barbengo-al-voto-la-nuova-palestra-delle-medie
La struttura provvisoria montata nel 2011
ULTIME NOTIZIE Cantone
Grigioni
3 min

Altri tagli alla casa anziani Mater Christi di Grono

Personale: dopo i 5 del gennaio 2021, se ne aggiungono ora 4 e mezzo. I letti occupati rimangono 35 su 50. Parla il nuovo presidente Mantovani
Mendrisiotto
9 min

Mountain bike sul San Giorgio? Stan e Pro Natura pedalano contro

Le due associazioni hanno deciso di ricorrere contro l’autorizzazione municipale alla trasformazione di 36 km di sentieri in piste per Mtb
Luganese
1 ora

Rissa in centro Lugano, 22enne autore e vittima: condannato

Il giovane, accoltellato da un coetaneo tre anni fa, ha chiesto l’assoluzione. La Corte ha confermato il decreto d’accusa, pur dimezzando la pena
Bellinzonese
2 ore

Tassa rifiuti più salata a Bellinzona: ‘La legge è legge’

Il Municipio risponde alle critiche della Lega che in un’interpellanza chiedeva se fosse il momento giusto per applicare il balzello
Bellinzonese
2 ore

In colonna di buon mattino per il ponte dell’Ascensione

Ancora prima di mezzogiorno la colonna al portale nord della galleria del San Gottardo ha toccato i 9 km. Controesodo da domenica pomeriggio
Luganese
2 ore

Carona, si rovescia con la ruspa e finisce in una scarpata

Il 45enne alla guida del mezzo ha riportato ferite serie. Non sono chiare le cause dell’incidente.
Bellinzonese
4 ore

Due appuntamenti con l’Atte Leventina

Tombola ad Ambrì e ballo liscio a Pollegio
Bellinzonese
4 ore

Utoe Bellinzona in assemblea

Sabato 28 maggio nella sala del Consiglio comunale
Bellinzonese
4 ore

Officine Ffs a Castione: da Amica opposizione cautelativa

Le obiezioni dell’Associazione per il miglioramento ambientale. Contrari Municipio di Losone, Mancini&Marti, Pro Natura, Wwf, Ficedula e Unione contadini
Ticino
6 ore

Coronavirus, calano contagi e ospedalizzati in Ticino

Segnalati 50 nuovi casi nelle ultime 24 ore e 37 persone ricoverate. Era da novembre che non si registravano dati così bassi
Ticino
12 ore

Che cosa ci dice il lavoro? Risponde Marazzi

La lectio magistralis dell’economista Supsi è un’occasione per fare il punto con lui su senso e cambiamenti della realtà locale e globale
Mendrisiotto
12 ore

‘Mettiamo un tetto alle auto sulle strade trafficate’

L’Ata dice ‘no’ a PoLuMe e corsia per i Tir e rilancia proponendo di trasferire i pendolari sul trasporto pubblico. Come si è fatto con i camion
Luganese
19 ore

Archibugieri ticinesi agli onori in Italia

Importanti risultati anche per i ticinesi Denys Gianora di Pregassona e Giordano Rossi di Brusino Arsizio
17.01.2022 - 19:38

Barbengo: al voto la nuova palestra delle Medie

Il Gran Consiglio si esprimerà settimana prossima sul prefabbricato che sostituirà quella provvisoria eretta nel 2011, dopo l’incendio doloso del 2010

Sono passati quasi dodici anni, era l’aprile del 2010, dall’incendio doloso che ha distrutto la vecchia palestra delle scuole medie di Barbengo. Settimana prossima, finalmente, il Gran Consiglio dovrebbe approvare il credito da 3,7 milioni di franchi per la sostituzione della struttura provvisoria posata nel 2011.

Freddo in inverno, caldo in estate

Buone notizie quindi sul fronte dell’edilizia scolastica in zona pian Scairolo. La sala sportiva, infatti, rappresenta solo il primo tassello di una grande trasformazione che riguarda l’intero comparto. Ma andiamo con ordine. Nel 2010, a seguito di un incendio doloso, andava distrutta la palestra realizzata nel 1973. Per rispondere alle esigenze scolastiche – oltre alle Medie, nei pressi vi sono anche le Elementari e la scuola dell’infanzia –, come pure delle associazioni della zona, già l’anno seguente si prepara una struttura provvisoria con adiacenti dei prefabbricati che ospitano spogliatoi, servizi igienici e deposito attrezzi. Sua caratteristica principale è una copertura presso-statica, un ‘pallone’, che tuttavia ha importanti lacune: non sopporta grossi carichi di neve, d’inverno la temperatura interna non supera i 15° mentre durante la stagione calda può oltrepassare i 30°. Condizioni poco favorevoli: non a caso il suo ciclo di vita viene stimato in circa sette anni.

Si rifarà anche la scuola media

Nel 2016 il Consiglio di Stato approva un credito per allestire uno studio di fattibilità riguardante lo sviluppo dell’intero comparto scolastico, che a sua volta prevede la sostituzione degli edifici scolastici entro una decina d’anni con l’edificazione di una nuova scuola media. Nel corso di questo periodo di transizione è prevista l’esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza che garantiscano il prolungamento della vita utile residua e la conformità d’uso degli attuali edifici. Ebbene, in questa prima fase si inserisce la sostituzione della struttura provvisoria montata nel 2011.

Un prefabbricato... flessibile

La palestra che va in votazione settimana prossima è un prefabbricato con struttura a capriate in legno su due piani: al pianterreno il deposito attrezzi, il locale pulizia e lo spogliatoio per disabili; al piano superiore il locale tecnico, quello per gli insegnanti, due spogliatoi e altrettanti servizi igienici. La palestra vera e propria si svilupperà invece su 450 metri quadrati di superficie. Particolare attenzione verrà data agli aspetti energetici, vero grande tallone d’Achille della struttura attuale, che rispetteranno gli standard Minergie. Ma il vero punto centrale è che si tratterà di una struttura molto flessibile, almeno a giudicare dal messaggio governativo. Da un lato si viene a sapere che non si tratterà di una struttura provvisoria, come ipotizzato in un primo momento. Transitoria, piuttosto, potrebbe essere la sua destinazione: invece che la sala sportiva, potrebbe ospitare l’aula magna, la mensa, la biblioteca o altri contenuti che dovesse stabilire il concorso di architettura in previsione quest’anno.

Coinvolta anche la Città

Nel comparto è infatti prevista la realizzazione di una nuova scuola media in sostituzione di quella attuale e di una palestra tripla. E una di queste a uso delle Elementari. Nel progetto è infatti coinvolta anche la Città di Lugano. «Auspichiamo che il progetto proceda speditamente – ci dice Lorenzo Quadri, capodicastero Formazione –, in modo da garantire la qualità delle infrastrutture scolastiche. Da parte del Municipio c’è la disponibilità a partecipare al finanziamento dell’opera, come pure al concorso». Già un lustro fa la Città ha infatti chiesto di avere un proprio rappresentante nella giuria che valuterà i partecipanti al concorso d’architettura per il comparto.

Gordola e Bellinzona come esempio

I costi, infine, si aggirano sui 3,7 milioni di franchi e con un tetto massimo di spesa di poco superiore ai 4 milioni. Una stima formulata sulla base degli investimenti effettuati per le palestre della Scuola media di Gordola e dell’Istituto cantonale di economia e commercio di Bellinzona, alle quali la struttura di Barbengo è ispirata. Stando al messaggio del giugno scorso, il tema sarebbe dovuto andare in votazione in Gran Consiglio già a settembre, ma così non è stato. Se quella tempistica fosse stata rispettata, i lavori sarebbero dovuti iniziare un mese dopo per finire in tempo per l’inizio dell’anno scolastico 2022-23. Qualora il legislativo cantonale approvi il messaggio, difficile invece ora pensare che il cantiere possa terminare entro la fine dell’estate.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
barbengo gran consiglio lorenzo quadri lugano scuola media barbengo
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved