Luganese
14.09.2022 - 09:00
Aggiornamento: 16.09.2022 - 18:56

I pomi d’oro: omaggio foto-gastronomico alla mela

Una mostra fotografica è in programma dal 21 settembre nella Limonaia di Villa Saroli, a Lugano

i-pomi-d-oro-omaggio-foto-gastronomico-alla-mela
La locandina

Il prossimo 21 settembre, in relazione al progetto di recupero e valorizzazione delle antiche varietà frutticole locali, le associazioni ProFrutteti e Casacattaneo Incontri propongono la mostra fotografica "I pomi d’oro" a cura di Giuseppe Pennisi, che rimarrà aperta fino a venerdì 30 settembre alla Limonaia di Villa Saroli a Lugano, tutti i giorni dalle 15 alle 19 (per visite fuori dagli orari contattare lo 078 975 11 40). È prevista una ‘vernice in musica’ il 21 settembre alle 18 con la presentazione "Fotografia su vetro con foglia d’oro" con Giuseppe Pennisi e "Antiche varietà fruttifere in mostra" con Muriel Hendrichs. La visita alla mostra sarà accompagnata dalle note di Manuel Beyeler. Seguirà un piccolo rinfresco.

Il 27 settembre alle 18 sempre nella Limonaia di Villa Saroli, l’alberoteca propone un viaggio alla scoperta dei saperi e dei sapori dei frutti antichi, con la degustazione di alcune varietà di mela accompagnate da qualche stuzzichino e dalle bollicine sostenibili dello spumante di mela éppôl. Iscrizioni: info@ alberoteca.ch (45 franchi; posti limitati).

Pochi sanno che, si legge in un comunicato "sono oltre 200 le varietà di mele antiche, recuperate e conservate grazie al lavoro di ProFrutteti: un patrimonio frutticolo davvero unico ricevuto in eredità dalle generazioni che hanno vissuto vicine alla terra e ai suoi frutti. Siamo all’ombra di un albero oggi, perché qualcuno ha deciso di piantarlo molto tempo fa".

Nel metaforico cesto trovano il loro posto la pòm piatt, pòm rossin, la ruggine arancina, la mela sona, la mela campana e la ruggine d’autunno. Queste e altre varietà saranno al centro della mostra fotografica "i pomi d’oro", che intende omaggiare tutte le persone che hanno innestato, tramandato e custodito la biodiversità frutticola locale. L’unicità dei frutti viene immortalata con un gioco di luci capace di metterne in risalto le loro infinite sfumature.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved