ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

Chiesa: ‘Poco sociali? Le nostre iniziative aiutano i cittadini’

Il presidente nazionale dell’Udc risponde alle critiche mosse da Claudio Zali, che ritiene Piero Marchesi e l’Udc interessati al suo seggio
Mendrisiotto
2 ore

Monte, inaugurati gli interventi del progetto intergenerazionale

Tre anni di lavoro e mezzo milione di franchi per la realizzazione di opere architettoniche volte a migliorare la qualità di vita delle persone anziane
Ticino
6 ore

Il 30% degli anziani ticinesi fa fatica ad arrivare a fine mese

È quanto emerge da uno studio di Pro Senectute, che riconosce quello a Sud delle Alpi come il dato più alto in Svizzera. E scatta subito l’interpellanza
Bellinzonese
6 ore

Violenza domestica, serata pubblica a Bellinzona

Mercoledì 12 ottobre interverranno Giorgio Carrara (Polizia cantonale), Frida Andreotti (Divisione giustizia) e l’avvocato Roberta Soldati
Bellinzonese
6 ore

Scuola bandistica del Bellinzonese, al via le lezioni d’assieme

Si apre la trentesima stagione dei corsi formativi
Bellinzonese
7 ore

Torna Poesia Curzútt, con Francesca Matteoni e Yari Bernasconi

Appuntamento per venerdì 14 ottobre
Locarnese
7 ore

‘A stanare prede nella notte’, gruppo di bracconieri nei guai

Alcuni cacciatori della regione sono finiti sotto inchiesta per illeciti venatori. Sequestrate armi modificate e un consistente bottino di catture
Luganese
9 ore

La Peonia del Generoso per lo stemma di Val Mara

Presentato il simbolo del nuovo Comune, nato dalla fusione di Maroggia, Melano e Rovio. Il Consiglio comunale approva i nuovi regolamenti comunali
Locarnese
10 ore

Ascona, per 6 mesi lavori allo svincolo San Materno

Messa in sicurezza degli attraversamenti stradali e nuova pavimentazione le opere previste
Bellinzonese
15 ore

Camorino, auto in fiamme sullo svincolo della A2

Il fatto è avvenuto ieri sera poco prima delle 23. Non si registrano feriti o intossicati
24.04.2022 - 18:25
Aggiornamento: 25.04.2022 - 18:27

Campione: sanità ticinese, con partecipazione dei cittadini

In dirittura d’arrivo l’accordo sul futuro utilizzo dei servizi medici e infermieristici cantonali da parte degli abitanti dell’enclave

di Marco Marelli
campione-sanita-ticinese-con-partecipazione-dei-cittadini
Ti-Press
Il sindaco di Campione d’Italia, Roberto Canesi

«Siamo in buona salute», afferma convinto Roberto Canesi, sindaco di Campione d’Italia. Ed essere in buona salute è decisamente confortante per i campionesi, in quanto non dovranno far ricorso alle cure sanitarie. Soprattutto alle strutture ticinesi, come è sempre stato. Solo che i cittadini dell’enclave da inizio maggio non dovrebbero più potersi curare in Svizzera, così come previsto dall’ordinanza del luglio 2020 della Giunta regionale lombarda, in cui si parla di "ricondurre nell’ambito della programmazione regionale l’erogazione di maggiori prestazioni e servizi a favore dei cittadini di Campione d’Italia" (ridotto all’osso: stop a strutture ospedaliere, ambulatori e anche medici privati svizzeri, ndr)". Insomma, stop all’assistenza sanitaria ticinese.

Status quo fino al 30 aprile 2023

«Comprendo la preoccupazione dei miei concittadini allarmati da notizie infondate in quanto non è vero che in maggio cesseranno le cure in Ticino – precisa tuttavia il sindaco dell’enclave –. Durante gli incontri con Regione Lombardia, e più specificatamente con l’assessorato al welfare e con le autorità ticinesi, abbiamo trovato una soluzione». Ma in cosa consiste questo accordo scaccia pensieri per gli allarmati campionesi? «Non posso fornire i dettagli dell’accordo in quanto deve ancora essere tradotto in una delibera regionale che la Giunta Fontana ha in calendario di approvare nella seduta di mercoledì 27 aprile. Qualcosa però posso dire. Innanzitutto, l’accordo prevede l’attuale situazione sino al 30 aprile 2023: periodo che consideriamo alla stregua di una fase sperimentale. Un anno quindi per capire se quanto previsto potrà essere la soluzione definitiva. Inoltre, nella futura spesa sanitaria è prevista una compartecipazione dei campionesi».

A Campione una ‘Casa di comunità’ con servizi medici

Innanzitutto, spiega Canesi, una quota fissa, poi un ticket per alcune prestazioni. In quale misura? «In attesa dell’atto formale da parte della Giunta regionale ritengo opportuno non rispondere alla domanda. Assicuro comunque che sia la quota fissa che i ticket saranno costi sostenibili per i campionesi. Si terrà conto di coloro che si trovano in difficoltà economiche. Il modello al quale ci siamo riferiti è quello previsto per i cittadini Aire. La decisione di prevedere una compartecipazione nella spesa sanitaria va intesa come una responsabilizzazione dei cittadini, considerato che in passato non sono mancati gli abusi». Un accordo che prevede anche un rafforzamento nell’enclave dei servizi sanitari di base con l’attivazione di una Casa di comunità e con la presenza di medici per la continuità assistenziale. Lo scopo è quello di fare da filtro alle cure specialistiche e ospedaliere, per ridurre costo complessivo dell’assistenza sanitaria ai campionesi.

E a questo proposito è bene ricordare che il ‘sistema Campione’ è andato in crisi nel momento in cui i costi sono schizzati verso l’alto per diventare insostenibili. Basti dire che, come ha fatto sapere il sottosegretario alla Sanità Andrea Costa, per il periodo 2004-2018 il Ministero della Salute ha pagato all’ente assicurativo svizzero qualcosa come 90 milioni e 901’000 euro, dei quali quasi 50 milioni a carico di Regione Lombardia, che da parte sua ha emesso nei confronti del Comune di Campione d’Italia un decreto ingiuntivo per 87 milioni di euro. Una patata bollente per ora senza soluzione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved