ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
4 ore

Lugano, Lalia non slega il legislativo

I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
4 ore

Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione

Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
Ticino
6 ore

Detenuti e misure terapeutiche, il parlamento accelera

Presto una mozione delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’. Durisch: ora il trattamento in carcere non funziona, urge un reparto di psichiatria forense
Bellinzonese
6 ore

In arrivo sei aule prefabbricate per i bambini della Gerretta

Bellinzona: accolta la clausola d’urgenza e bocciato l’emendamento che chiedeva di riattivare le vecchie scuole di Molinazzo e Daro
Bellinzonese
7 ore

Daro, ecco i soldi: parte la ricostruzione di via ai Ronchi

Il Cc ha votato l’anticipo di 2,45 milioni. La Città pretende il risarcimento dal proprietario del cantiere edile all’origine del crollo
Luganese
7 ore

AlpTransit verso sud, Lugano picchia i pugni contro Berna

Votata all’unanimità la risoluzione extra-Loc che critica il progetto di Berna di tagliare la Neat e chiede di proseguire il tracciato fino al confine
Bellinzonese
7 ore

Giubiasco, 14 anni dopo luce verde alla centrale a biogas

Il Cc di Bellinzona ha avallato l’operazione lanciata dall’Amb con la Sopracenerina per un impianto che costerà quasi 27 milioni
Mendrisiotto
7 ore

Clinica psichiatrica, alla sbarra un 18enne accusato di stupro

La vicenda si sarebbe consumata a Mendrisio tra due pazienti, entrambi sotto l’influsso dei medicamenti. Il processo è previsto per ottobre
Bellinzonese
8 ore

Ex sindaco condannato per impiego di stranieri senza permesso

Pena pecuniaria sospesa per un 68enne, già alla guida di un Municipio leventinese, reo di aver ingaggiato un cittadino serbo non autorizzato a lavorare
Bellinzonese
8 ore

Una giornata di festa a Personico il 1° ottobre

La organizzano il Patriziato e la Pro con pranzo e bancarelle
Bellinzonese
9 ore

Le donne nella polizia, esercito, protezione civile e pompieri

Soroptimist organizza una tavola rotonda martedì 4 ottobre dalle 18.30 alle 20 nell’auditorium della Scuola cantonale di commercio a Bellinzona
Ticino
9 ore

‘C’è un problema di mobbing all’Ufficio del sostegno sociale?’

Lo chiede in un’interpellanza il deputato leghista Massimiliano Robbiani. ‘La capoufficio è all’altezza del compito di conduzione attribuitole?’
Mendrisiotto
9 ore

Chiasso, la Smac offre nuovi corsi per tutte le età

Dalle lezioni di fumetto al teatro, dallo yoga alla musica in gruppo. Per ogni attività la prima lezione è gratuita.
10.05.2022 - 18:39
Aggiornamento: 19:02

Polizia unica, il Luganese: ‘Non rispecchia le esigenze’

La Conferenza dei capidicastero delle sette Polizie comunali della regione prende posizione a sostegno della prossimità

polizia-unica-il-luganese-non-rispecchia-le-esigenze
Ti-Press
Nel Luganese il progetto non piace

"Un’accelerazione che non rispecchia le esigenze e le aspettative del nostro territorio e della sua popolazione". A stroncare, di fatto, il progetto di Polizia unica è la Conferenza consultiva sulla sicurezza della Regione III, ossia del Luganese. Non i Comandi delle sette Polizie comunali, bensì i capidicastero. Si tratta dunque di una presa di posizione politica. E non di un territorio come un altro, bensì del distretto più popoloso del cantone, che con i suoi 150’000 abitanti circa ha la stessa popolazione dell’intero Sopraceneri.

«Questo comunicato è semplicemente l’espressione dell’opinione delle Polizie strutturate del Luganese e della Polizia polo – spiega la presidente della Conferenza, Karin Valenzano Rossi –, in seguito a delle considerazioni emerse durante una recente riunione, avvenuta in concomitanza con la riattivazione delle discussioni sul tema. Quella sera sono emersi diversi malumori, perché la discussione sulla Polizia unica è stata di fatto rilanciata ma prima che venisse presentato il rapporto (che sarà redatto dal gruppo ‘Polizia ticinese’ e dovrebbe essere pronto per la prima metà di giugno, ndr) specifico per l’elaborazione di un progetto di ‘polizia ticinese in stretta collaborazione’. In molti hanno pensato che si stesse mettendo il carro davanti ai buoi. Per questo motivo si è sentita l’esigenza di manifestare la contrarietà, di far sentire stavolta la nostra voce, senza aspettare».

A breve il rapporto

La «riattivazione delle discussioni sul tema» alla quale fa riferimento la municipale luganese è relativa proprio a un servizio della ‘Regione’, nel quale favorevoli e contrari hanno preso posizione a seguito delle prime audizioni effettuate dalla Commissione giustizia e diritti sull’iniziativa parlamentare allestita dal granconsigliere Raoul Ghisletta (Ps) depositata nel dicembre 2020 e che chiede in estrema sintesi la costituzione di un unico Corpo di polizia: la Polcantonale. Relatore dell’iniziativa è Giorgio Galusero (Plr), che si è espresso favorevolmente, prima tuttavia che il gruppo ‘Polizia ticinese’ abbia presentato il proprio rapporto. Questo gruppo è stato sentito dalla Commissione ed è composto dal direttore del Dipartimento istituzioni Norman Gobbi, dal segretario generale e coordinatore del Dipartimento Luca Filippini (che coordina anche il gruppo), e dal capitano Elia Arrigoni che guida i Servizi generali della Polizia cantonale. Galusero ha evidenziato che il Ticino è il cantone con il maggior numero di poliziotti pro capite e che il numero di agenti operativi delle Polcom negli ultimi dieci anni circa è aumentato del 70%, a fronte di un 15% della Polcantonale.

‘Preoccupati per la prossimità’

Dichiarazioni alle quali ha replicato con fermezza Orio Galli, presidente dell’Associazione delle Polizie comunali ticinesi, che ha ricordato che «le Polizie comunali conoscono la realtà del territorio in cui operano, le dinamiche e la mentalità locali. Un conto è fare l’agente a Lugano, un altro è farlo ad Airolo». Considerazioni evidentemente condivise dalla Regione III: «Sì, siamo preoccupati soprattutto per il mantenimento della prossimità» conferma Valenzano Rossi. Nella nota si evidenzia che dal rapporto ci si attende piuttosto "una nuova e migliore ripartizione di competenze tra la Polizia cantonale e le Comunali, riconoscendo ed evidenziando il primato e le peculiarità dell’attività di queste ultime nell’ambito della prossimità e proponendo anche l’assunzione da parte delle stesse di competenze di Polizia giudiziaria nel campo della microcriminalità. Una proposta innovativa che aggiorna e valorizza sia gli sforzi organizzativi e finanziari operati dai Comuni in questi anni sia la figura degli agenti di polizia formati".

Fuga in avanti nel Sopraceneri?

E proprio quest’ultimo aspetto è uno dei motivi del mal di pancia delle Polcom luganesi. Nell’ambito della temuta accelerazione verso la Polizia unica, si segnalano "alcuni progetti pilota con un’improvvisa assegnazione di compiti di agenti di polizia formati ad assistenti che non dispongono di adeguata formazione con le relative competenze". Un aspetto che preoccupa la Regione III, e che secondo nostre informazioni riguarderebbe in particolare un Corpo di polizia del Sopraceneri, e che certamente sarà al centro del dibattito nelle prossime settimane.

Leggi anche:

Polizia unica? In parlamento torna il controverso dossier

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved