ULTIME NOTIZIE Cantone
Grigioni
56 min

Frana in Val Calanca: sgombero a pieno regime

Le previsioni meteo potrebbero compromettere la riapertura della strada attesa per la fine di settimana
Luganese
13 ore

Campione d’Italia in versione Natale 2022 fra musica e doni

Doppio appuntamento, giovedì 8 e domenica 18 dicembre, nell’enclave con la ‘Casa di Babbo Natale’ e tanto altro
Luganese
15 ore

I pompieri di Melide celebrano Santa Barbara

Patrona di minatori e vigili del fuoco; la cerimonia si è svolta presso la sede intervento Ffs
Locarnese
16 ore

Moghegno, 14esima edizione della Via dei presepi

Da domenica al 6 gennaio saranno esposte al pubblico, nelle pittoresche vie del nucleo, 25 natività realizzate con tecniche e materiali tra i più svariati
Bellinzonese
16 ore

Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre

Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
16 ore

Mappo-Morettina, si rifà la segnaletica orizzontale

Per consentire i lavori la galleria stradale verrà chiusa al traffico la notte da domenica 11 dicembre a venerdì 16. Il traffico passerà dalla cantonale
Mendrisiotto
16 ore

Balerna, l’Acp cessa l’attività con una festa

L’Associazione cultura popolare chiuderà definitivamente a fine dicembre dopo 46 anni. Il 16 dicembre un evento pieno di sorprese
Locarnese
16 ore

Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale

Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
05.09.2022 - 18:10
Aggiornamento: 09.09.2022 - 18:04

Lugano: 2,3 milioni per un terreno in centro a Pazzallo

La stragrande maggioranza dell’importo andrebbe al proprietario della particella. Obiettivo: realizzare un parcheggio o un luogo d’incontro

a cura di Red.Lugano
lugano-2-3-milioni-per-un-terreno-in-centro-a-pazzallo
Ti-Press/Archivio
La particella è nel nucleo, nei pressi dell’ex casa comunale

A Pazzallo potrebbe sorgere un nuovo parcheggio o una altrettanto nuova area d’incontro. Ma, affinché questo avvenga, è necessario spendere 2,3 milioni di franchi per comprare un terreno. Si tratta della particella 104, situata nel nucleo del quartiere, vicino all’ex casa comunale, e per acquistarla il Municipio ha appena licenziato un messaggio con la richiesta di credito. La quasi interezza della somma (2,25 milioni) è destinata al proprietario del sedime, il denaro restante (50’000 franchi) per le spese notarili.

Nel messaggio si ripercorre il (lungo) iter del dossier: l’attuale Piano regolare pone un vincolo di espropriazione su un’area di 1’316 metri quadrati per la realizzazione di un posteggio. La maggior parte del terreno in questione rientra sotto questo vincolo, mentre il parcheggio toccherebbe ulteriori 132 metri quadrati adiacenti. Un progetto facente parte del Piano regolatore già dal 1986, assieme a quello di un altro parcheggio in due fondi vicini. Tuttavia, quest’ultimo venne poi abbandonato con l’aggregazione in quanto uno studio concluse che due posteggi sarebbero stati in esubero. Nel 2008 il Municipio di Lugano ha dunque licenziato un primo messaggio con la richiesta di credito per l’esproprio parziale del terreno in questione, poi ritirato però perché lo si intendeva sostituire perché era stato trovato un accordo per la stipulazione di un diritto di compera. Nel 2011 il Consiglio comunale (Cc) ha poi approvato un messaggio con due crediti: 620’000 franchi per l’acquisto di parte del fondo e 709’000 per la progettazione del posteggio. Lo stesso anno, sempre il legislativo approvava 1,815 milioni per l’edificazione.

Tuttavia, nel 2019 il Tribunale cantonale amministrativo annulla la licenza edilizia concessa dal Comune: in tal modo non si procede con l’edificazione e decade l’acquisto vincolato alla crescita in giudicato della licenza. Ciononostante, ora l’esecutivo torna in Cc perché ritiene importante l’acquisto del suddetto terreno, attorniato da sedimi già in mano pubblica: da un lato si potrebbe procedere finalmente alla realizzazione del posteggio, dall’altro, se questo non dovesse accadere, procedere con la costruzione di un luogo d’incontro che di fatto risulta assente nel quartiere.

L’importo del credito, si sottolinea, è il frutto di una perizia che il Municipio ha fatto allestire nel 2020 e di trattative durate diversi mesi con il proprietario, sfociate in: 2,25 milioni di prezzo d’acquisto, un diritto di abitazione vita natural durante a suo favore che tuttavia decadrebbe se questi si trasferisse, la manutenzione ordinaria e straordinaria a suo carico dell’intera proprietà. E non vi saranno vincoli legati al Piano regolatore, per quanto riguarda l’acquisto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved