ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
2 ore

Nasce a Chiasso l’associazione che promuove lo Street food

Professionisti del settore uniscono le forze per organizzare eventi in tutto il Cantone a partire dalla primavera
Locarno
2 ore

La città cresce. Il Municipio vuole un ‘Programma di azione’

Palazzine in costruzione e progetti per decine di appartamenti, tra rischi e opportunità. L’analisi del capo dicastero sviluppo economico e territoriale
Luganese
10 ore

A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale

Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
14 ore

Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi

Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
15 ore

Si torna a fare il pieno in Ticino

Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
15 ore

Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda

Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
15 ore

Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa

Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Locarnese
15 ore

Corsi 2023 dell’Associazione per l’infanzia e la gioventù

Nella sede di Locarno, tedesco e inglese. Ma anche tutoring per dislessia e discalculia
Locarnese
15 ore

Scuola medico-tecnica a Locarno, pomeriggio informativo

Per aspiranti assistenti di studio medico o studio veterinario e per i futuri guardiani di animali
Grigioni
16 ore

Il Parco Val Calanca è realtà

Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
Bellinzonese
17 ore

‘L’unico neo di una tre-giorni riuscita’

L’alterco della serata d’apertura non rovina i bagordi carnascialeschi di Cadenazzo. Bottinelli: ‘Pienone nella ‘replica’, andata liscia come l’olio’
Gordola
17 ore

Aumentare i contributi per gli abbonamenti ai trasporti pubblici

Una mozione per chiedere al Municipio d’introdurre un regolamento con sussidi dal 20 al 50 per cento
laR
 
28.04.2022 - 05:25
Aggiornamento: 18:43

Cantiere Pse: l’Atletica Lugano si allenerà a Tesserete

Trovato un accordo fra la società sportiva cittadina e il Comune di Capriasca: la convenzione sarà in vigore dal 1° marzo 2023 al 31 dicembre 2025

cantiere-pse-l-atletica-lugano-si-allenera-a-tesserete
Ti-Press
Una buona soluzione provvisoria

Un ostacolo in meno sul percorso del Polo sportivo e degli eventi (Pse) di Lugano. Nel giorno della posa della prima pietra al Maglio, dove verranno spostati i campi di calcio minori di Cornaredo, apprendiamo che è stata trovata una soluzione per la Società di atletica di Lugano (Sal). Quest’ultima, a causa del cantiere del Pse, non avrebbe più parzialmente potuto allenarsi a Cornaredo, compromettendo l’operatività. Tuttavia, «grazie all’intercessione della Città la Sal è riuscita a concludere un accordo con il Comune di Capriasca per l’utilizzo dell’arena sportiva di Tesserete», ci dice il capodicastero Sport di Lugano Roberto Badaracco.

Il cantiere del Pse parte il 1° marzo 2023

Il prossimo 1° marzo è previsto l’inizio dei lavori a Cornaredo, data entro la quale dovrebbero essere pronti i campi supplementari del Maglio. Uno dei primi atti del cantiere del Pse sarà però la distruzione della tribuna del Monte Brè dello stadio e la posa delle tribune provvisorie, che verranno installate sopra la pista di atletica sui lati nord e sud dello stadio. «La Sal potrà continuare a utilizzare la pista, ma soltanto per il rettilineo dei 100 metri – osserva il municipale –. Non sarà possibile correre lungo tutto l’anello. Questo però è insufficiente per una società con atleti che si allenano in numerose discipline». «Sì, i velocisti per esempio non necessitano dell’intera pista per allenarsi – precisa Kevin Terribilini, presidente della Sal –, il problema è per chi ha bisogno dei 400 metri, per chi fa fondo o mezzo fondo. Questo gruppo è composto da una ventina di atleti nella società».

Tesserete: la soluzione migliore

Che fare dunque? «Si è studiata la possibilità di utilizzare un semicerchio di 200 metri, però si sarebbe rivelato difficilmente realizzabile dal profilo tecnico e dunque finanziario» spiega Badaracco. «Per garantire l’operatività della società ci sarebbero state diverse soluzioni logistiche» aggiunge Terribilini. Ad esempio, chiarisce il municipale, nel Luganese oltre a Cornaredo ci sono tre piste di atletica: a Tesserete, a Rivera e quella di Valgersa. «Quest’ultima però è più piccola, mentre quella di Monteceneri più lontano». La migliore quindi si è rivelata quella capriaschese. «Qualche piccolo problema logistico ci sarà, ma siamo molto contenti: ci permetterà di garantire l’operatività» valuta Terribilini, mentre Badaracco apprezza molto «la disponibilità e l’ospitalità dimostrate dal Comune di Capriasca».

Sostegno finanziario dalla Città

L’accordo sarà in vigore dal 1° marzo 2023 al 31 dicembre 2025, ossia fino a quando dovrebbero durare i lavori a Cornaredo. «C’è la possibilità di estendere l’accordo – assicura Badaracco –, qualora il cantiere del Pse dovesse inaspettatamente prolungarsi un po’. In ogni caso, il progetto del Pse prevede la costruzione di una nuova pista d’atletica a Cornaredo, con le infrastrutture ad hoc». A Tesserete tuttavia si allena già la sezione atletica dell’Unione sportiva capriaschese (Usc). È già stata trovata un’intesa con l’Usc per il calendario? «Possiamo dire di sì – replica Terribilini –: i nostri di solito si allenano il lunedì, il mercoledì e il venerdì, mentre i loro i martedì e i giovedì. E comunque siamo abituati a condividere gli spazi: Cornaredo è già molto affollata come pista». L’accordo è positivo anche sotto il profilo finanziario: a Lugano la Sal si allena gratuitamente, mentre l’Usc paga un importo al Comune di Capriasca. Per permettere da un lato alla Sal di continuare ad allenarsi alle attuali buone condizioni e dall’altro al Comune ospitante di incassare e di non fare distinzioni con le proprie società, sarà la Città di Lugano a coprire il costo dell’affitto (4’500 franchi all’anno).

Leggi anche:

Partita al Maglio l’operazione Polo sportivo

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved