peggioramento della situazione".

Con una campagna di sensibilizzazione, la Città di Lugano vuole invitare i proprietari di cani a comportarsi civilmente verso gli altri, verso le persone che camminano per le strade e visitano i parchi dopo che ci è passato il loro cane, e verso gli altri padroni, quelli che, coscienziosi, raccolgono sempre gli escrementi. Insomma, "che calpestare la ‘emme’ porti bene lo dicono solo quelli che hanno la fortuna di avere ancora le scarpe pulite".

Non solo multe in vista

Oltre alle multe, sono previste diverse misure di comunicazione contro il problema. Una lettera raggiungerà nei prossimi giorni tutti i proprietari di cani registrati a Lugano; sui social e per le strade della città corre la campagna con video, manifesti e con una performance dal sapore giocoso, ma dal risultato che è lì tutto da vedere su www.facebook.com/lhaifattagrossa.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved