ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
32 min

Il Museo dei fossili di Meride spegne dieci candeline

Tra esperienze multimediali e una nuova teca terrestre, il direttore Luca Zulliger si prepara per le porte aperte d’anniversario
Locarnese
3 ore

Un fuoristrada, un gatto e l’amore per la (nuova) vita

Grazie al piacere nel viaggiare assieme al suo fedele Jek, il locarnese ‘Jonni’ è riuscito a riprendersi dopo un tragico incidente in cui è quasi morto
Ticino
3 ore

Salario minimo non adeguato all‘inflazione, Durisch: ‘Contesto!’

Il capogruppo Ps dopo la decisione del governo: ‘Assurdo, è una manovra per non arrivare all’ultima forchetta nel 2025: non sta né in cielo né in Terra’
Luganese
9 ore

Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili

Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.
Locarno
10 ore

Incrocio del Debarcadero,via libera alla sistemazione

Passa in Consiglio comunale anche la progettazione definitiva degli spazi pubblici del centro urbano
Luganese
10 ore

Morcote allacciata all’impianto di depurazione del Pian Scairolo

Tra i progetti previsti dal Consorzio l’abbattimento di microinquinanti e l’utilizzo di energie alternative
Ticino
12 ore

‘Quell’iniziativa è superata dagli eventi’

Consiglio della magistratura, così la commissione parlamentare: Assemblea dei magistrati e Gran Consiglio hanno nel frattempo designato il nuovo Cdm
Gallery
Mendrisiotto
13 ore

Volto coperto e armati: commando irrompe in una abitazione

In cinque rapinano una casa privata a Novazzano. Immobilizzate le persone all’interno, gli autori del ‘colpo’ si sono poi dati alla fuga
Ticino
13 ore

‘Riconoscimento del carovita così come proposto dal governo’

Risoluzione della sezione ticinese della Federazione svizzera funzionari di polizia
Bellinzonese
14 ore

Airolo ha omaggiato i suoi 18enni

Il ricevimento ufficiale organizzato dal Municipio si è tenuto sabato 26 all’Infocentro A2 Gottardo Sud
Bellinzonese
14 ore

‘Raccontami una storia in ucraino’ a Bellinzona

L’attività promossa dalla biblioteca interculturale BiblioBaobab si terrà mercoledì 30 novembre dalle 10 alle 11 nella sua sede
02.09.2022 - 18:33
Aggiornamento: 07.09.2022 - 17:58

Lotta alla povertà, Lugano punta su progetti a lungo termine

A breve partirà una nuova campagna di sensibilizzazione rivolta a giovani, neopensionati e famiglie con consigli mirati

lotta-alla-poverta-lugano-punta-su-progetti-a-lungo-termine
archivio Ti-Press
Ecco cosa viene fatto a Lugano

La Città di Lugano sta lavorando con progetti a lungo termine per contrastare la povertà. Sollecitato da un’interrogazione di Raoul Ghisletta (Ps) e cofirmatari, il Municipio cita "il ruolo dei servizi extrascolastici a sostegno della conciliabilità lavoro-famiglia per favorire un rientro nel mondo del lavoro". Per la ricerca dell’occupazione, i servizi Luganonetwork e Spazio lavoro "assistono con una consulenza individuale i domiciliati nella ricerca di impiego, momenti formativi, supporto alla redazione di dossier di candidatura, ma anche supporto per la formazione". Si sta inoltre "intensificando il lavoro a favore del rafforzamento delle competenze di base, in particolare digitali, in considerazione del fatto che molte persone mostrano di avere difficoltà in materia e rischiano di restare escluse". Il Municipio annuncia inoltre che a breve "partirà una nuova campagna di sensibilizzazione rivolta a giovani, neopensionati e famiglie con consigli mirati". La Città, si sottolinea, "sta investendo molto sulla prevenzione con i giovani per rafforzare la formazione ed evitare che in futuro queste persone debbano ricorrere all’assistenza". I dati riguardanti il tasso di aiuto sociale per i minorenni a Lugano non sono disponibili (la pubblicazione annua riporta i dati cantonali e non a livello di Città). Per il Municipio "si può presupporre che Lugano segua l’andamento cantonale". Nel 2021 l’andamento cantonale ha mostrato un miglioramento della situazione attestandosi al 3,3 per cento (-0,2% rispetto al 2020).

Il supporto alle famiglie

Per contribuire a togliere dalla povertà e dall’assistenza le famiglie con figli minorenni a carico, il Cantone – con il supporto dei Comuni – elargisce le prestazioni assistenziali e i vari aiuti tramite la Legge armonizzazione prestazioni sociali (Laws). La Città di Lugano "interviene complementariamente e lo fa in maniera importante grazie al Regolamento sociale, sostenendo le persone in difficoltà economica per coprire diverse tipologie di spesa". Tra gli interventi il Municipio cita la copertura delle spese per colonie, attività extrascolastiche e sportive "che permettono a bambini e ragazzi di mantenere l’integrazione sociale" e le spese dentarie per apparecchi. "Il supporto viene dato poi alla famiglia in generale a copertura di arretrati per l’affitto e spese accessorie o spese diverse da approfondire in consulenza con i collaboratori dell’Ufficio intervento sociale".

Curatele e assistenza sociale

A fine 2021 a Lugano erano attive 990 curatele (15 di sostegno, 736 di rappresentanza, 122 di cooperazione e 127 generali), di cui 136 gestite dal Servizio accompagnamento sociale. Dove sono attivi i curatori professionisti, "il Servizio si occupa di casi complessi, spesso psichiatrici, per i quali si necessitano diverse figure di sostegno". Il Municipio precisa inoltre che "il Servizio accompagnamento sociale non gestisce curatele unicamente di sostegno, le stesse sono di norma gestite da curatori privati, pagati tramite mercedi dall’Arp con tariffa oraria che varia a dipendenza della complessità del caso". Per questo "il Municipio ha adottato la strategia d’incrementare regolarmente il numero di professionisti al Servizio accompagnamento sociale con l’obiettivo di ridurre nel tempo i casi complessi a curatori privati a favore di professionisti che costano meno rispetto ai privati quando il caso è complesso e necessita di una rete fitta e di interventi quotidiani". Le segnalazioni che arrivano agli assistenti sociali "sono sempre più numerose": nel 2019 la media delle segnalazioni mensili si attestava a 5,83; nel 2020 a 12 e nel 2021 a oltre 21. Un incremento "dovuto al fatto che spesso gli assistenti sociali fanno da prima antenna e prima consulenza, ma non tutte le segnalazioni sfociano in una presa a carico a medio-lungo termine".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved