13.04.2022 - 18:12
Aggiornamento: 18:49

Ponti di cooperazione e amicizia fra Svizzera e India

Il Municipio di Lugano ha incontrato Sanjay Bhattacharyya, ambasciatore dell’India, fra i maggiori partner commerciali della Confederazione

ponti-di-cooperazione-e-amicizia-fra-svizzera-e-india
Lugano chiama India

Continuano gli incontri diplomatici fra la Città e il resto del mondo. Il sindaco di Lugano Michele Foletti e il vice Roberto Badaracco hanno ricevuto, per una visita di cortesia, Sanjay Bhattacharyya, ambasciatore della Repubblica dell’India in Svizzera, accompagnato dalla consorte Ranu. L’incontro, come evidenziato dall’Amministrazione comunale luganese, "consente di mantenere attivo il dialogo con uno dei principali partner commerciali della Confederazione in Asia". Nel suo discorso di benvenuto, il sindaco ha ricordato il legame ultrasettantennale di stima e collaborazione che unisce i due Paesi, suggellato con il trattato bilaterale di amicizia nel 1948. Le relazioni diplomatiche hanno favorito l’intensificarsi degli scambi in numerosi ambiti: dall’economia alla cooperazione allo sviluppo, dalla cultura all’istruzione, dalla scienza alla tecnologia.

L’ambasciatore, da parte sua, è giunto in Ticino, per la prima volta dalla sua entrata in carica, con l’obiettivo di costruire ponti di cooperazione e amicizia tra Svizzera e India. L’autorità diplomatica ha sottolineato che la pluralità linguistica, culturale e religiosa è una componente essenziale e di straordinario valore che accomuna i due Paesi. L’India del resto, forte di 1 miliardo e 400 milioni di abitanti e oltre il 50% dei cittadini sotto ai 25 anni, sta vivendo negli ultimi anni una trasformazione molto rapida a livello economico e sociale. Si attesta infatti come ecosistema di startup leader a livello globale e tra i mercati emergenti in forte espansione: dall’e-commerce al settore fintech, dal settore energetico all’informatica.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved