01.06.2022 - 17:03
Aggiornamento: 17:43

Polo sportivo a Lugano, l’unico che può ricorrere è Pelli

Il Municipio conferma la notizia e precisa le tempistiche del rilascio delle quattro licenze edilizie relative all’infrastruttura di Cornaredo

polo-sportivo-a-lugano-l-unico-che-puo-ricorrere-e-pelli
Città di Lugano/laRegione
Il rendering del progetto. Alcuni lavori dovrebbero cominciare alla fine dell’estate (ricorsi permettendo)

Come anticipato ieri sera dal presidente della sezione Ppd di Lugano e consigliere comunale Paolo Beltraminelli, il Municipio di Lugano conferma di avere notificato negli scorsi giorni le quattro licenze edilizie attinenti al progetto del Polo sportivo e degli eventi (Pse) del quartiere di Cornaredo. Il formale rilascio della Città significa che sono state evase (negativamente) le due opposizioni presentate dal consigliere comunale Plr Fulvio Pelli, contro il Piano di quartiere e i contenuti ‘corona’. Come previsto dalla procedura edilizia, tecnicamente, è proprio soltanto l’avvocato Pelli ad avere facoltà – entro 30 giorni dalla notifica – di interporre ricorso al Consiglio di Stato, contro le decisioni adottate dal Municipio di Lugano.

Via libera al Piano di quartiere

Nella nota diramata dell’esecutivo, si rende noto che la licenza edilizia per la variante del Piano di quartiere relativo ai mappali 2083, 1780 e 2863 RFD di Lugano, in via Ciani, è stata approvata a Palazzo civico nella seduta del 5 maggio e inviata l’11 maggio. Nella seduta del 12 maggio, invece, il Municipio ha rilasciato le altre due licenze edilizie: per la demolizione della tribuna Est e la costruzione dell’Arena sportiva e del Palazzetto dello sport sui mappali citati, in via Trevano/via Ciani. Le licenze edilizie sono state inviate il 17 maggio. La licenza edilizia per la demolizione della tribuna Ovest e la costruzione dei manufatti, denominati contenuti ‘corona’ (amministrativi, commerciali e residenziali) sui mappali citati è stata rilasciata nella seduta del 25 maggio e inviata oggi 1° giugno. Come noto, si tratta del blocco servizi, delle due torri e dell’edificio Ovest con relativi autosili, e dell’edificio Sud.

Leggi anche:

Lugano, rilasciate le quattro licenze per il Polo sportivo

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved