lugano-i-gabinetti-pubblici-sono-un-bisogno-fondamentale
archivio Ti-Press
Interrogativi
25.03.2022 - 18:04
Aggiornamento : 18:28

Lugano, i gabinetti pubblici sono ‘un bisogno fondamentale’

La commissione dell’Edilizia interroga il Municipio sulla situazione in Città prima di esprimersi in merito alla posa di nuovi gabinetti ecologici

Avere dei gabinetti pubblici in città è "un bisogno fondamentale" di cui "si parla troppo poco per un malinteso senso del pudore". A Lugano il tema torna d’attualità grazie a un’interrogazione presentata dalla Commissione dell’Edilizia (prima firmataria Melitta Jalkanen Keller, I Verdi). Le risposte permetteranno alla stessa commissione di terminare il rapporto relativo alla mozione che chiede la posa di nuovi gabinetti ecologici. Con l’età, è la premessa fatta nell’interrogazione, "aumentano anche debolezze di prostata e vescica, incontinenza in vari gradi". Una rete di servizi igienici "è quindi una risposta anche ai bisogni di questo segmento crescente della cittadinanza" e "serve a tutta la società". Negli ultimi anni, però, "per ragioni di risparmio" Lugano ha preso "una direzione diversa". I commissari sono consapevoli che "la manodopera è costosa e le norme vigenti sono più severe oggi che in passato" e che "è oneroso garantire una fitta rete di gabinetti, senza barriere architettoniche, sempre in ordine, puliti e provvisti di carta igienica e sapone".

Al Municipio viene chiesto quanti gabinetti pubblici ci sono, dove, quanti di questi sono chiusi e quindi non fruibili e per quali motivi; se è in previsione una loro riapertura; quanto costa la loro manutenzione; quali costi causano gli atti di vandalismo e se è possibile correlare la posizione di un gabinetto e il suo onere di manutenzione. All’esecutivo viene infine chiesto se a occuparsi dei gabinetti pubblici è il personale del Comune o se la prestazione viene esternalizzata.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
gabinetti interrogazione lugano melitta jalkanen keller wc pubblici
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved