ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora

Lavori forestali, nelle selve degli appalti

Per decidere su un concorso nel Basso Distretto ci sono voluti due bandi e tre sentenze. E (forse) non è ancora finita
Ticino
1 ora

Cantonali ‘23, Marchesi: ’Mi candido per entrare in governo’

Il presidente Udc, in un‘intervista a ‘laRegione’, ufficializza la discesa in campo: ’In Consiglio di Stato meno famiglia Mulino Bianco e più dinamismo’
Luganese
7 ore

Lugano, Lalia non slega il legislativo

I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
8 ore

Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione

Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
Ticino
9 ore

Detenuti e misure terapeutiche, il parlamento accelera

Presto una mozione delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’. Durisch: ora il trattamento in carcere non funziona, urge un reparto di psichiatria forense
Bellinzonese
9 ore

In arrivo sei aule prefabbricate per i bambini della Gerretta

Bellinzona: accolta la clausola d’urgenza e bocciato l’emendamento che chiedeva di riattivare le vecchie scuole di Molinazzo e Daro
Bellinzonese
10 ore

Daro, ecco i soldi: parte la ricostruzione di via ai Ronchi

Il Cc ha votato l’anticipo di 2,45 milioni. La Città pretende il risarcimento dal proprietario del cantiere edile all’origine del crollo
Luganese
11 ore

AlpTransit verso sud, Lugano picchia i pugni contro Berna

Votata all’unanimità la risoluzione extra-Loc che critica il progetto di Berna di tagliare la Neat e chiede di proseguire il tracciato fino al confine
24.07.2022 - 18:21

Povertà a Lugano: nuove regole sulle prestazioni comunali

Il Municipio propone la modifica sostanziale delle norme per accedere al sostegno in ambito sociale a favore di alcune categorie svantaggiate

di Red.Lugano
poverta-a-lugano-nuove-regole-sulle-prestazioni-comunali
Ti-Press/Archivio
Gli esterni di Palazzo Civico

"L’importanza dell’aiuto sociale a livello comunale è data non solo dalle misure monetarie ma anche dalla prossimità che l’ente locale intrattiene con la cittadinanza, fondamentale in un percorso di accompagnamento o di bilancio personale, in quanto favorisce l’entrata in relazione con gli utenti". Questo è un passaggio del messaggio licenziato dal Municipio di Lugano che concerne il nuovo Regolamento sulle prestazioni comunali in ambito sociale della Città. Un messaggio nel quale si legge che le modifiche da introdurre sono emerse dall’esperienza di questi anni legata all’attività gestita, in base alle prestazioni erogate a Lugano, ma anche delle prestazioni cantonali definite secondo la Legge sull’armonizzazione e il coordinamento delle prestazioni sociali. Non solo. L’ultima analisi sulla povertà commissionata allo studio Tiresia, presentata nel marzo 2021, ha messo in evidenza la necessità di proporre misure innovative di inserimento professionale a sostegno di alcune categorie svantaggiate.

Gli altri ambiti di potenziale intervento

Oltre al tema dell’occupazione, ci sono altri potenziali ambiti di intervento, che riguardano le famiglie, le pari opportunità educative e formative, il sostegno alla prima infanzia, l’integrazione sociale e professionale, la formazione degli adulti, l’alloggio e l’indebitamento eccessivo. Il Municipio sottolinea l’importanza, "dell’aiuto sociale a livello comunale che è dato non solo dalle misure monetarie ma anche dalla prossimità che l’ente locale intrattiene con la cittadinanza, fondamentale in un percorso di accompagnamento o di bilancio personale, in quanto favorisce l’entrata in relazione con gli utenti". I servizi cittadini sono attivi grazie alla consulenza di LuganoNetWork, che si avvale delle collaborazioni con aziende partner del territorio, ed è affiancato dallo Spazio lavoro, a supporto della ricerca attiva di impiego. Il Servizio di prossimità cittadino, invece, predispone l’accompagnamento educativo in un’ottica preventiva al disagio rivolto a giovani e giovani adulti. A sostegno dell’occupazione è stata aumentata l’offerta di attività di utilità pubblica per l’inserimento socio-professionale di persone in assistenza sociale. Rispetto alle pari opportunità, si legge nel messaggio "grazie all’offerta di servizi, con costi stabiliti in base al reddito, per conciliare lavoro e famiglia (nidi di infanzia comunali e l’aiuto finanziario ai nidi privati, i servizi extrascolastici per bambini dai 3 ai 10 anni, con l’asilo prolungato, la mensa e il doposcuola), le colonie estive diurne e quelle residenziali stagionali".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved